GASQUET: “SONO CAPITATO NELLA GENERAZIONE SBAGLIATA”

Il francese racconta la sua carriera e dei rimpianti avuti nel corso di questi anni
martedì, 24 Settembre 2019

E’ stato ed è ancora uno dei giocatori più talentuosi dell’intero circuito. Stella promessa del firmamento, non ha saputo raccogliere quanto ci si aspettava: Gasquet è stato questo e probabilmente terminerà la sua comunque ottima carriera così, a cui però da’ un alibi non da poco e che motiva così.

Sono i più forti di sempre. Non mi piace dirlo ma non c’è un giocatore migliore di loro. Hanno giocato un tennis incredibile nella stessa epoca. Ogni volta che ho raggiunto le semifinali Slam, ho affrontato uno dei tre. Ero meno forte e sono sempre uscito sconfitto (7/5, 6/3, 6/4 a Wimbledon 2007 contro Federer, 6/4, 7/6, 6/2 agli US Open 2013 contro Nadal, 7/6, 6/4, 6/4 a Wimbledon 2017 contro Djokovic, ndr). Non ho mai avuto la possibilità di avere un tabellone più aperto come è successo dal 2002 al 2005″.

Gasquet termina facendo una breve analisi tecnica sui tre big: “Al Roland Garros c’è praticamente stato un solo vincitore in 15 anni. E’ impossibile vincere quel torneo. E anche negli altri tre Slam è dura. Stan Wawrinka e Marin Cilic sono state le uniche eccezioni. I tre fenomeni sono troppo forti.Tecnicamente Federer è il più forte, ma anche Djokovic è vicino. Loro non hanno punti deboli. Il mio è il servizio. Giocano da gennaio a novembre senza mai un calo. Almeno Sampras e Agassi sulla terra non erano devastanti come sulle altre superfici“.


Nessun Commento per “GASQUET: "SONO CAPITATO NELLA GENERAZIONE SBAGLIATA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.