GIANLUIGI QUINZI CONQUISTA NAPOLI: “GIOCARE QUI E’ SPECIALE”

Finalmente Gianluigi Quinzi! Il 19enne veneto batte nel derby tutto italiano Flavio Cipolla a Napoli e si regala il pass per i quarti di finale del Challenger. "Obiettivo? Nessuno. Pensare partita dopo partita. La mia presenza alle qualificazioni di Roma è in dubbio, vedremo..."
giovedì, 9 Aprile 2015

TENNIS – E’ un Gianluigi Quinzi convincente e soprattutto vincente, quello ammirato quest’oggi nel derby tutto italiano contro Flavio Cipolla, nell’incontro valevole per gli ottavi di finale del Challenger di Napoli. Tanti gli spettatori accorsi sul centrale dell’impianto partenopeo, gremito quasi in ogni ordine di posto. Il tennista veneto, tornato nel circuito dopo un lungo stop causa infortunio al polso, ha bissato il successo del primo turno contro Blaz Rola, mostrando chiari segnali di ripresa dopo un 2014 da ‘codice rosso’ tra sfortune fisiche e sconfitte brucianti.

Il match, che per la cronaca è terminato in due set col punteggio di 7/6 7/5 per il diciannovenne di Cittadella, ha messo in vetrina un Quinzi nuovo, più aggressivo, più sfacciato, meno conservativo, decisamente propositivo. Chapeau anche a Flavio Cipolla che, grazie al suo tennis fatto di palle liftate e rovesci anomali, è riuscito a dare poco ritmo al suo avversario costringendolo il più delle volte a pescare il ‘coniglio dal cilindro’ per avere la meglio nello scambio. Primo set difficile per Quinzi che ha più volte rischiato di andare sotto nel punteggio ma, anche grazie al caloroso tifo da stadio che lo ha eletto a nuovo beniamino del torneo, è riuscito prima a portare a casa il tie break nel primo gioco e poi a breakkare Cipolla nel decisivo secondo set.

Nel post match, i microfoni di Tennis.it hanno raccolto le impressioni del giocatore classe ’96 tornato a vincere due partite di fila dopo tanto tempo: ” Sono felice della vittoria di oggi contro un avversario sempre difficile da affrontare come Cipolla. Continuità, è il termine che, in questo momento sento più mio. Stiamo facendo una buona programmazione col mio allenatore, non giocherò nessun torneo Futures fino alla fine dell’anno, non pensando al ranking ma solo a giocare ad alti livelli e migliorare, possibilmente, la classifica. Cipolla è sempre un avversario ostico anche perchè fa dell’intelligenza in campo una delle doti migliori. E’ stato nei primi 100 del mondo non per caso e proprio per tutta una serie di fattori la vittoria di oggi va accolta davvero con un bel sorriso. Cosa è successo nel match contro De Bakker perso a Miami? Beh, lui è un grande giocatore, è stato anche nei primi trenta del mondo, e sul cemento riesce sempre a dar fastidio. In quella partita ho commesso qualche errore di troppo nel terzo set compromettendo una prestazione che ritengo essere stata ad ogni modo molto positiva”.

Sulle critiche piovutegli addosso negli ultimi mesi, Quinzi ha le idee ben chiare: ” Non mi interessano. Leggo poco i giornali, considero ‘aria fritta’ tutto quello che possono dire sul mio conto. In caso contrario posso sempre cedere la mia racchetta e far giocare chi mi critica, magari poi rido io…” . Quinzi analizza anche il tennis italiano che, a quanto pare, viste le visite eccellenti al circolo napoletano negli ultimi giorni, conta molto sulle nuove leve: “Fa davvero piacere essere sotto l’occhio vigile della Federazione. Donati ad esempio ha fatto un grande match ieri contro un giocatore del calibro di Golubev. Siamo in tanti, chissà forse un giorno daremo una mano anche in Davis Cup. E’ il sogno di ogni sportivo difendere i colori della propria nazione”.

Il pubblico di Napoli, intanto, lo ha eletto a beniamino indiscusso del torneo: “Sembrava una finale! Altro che ottavi. Giocare con così tanto pubblico è sempre uno stimolo, mi ha aiutato nei momenti difficili del match, incoraggiandomi e applaudendomi ad ogni colpo vincente. Giocare qui a Napoli è davvero speciale”.

Negli altri incontri giocati oggi, spiccano le vittorie azzurre di Thomas Fabbiano 7/5 6/3 contro Norbert Gombos (n.120 del mondo) e Marco Cecchinato che ha eliminato Jurgen Zopp dopo quasi tre ore di battaglia. Risultato finale 4/6 6/3 7/6 per il palermitano. Si conferma osso duro da battere il georgiano Nikoloz Basilashvili (n. 137 del mondo) che ha avuto la meglio sullo spagnolo Roberto Carballes Baena 6/3 2/6 7/6.

Photo Credit: Pierfrancesco Accardo

 

 


2 Commenti per “GIANLUIGI QUINZI CONQUISTA NAPOLI: "GIOCARE QUI E' SPECIALE"”


  1. Lady Marian 1969 ha detto:

    Quinzi non è veneto ma di porto San Giorgio…possibile che chi scrive non lo sappia???

  2. Lady Marian 1969 ha detto:

    Gianluigi Quinzi non è VENETO!!! e’ di Porto san Giorgio!!! Possibile che chi scrive il servizio non lo sappia????


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.