GIORGI E PENNETTA SUPER, GRANDE ITALIA A INDIAN WELLS

TENNIS - Due match spettacolari per due fantastiche vittorie che portano Flavia Pennetta e Camila Giorgi al confronto diretto nel prossimo ottavo di finale del torneo californiano. Comincia Pennetta battendo in tre set Sam Stosur conclude una serata da ricordare la maceratese che elimina la campionessa in carica Sharapova
martedì, 11 Marzo 2014

Tennis. Indian Wells (California, USA). Come spesso sta capitando ultimamente, almeno per quanto attiene il circuito femminile, sono proprio le cosiddete “seconde linee”, il virgolettato è d’obbligo, a darci le maggiori soddisfazioni e cavarci fuori da situazioni di potenziale imbarazzo; è già successo a Cleveland nel primo turno di Fed Cup e la storia si è riproposta anche ad Indian Wells dove le ultime due azzurre rimaste in tabellone hanno dato vita a due prestazioni capolavoro che le sono valse la qualificazione agli ottavi di finale del torneo Premier.

Partiamo da Flavia Pennetta che in prima serata sfidava Samantha Stosur con cui è imbattuta in carriera (4 vittorie in altrettanti confronti). La tennista australiana aveva già eliminato qualche giorno fa Francesca Schiavone mostrando un ottimo tennis e soprattutto percentuali vertiginose al servizio grazie al quale non aveva concesso neanche una palla break alla milanese. Proprio il servizio quest’oggi è stato forse il fondamentale che più ha deluso della tennista aussie e lo si vede sin dalle primissime mosse quando Sam mette a segno tre doppi falli consecutivi a freddo concedendo da subito tre palle break a Pennetta senza che questa toccasse pallina. Non appena comincia a scaldarsi però l’australiana, complici anche due vincenti terminati di poco a lato della brindisina, rimonta e tiene il servizio. L’emorragia di palle break però continua nel turno di servizio seguente ad alla quinta occasione Flavia buca: dopo un pregevole lungolinea infatti la pugliese approfitta di un rovescio di Stosur finito lungo. L’azzurra riesce a difendere bene il vantaggio faticosamente costruito. Sebbene Stosur sia andata per due volte ad insidiarla al servizio: saranno tre le palle break totali fronteggiate da Pennetta tutte sciupate da una Stosur eccessivamente fallosa. Alla fine la numero 20 del seeding chiude 6-4. Nel secondo parziale è ancora Pennetta scatenata a prendere il sopravvento con un break nel quinto gioco. L’australiana soffre maledettamente in battuta e cede di nuovo il servizio alla terza palla break per Pennetta: ancora fatale un rovescio lungo dell’aussie. Stavolta però il vantaggio dell’italiana dura poco perché Stosur suona subito la carica e ruba per la prima volta nel match il servizio nel sesto gioco. Pennetta paga un turno di battuta a tinte fosche ed avrebbe anche l’opportunità di rifarsi nel game seguente, ma Stosur migliora scambio dopo scambio diventando sempre più solida  e chiude definitivamente la porta. L’australiana prende fiducia e conquista altre due palle break  nell’ottavo gioco, Flavia riesce ad annullare solo la prima con il servizio mentre la seconda lancia Stosur a servire per il secondo set. Detto fatto, tutto da rifare. L’inerzia della numero uno d’Australia si spegne di fatto qui. Pennetta infatti breakka bene in apertura di parziale e sale subito 3-0, ma non si ferma qui, continua a martellare l’avversaria e nel sesto gioco dilaga conquistando il secondo break. La chiusura del match dopo poco meno di due ore diventa una formalità. La brindisina eguaglia gli ottavi di finale del 2009 e fa 5 su 5 contro Stosur. A contendersi con lei per un posto nei quarti ci sarà proprio la connazionale e compagna di Fed Cup Camila Giorgi.

La giovane maceratese ha infiammato nella tarda serata italiana l’Indian Wells Tennis Garden dando vita assieme alla campionessa in carica Maria Sharapova ad un match spettacolare  a dir poco. Primo confronto in carriera tra le due e non ci poteva essere esordio migliore per Giorgi che batte per la prima volta una top 5 e si affaccia definitivamente sul palcoscenico del tennis che conta. Incontro che ha visto numerosissimi capovolgimenti di fronte, in cui non hanno assolutamente dominato i servizi, tutt’altro, e denso di colpi vincenti così come di errori grossolani a dirla tutta. A farci capire che partita sarà ci pensano i sei break in successione con cui le due atlete si sono omaggiate per il primo spicchio di incontro. Ci pensa Giorgi ad interrompere il leit motiv tenendo per la prima volta il servizio nel settimo gioco dopo ave riacciuffato per tre volte la siberiana scappata via nel punteggio. Giorgi che non si accontenta e consegue anche un quarto break subito dopo. Malissimo Sharapova che si fa rimontare dal 15-40 iniziale cedendo poi il servizio (mai mantenuto nel primo parziale) ai vantaggi. Sul 5-3 l’azzurra non si fa pregare e chiude al secondo set point 6-3. Il secondo parziale si rivela leggermente più equilibrato, le due tenniste faticano di meno al servizio sebbene Giorgi viaggi sempre con l’handicap (non ha mai raggiunto il 50 % di prime in campo in tutto il match). Sharapova è di nuovo la prima ad allungare nel sesto gioco. Brava la russa ad approfittare di un lungolinea rischioso dell’azzurra che si spegne di poco a lato. Nel game seguene Giorgi avrebbe già l’opportunità di rimettersi in corsa, ma Masha fa buona guardia e con due ottime prime conferma il break. Al momento di servire per il secondo set però la russa capitola di nuovo, spreca un set point con un doppio fallo (una dolorosa consuetudine questa sera: 9 per Masha e 11 per Giorgi) e poi sparacchia un rovescio in rete concedendo la seconda palla break. Stavolta la marchigiana non sbaglia sbaragliando ancora le difese russe con una grande risposta alla seconda di servizio di Maria. Lo sforzo però si rivela inutile perché l’azzurra si distrae nel game seguente al servizio e finisce per regalare il set alla russa che aveva comunque meritato il pareggio. Il parziale decisivo ha dell’incredibile nel suo dipanarsi. La russa cerca di tenere botta, ma la maceratese appare più fresca fisicamente mentre la top 10 accusa segni di cedimento. Nel quinto gioco pare sfinita quando cede il servizio a 15 con due gratuiti. Giorgi allunga ed annusa il trionfo, ma c’è ancora da soffrire. Nell’ottavo gioco infatti l’azzurra si distrae e cede un brutto turno di servizio a zero consentendo alla russa di attestarsi sul 4 pari. Sharapova però davvero non sembra averne più e si consegna ancora all’avversaria in risposta che approfitta di altri due errori gratuiti per andare a servire per il match. Il primo tentativo però non va a buon fine. La tensione gioca un brutto scherzo all’azzurra che sbaglia l’impossibile, anche uno smash comodo, e poi si fa uccellare dal colpo di coda di Sharapova che con una grande risposta si rifà sotto. Giorgi però fa oramai il bello ed il cattivo tempo quando c’è la siberiana in battuta e consegue il terzo break che la porta a servire per la seconda volta per il match. Questa volta la russa si arrende, basta il primo match point perché il lob della campionessa in carica si spegne fuori. Giorgi può esultare sempre molto sobriamente come di consueto. Partendo dalle qualificazioni si erge sino agli ottavi. Contro Pennetta, che ha già battuto a Wimbledon due anni fa, si gioca un importantissimo quarto di finale. Nel frattempo a sorridere è l’Italia del tennis.


Nessun Commento per “GIORGI E PENNETTA SUPER, GRANDE ITALIA A INDIAN WELLS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • MASHA E NA LI AVANZANO, OTTIME PENNETTA E GIORGI TENNIS - Esordio tranquillo per la cinese favorita numero uno che vince il derby con la Zheng. Anche Sharapova ritorna in campo e non lascia scampo a Goerges. Pennetta debutta con una […]
  • ‘SARITA’ CHIUDE L’ANNO CON IL BEST RANKING L’azzurra termina la sua stratosferica stagione centrando il miglior piazzamento di un'italiana a fine anno, con il sesto posto. Nella top ten perde due posizioni Petra Kvitova, mentre al […]
  • È ANCORA AZARENKA – SHARAPOVA TENNIS – A Wimbledon , per il secondo Slam di fila le due campionesse dell’Est Europa vengono sorteggiate nella stessa metà di tabellone. Serena Williams quindi, viene abbinata ad […]
  • WTA, ANDREA PETKOVIC: “CONTINUERO’ A GIOCARE NEL 2016” La tedesca Andrea Petkovic ha dichiarato di aver pensato seriamente di abbandonare il tennis professionistico, soprattutto a causa della malattia della madre. In realtà, la ventottenne ha […]
  • SERENA PESCA RADWANSKA, SHARAPOVA CON AZARENKA TENNIS - A Parigi sono stati sorteggiati i tabelloni della 112esima edizione del Roland Garros: la numero uno del mondo è stata abbinata nella potenziale semifinale alla Radwanska, mentre […]
  • IW: AVANTI FLAVIA, FUORI ERRANI, WOZNIACKI E IVANOVIC Ottavi di finale per l’ultima azzurra rimasta: la brindisina mette ko Samantha Stosur e si avvicina di un altro passo al risultato dello scorso anno. Esce invece Sara Errani battuta da […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.