QUINZI NUMERO DUE AL MONDO UNDER 18

Gianluigi vince il Trofeo Bonfiglio e l’Italia ha un nuovo campione. Dopo 5 anni torna in mani italiane il torneo del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa
lunedì, 28 Maggio 2012

Milano. Gianluigi Quinzi dà un morso al Trofeo Bonfiglio, è il simbolo del suo successo contro l’uzbeko Temur Ismailov per 6-2 6-7(4) 6-1. E’ l’impronta nell’albo d’oro dell’undicesimo azzurro, dopo l’ultima vittoria di Matteo Trevisan nel 2007.

“Sono distrutto – ha detto Gianluigi – ma felicissimo”. Il marchigiano ha superato il biondino uzbeko dal rovescio fulminante in due ore e 15 minuti di gioco. Poteva finire prima, visto l’andazzo del primo set.

L’allievo di coach Medica è volato sulle ali di un 6-1 fin troppo agevole visto il valore dell’avversario. Un avversario che però ha dimostrato troppe lacune nel diritto e nella capacità di gestire le rotazioni del figlio di Luca e Carlotta, rimasti davanti agli schermi di SuperTennis Tv che ha trasmesso in diretta le due finali.

Alla fine è stato un bagno di folla (circa 2.000 gli spettatori sul Campo Centrale del Tennis Club Milano Alberto Bonacossa), abbracci, autografi e fotografie. Gianluigi Quinzi ha accontentato tutti, più e meno giovani, tra un’intervista e l’altra, tra una videocamera e una macchina fotografica, tutte pronte a immortalargli il sorriso.

“E’ stato bravissimo – ha chiuso Medica – perché ha saputo interpretare bene la gara e risalire da un momento difficile”. Quello del secondo set, quando, avanti per 5 giochi a 3, è andato a servire per il match e ha subito il primo break dell’incontro. Il parziale si è concluso al tie-break, aperto e chiuso in svantaggio.

Tutto da rifare: ma la mentalità vincente (vero punto di forza di Gianluigi Quinzi) ha prevalso. Il match è tornato a essere quello del primo parziale, con un italiano in controllo e un uzbeko, n.83 delle classifiche junior Itf, in difficoltà sul diritto e meno efficace col servizio.

Sorpresa Katerina. Se il successo di Quinzi rientrava nei pronostici, nessuno si aspettava che il trofeo femminile sarebbe finito nelle mani di Katerina Siniakova. E invece la bambolina ceca ha sbaragliato la concorrenza, riuscendo a superare in finale Antonia Lottner, con il punteggio di 7-5 7-5.

La tedesca era partita dalle qualificazioni, facendosi strada con un tennis potente e aggressivo. La gigantessa teutonica partiva con il favore del pronostico, ma la ceca ha dimostrato una maggiore completezza di gioco, riuscendo ad arginare le bordate della Lottner con corsa, grinta ma anche intelligenza. L’inizio vede entrambe molto tese, ad uscirne peggio è la Siniakova. La tedesca scappa sul 4-1 e poi sul 5-2. E’ qui che parte la rimonta d Katerina. La ceca infila cinque giochi consecutivi, ribaltando totalmente il risultato e prendendosi il primo parziale. Nel secondo set vige grande equilibrio: dopo un break per parte, la Siniakova strappa ancora la battuta alla Lottner guadagnandosi la possibilità di servire per il match sul 5-4.

La 16enne di Hradec Kralove si procura tre match point sul 6-5. Basta il primo: uno splendido rovescio vincente che chiude i giochi.  “Sono molto sorpresa e molto felice di questa vittoria. Non avrei mai pensato di vincere qui – ha dichiarato Katerina Siniakova a fine match – all’inizio ho fatto tanti errori, poi ho iniziato a giocare meglio e ho cercato di non farle chiudere i punti in pochi scambi, perché sapevo che poteva più fallosa di me”.

Nata e cresciuta nella città di Hradec Kralove, Katerina Siniakova è venuta in Italia accompagnata dal padre e coach Dmitri, sogna Wimbledon e di emulare Maria Sharapova. E’ la settima giocatrice ceca (compresa la Cecoslovacchia) ad aggiudicarsi la Coppa Maria Chitarin, l’ultima era stata Barbora Strycova nel 2002.

I PROFILI DEI VINCITORI

GIANLUIGI QUINZI
Nato il: 1 febbraio 1996
A: Cittadella (PD)
Residenza: Porto San Giorgio (FM)
Nazionalità: Italia
Gioca: sinistra, rovescio a due mani
Ranking Itf: 4
Bonfiglio 2012: Stefan Kozlov (USA) 6-4 6-0, Brayden Schnur (CAN) 6-4 6-3, Hyeon Chung (KOR) 7-6(0) 6-2, Mitchell Krueger (USA) 3-6 6-3 7-5, Borna Coric (CRO) 6-1 6-0

KATERINA SINIAKOVA
Nata il: 10 maggio 1996
A: Hradec Kralove
Residenza: Hradec Kralove
Nazionalità: Repubblica Ceca
Gioca: destra, rovescio a due mani
Ranking Itf: 23 Bonfiglio 2012: Diana Bogoliy (UKR) 6-3 6-2, Iva Mekovec (UKR) [13] 7-6(6) 6-2, Christina Makarova (USA) 6-1 7-5, Daria Salnikova (RUS) 6-7(5) 6-0 7-5, Adrijana Lekaj (CRO) 7-6(10) 6-2

I RISULTATI
Finale femminile
Katerina Siniakova (CZE) b. Antonia Lottner [Q] 7-5 7-5

Finale maschile
Gianluigi Quinzi (ITA) [3] b. Temur Ismailov (UZB) 6-2 6-7(4) 6-1


Nessun Commento per “QUINZI NUMERO DUE AL MONDO UNDER 18”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • QUINZI, OTTIMA LA PRIMA Nel primo round del Trofeo Bonfiglio, Gianluigi batte Morgan (n.7 dell'Itf junior ranking) di fronte al folto pubblico del TC Bonacossa
  • IL RUGGITO DEI GIOVANI LEONI DEL TENNIS Samuele Ramazzotti e Tatiana Pieri si aggiudicano la 69.ma Coppa Porro Lambertenghi, campionati italiani Under 12 maschile e femminile al Tennis Club Milano Alberto Bonacossa
  • BONFIGLIO FINITO PER QUINZI Al secondo round del trofeo Under 18 il marchigiano cede a Ofner. Nel tabellone maschile rimane in gara solo Campo, mentre nel femminile passa il turno la Stefanelli (nella foto)
  • BONFIGLIO, DOMENICA LA GRAN CHIUSURA Patrick Ofner (nella foto) arriva in finale al trofeo Under 18 milanese, dove incontrerà Filip Horansky
  • BONFIGLIO, TITOLO A ZVEREV E BENCIC TENNIS - Il giovane tedesco batte in più di tre ore di gioco il serbo Laslo Djere e diventa il più giovane vincitore della storia del Trofeo Bonfiglio, bruciando il record di Gianluigi […]
  • L’ITALIA SALUTA IL BONFIGLIO TENNIS - Dopo Filippo Baldi, il 16enne Alexander Zverev, fratello dell'ex top 50 Misha, batte anche Stefano Napolitano, estirpando in questo modo l'ultima bandiera tricolore rimasta nel […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.