GENOVA CHALLENGER, AUMENTA IL MONTEPREMI E SERGIO PALMIERI DIVENTA IL NUOVO DIRETTORE

Tante novità al torneo Atp Challenger Genova che dalla prossima edizione vedrà il suo montepremi aumentato e il nuovo direttore Sergio Palmieri.

Tennis. Sarà la 15esima edizione del torneo Genova Challenger quella che si svolgerà dal 3 al 10 Settembre a Valletta Cambiaso. Tante sono le novità che interesseranno questa edizione: a partire dal nuovo direttore del torneo, Sergio Palmieri, che si occuperà del Challenger insieme come di consueto agli incontri di Coppa Davis e Fed Cup; ma anche il montepremi che arriverà fino a 15omila dollari, confermando e migliorando il riconoscimento di miglior Challenger al mondo ricevuto nel 2014.

Il Challenger Genova – Memorial Giorgio Messina, riconosciuto anche come il torneo più prestigioso per la nostra nazione dopo gli Internazionali BNL d’Italia, vedrà quest’anno un torneo ‘green’ con il progetto di riciclo “Recycle your shoes, repave your way” che coinvolgerà le suole delle scarpe sportive per la creazione di una pista da corsa green intitolata a Pietro Mennea.
Altri appuntamenti prevedono durante tutta la settimana del torneo, esibizioni di artisti sul centrale ‘Beppe Croce’ prima dei match del turno serale.

Importanti eventi e novità, all’interno dello stesso torneo, che suscitano la soddisfazione dello stesso Mauro Iguera, Presidente del Comitato Organizzatore: ““Voglio esprimere a nome del Comitato Organizzatore il nostro più sincero ringraziamento a Giorgio Tarantola con il quale si sono conseguiti molti successi sotto la sua direzione. Ora, un cordiale benvenuto a Sergio Palmieri che, con la sua esperienza e professionalità, ci aiuterà a raggiungere nuovi ambiziosi obiettivi”. 

Il calendario della nuova edizione, che spera di raggiungere e superare il record storico di 24mila presenze, vede le qualificazioni partire dalla Domenica 3 Settembre e il via al tabellone principale il martedi 5 con turno serale fino a sabato e finali di doppio e singolare domenica 10. L’ingresso al torneo sarà gratuito sino alle partite diurne del giovedì.

Foto da sito federtennis.it


Nessun Commento per “GENOVA CHALLENGER, AUMENTA IL MONTEPREMI E SERGIO PALMIERI DIVENTA IL NUOVO DIRETTORE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DUSTIN BROWN TRIONFA A GENOVA TENNIS - Dustin Brown si aggiudica l'undicesima edizione dell'AON Open Challenger di Genova battendo in finale Filippo Volandri col punteggio di 7-6 (5), 6-3. Gimeno-Traver si impone ad […]
  • CHALLENGER GENOVA, RICAVATO AI TERREMOTATI DEL CENTRO ITALIA La notizia ha fatto il giro del mondo, riportata anche sul sito dell'Atp: bella iniziativa dell'organizzazione
  • TORNA LA GRANDE SFIDA, CON LE LEGGENDE DEL PASSATO Genova e Milano, i prossimi 17 e 18 ottobre, accolgono Michael Chang, Goran Ivanisevic, Ivan Lendl e John Mcenroe per la terza edizione de "La Grande Sfida", evento di esibizione creato […]
  • SERIE A1, DUE FINALI PER GENOVA Genova per il bis, nelle finali maschile e femminile. I toscani per la racchetta degli uomini, Prato per quella delle donne: appuntamento a Montecatini
  • SERIE A1, GENOVA-PRATO IN EQUILIBRIO Il primo singolare della finale femminile vede la vittoria della Kucova ai danni della Balducci. La compagine toscana fallisce il raddoppio: Karin Knapp batte Maria Elena Camerin e […]
  • SERIE A1, ANIENE CAMPIONE Al TC Genova non riesce l'impresa dopo il successo in campo femminile. Il circolo laziale sbanca il 105 Stadium e conquista lo scudetto con il punteggio di 4-3 nel computo dei match: […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.