GILBERT: “MURRAY NON SOFFRIRÀ LA PATERNITÀ”

Dopo Federer e Djokovic, un altro membro dei Fab Four è pronto a diventare papà. Brad Gilbert ha fiducia in Andy, soprattutto nell'anno delle Olimpiadi
sabato, 16 Gennaio 2016

TENNIS – Né la gravidanza di Jelena, né tantomeno quelle di Mirka hanno impedito a Djokovic e Federer di raggiungere risultati grandiosi durante le stagioni seguenti. A brevissimo toccherà anche ad Andy Murray e dovrà dimostrare di mantenere lo stesso ruolino, magari migliorando nelle prove dello Slam. Non sarà un compito facile, ma un personaggio di spicco come Brad Gilbert è pronto a dar fiducia all’ex campione di Wimbledon.

In vista dell’Australian Open, l’americano traccia il percorso da seguire: “Tutto ciò che bisogna fare è seguire Djokovic: il suo esempio calza a pennello, subito dopo la nascita del figlio ha ripreso a giocare a grandi ritmi. Certo, non è semplice mantenere gli equilibri tra la carriera ed una vita privata improvvisamente più intensa, ma può anche fungere da stimolo negli appuntamenti più importanti”.

Murray, a questo punto, è chiamato a dividersi tra tennis e famiglia: “Bisogna accettare il nuovo status – spiega Gilberte Andy dovrà ragionare con la sua testa, senza pensare a cosa potrà dare di più al tennis o alla famiglia. Spesso potrebbe subire delle critiche o potrebbe pensare di non aver intrapreso la strada giusta, ma credo che abbia abbondantemente raggiunto la maturità necessaria per una condizione del genere”.

Infine, l’ex tennista statunitense pone in evidenza la particolarità del 2016: “Murray potrà giocare le Olimpiadi, sia in singolare sia in coppia con suo fratello, quindi sarà un momento emozionante e storico. La corsa agli Slam è da affrontare insieme ai primi due del ranking, che in questo momento sono una spanna sopra la concorrenza, ma non si può mai dire. Ho fiducia in Andy, credo possa ottenere buoni risultati anche con la paternità”.

Con l’inizio dell’Australian Open, dunque, cominceranno a svelarsi le prime sensazioni di Murray, prima di vedere come si comporterà effettivamente nella veste contemporanea di padre e tennista. La benedizione di Brad Gilbert è già un fattore importante da cui partire.


Nessun Commento per “GILBERT: "MURRAY NON SOFFRIRÀ LA PATERNITÀ"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.