GENNAIO, TUTTO PARTE DALL’AUSTRALIA

Come d’abitudine la stagione tennistica si aprirà nelle ex colonie britanniche (eccezion fatta per i tornei di Doha e Chennai), quando nel mese di Gennaio sarà da poco iniziata l’estate. Tanti big presenti, e la possibilità di tornare a godersi del grande tennis dopo quasi due mesi di astinenza
sabato, 22 Dicembre 2012

Tennis. Ancora pochi giorni e dopo quasi due mesi di digiuno, la fame di grande tennis di tutti gli appassionati del mondo, potrà finalmente essere saziata a dovere. Come sempre, il primo grande palcoscenico dell’anno è l’Australia.

Si parte il 29 dicembre, a Perth, con la Hopman Cup. Esibizione che si disputa a squadre nazionali miste e raccoglie spesso numerosi consensi. I grandi nomi utilizzano questa competizione come vera e propria preparazione per l’Australian Open. Ogni sfida è composta dai due singolari e dal doppio misto. Il montepremi? 1 milione di dollari. L’anno scorso a trionfare fu il duo francese composto da Marion Bartoli e Richard Gasquet, che quest’anno verrà  rimpiazzato da Jo Wilfried Tsonga. Cassius Jo non è però l’unico nome di spicco presente, dato che hanno confermato la loro presenza anche il numero uno del mondo Novak Djokovic, Tommy Haas, Ana Ivanovic, Venus Williams e l’idolo di casa Bernard Tomic. L’evento sarà trasmesso in esclusiva su Supertennis.

Un giorno più tardi, il 30, comincerà l’appuntamento di Brisbane. Torneo combined, molto apprezzato dai giocatori. Nell’edizione 2013 potrà vantare una entry list di prim’ordine, soprattutto al femminile. Victoria Azarenka, Maria Sharapova, Serena Williams, Petra Kvitova e Samantha Stosur saranno le principali candidate a succedere all’estone Kaia Kanepi. Tra gli uomini, per il torneo 250, sarà presente il campione in carica Andy Murray, che l’anno scorso rischiò di uscire prematuramente contro il bombardiere lussemburghese Gilles Muller, in quello che era al primo torneo con Ivan Lendl. Ci sarà anche il finalista della passata edizione,Alexander Dolgopolov, e insieme a lui una nutrita schiera di australiani, formata da Lleyton Hewitt, Matthew Ebden e Marinko Matosevic, proverà a mettere i bastoni tra le ruote allo scozzese, logico favorito per la vittoria finale.

La settimana successiva sarà invece il turno di Hobart, per l’abituale appuntamento con il torneo femminile. A causa della vicinanza con il primo slam di stagione il parco giocatrici è meno prestigioso, e il forfait di qualche ora fa di Vera Zvonareva non fa altro che abbassare l’appeal di una competizione che comunque vedrà ai blocchi di partenza la nostra Francesca Schiavone. La campionessa in carica è la tedesca Mona Barthel.

In concomitanza con Hobart, si giocherà anche il torneo combined di Sidney. Sarà molto dura per Jarkko Nieminen riconfermarsi, data la presenza ai blocchi di partenza John Isner, Tsonga e Gasquet; l’anno scorso il mancino finlandese sfruttò appieno i flop delle maggiori teste di serie e dominò la finale contro Julien Benneteau. In campo femminile invece Azarenka non riconfermerà il titolo: alle varie Stosur, Caroline Wozniacki, Agnieszka Radwanska e Kvitova la possibilità di succederle nell’albo d’oro.

Per chi invece vuole migliorare la propria condizione senza alcun titolo in palio c’è il Kooyong Classic, che si gioca a Melbourne. L’anno scorso vinse Bernard Tomic, quest’anno iscritto a Sidney: pronti a lottare per questo titolo Lleyton Hewitt, Juan Martin Del Potro, Milos Raonic, Kei Nishikori e Janko Tipsarevic.

L’ultimo evento di questo incredibile mese australiano è anche quello più importante: dal 14 al 27, infatti, tutti i massimi esponenti di questo sport daranno vita a uno spettacolo esaltante per il primo slam di stagione, l’Australian Open. E’ ancora ben impressa nella mente di tutti gli appassionati l’epica battaglia che consentì a Novak Djokovic di rivincere a Melbourne, conquistando il suo terzo titolo in carriera nella terra dei canguri. Il rientro di Rafael Nadal, un Murray rivitalizzato dopo il suo primo successo slam e un Roger Federer ancora in gran spolvero, ma senza tornei di preparazione nelle gambe, regaleranno grandi spunti d’interesse per il primo appuntamento topico della stagione. E dietro di loro i vari Tomas Berdych, Del Potro, David Ferrer, Tsonga e Isner proveranno a fare qualche sgambetto eclatante. Tra le donne invece la tennista da battere è Victoria Azarenka, campionessa in carica, anche se la stessa bielorussa parte probabilmente un gradino sotto Serena Williams, autentica schiacciasassi nella seconda metà del 2012. Maria Sharapova, Li Na e Agnieszka Radwanska chiudono il cerchio delle principali favorite, anche se il circuito Wta negli ultimi periodi è più aperto alle sorprese.

 


Nessun Commento per “GENNAIO, TUTTO PARTE DALL’AUSTRALIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.