GRAND SLAM TENNIS 2, SIMULAZIONE E DIVERTIMENTO

Grand Slam Tennis 2 rappresenta la risposta di EA Sports a Top Spin 4 e Virtua Tennis 4. Ottimo mix tra realismo e divertimento, ha il chiaro obiettivo di assumere una posizione di rilievo nel settore della simulazione tennistica
venerdì, 10 Febbraio 2012

“Gli Ultimi saranno primi, e i primi ultimi”. Bene, come qualcuno starà forse pensando, non è una lezione biblica quella che stiamo per iniziare. Semplicemente quello che abbiamo citato è probabilmente stato il pensiero della EA Sports nel momento in cui 2K Sports e SEGA presentavano rispettivamente Top Spin 4 e Virtua Tennis 4, prendendo il sopravvento nel campo della simulazione tennistica per Ps3 e Xbox360.

Proprio così, perché mentre gli altri due titoli si ritagliavano una posizione di rilievo sul mercato, Electronic Arts sviluppava Grand Slam Tennis 2 con l’intento di contrastare, e perché no, di battere la concorrenza.

Ebbene siamo ormai giunti al momento della verità, perché Grand Slam Tennis 2, disponibile sul mercato dal 10 febbraio 2012, dovrà dimostrare di essere all’altezza degli altri due grandi titoli dedicati al tennis.

Iniziamo mostrandovi il trailer del Demo:

Divertimento e simulazione allo stesso tempo. Ciò che maggiormente colpisce in Grand Slam Tennis 2, è la capacità di far coesistere realismo e divertimento. Al virtualismo quasi esagerato di Virtua Tennis 4, EA Sports risponde infatti con un gameplay altrettanto divertente, ma capace di contrastare i livelli di simulazione raggiunti da Top Spin 4. Un aspetto importante di Grand Slam Tennis 2 è infatti il Controllo Totale della Racchetta, che vi mostriamo in questo video:

Grand Slam Tennis 2 è il primo titolo ad avere tutte le licenze per i tornei del Grande Slam. Una grande esclusiva del gioco sviluppato e pubblicato da Electronic Arts, è la licenza per il torneo di Wimbledon. Se in Virtua Tennis 4 mancavano le licenze ufficiali per tutti e quattro i tornei dello Slam, in Top Spin era solo il più importante e prestigioso torneo di tennis al mondo a mancare, sostituito dal “Dublin Ireland”. Grand Slam Tennis 2 ha invece fatto un vero e proprio “Grand Slam”, aggiudicandosi tutte le licenze degli appuntamenti più importanti del calendario tennistico. Ma non solo: per ognuno dei quattro tornei Major, Grand Slam Tennis 2 ha tre differenti campi di gioco. Rod Laver Arena, Hisense Arena e Campo 15 per quanto riguarda l’Australian Open; Philippe Chatrier, Suzanne Lenglen e Campo numero 15 al Roland Garros; Centre Court, Court n.1 e Court n.3 a Wimbledon; Arthur Ashe Stadium, Louis Armstrong e Campo 9 agli U.S. Open.

I particolari dei campi sono curati nei minimi dettagli. L’atmosfera che si “respira” giocando nei tornei dello Slam nei panni di uno dei tantissimi tennisti presenti nel roster di Grand Slam Tennis 2 è unica. L’attenzione prestata nella cura dei dettagli dei campi da gioco aumenta senza ombra di dubbio il realismo. Addirittura abbiamo notato delle “anomalie” nel passaggio da un campo all’altro. L’Hisense Arena (Australian Open) e il Philippe Chatrier (Roland Garros) hanno infatti una “particolarità”. Così come tutti gli altri stadi più importanti dei tornei Major, hanno l’orologio che segna la durata dell’incontro, ma in questi due casi, stranamente, invece di partire da 00:00 come è normale che sia, i due orologi segnano 01:00 all’inizio di ogni incontro, come se i match fossero già avviati da 60 minuti: probabilmente un errore, è vero, ma volendo visualizzare questo aspetto da un altro punto di vista, c’è anche un lato positivo, visto che ogni campo differisce dall’altro anche in qualcosa di apparentemente banale. Rimanendo in tema di orologi segnatempo, abbiamo notato anche come quello del Suzanne Lenglen (secondo campo per importanza al Roland Garros), sia leggermente più piccolo rispetto agli altri: dalla normale telecamera di gioco è infatti difficilissimo poter visualizzare la durata dell’incontro, poiché i numeri appaiono sfocati, ma nelle soste tra un punto ed un altro, quando la telecamera si avvicina ai giocatori, diventa invece molto più semplice. Altro aspetto molto realistico di Grand Slam Tennis 2.

Roster di giocatori senza eguali. Come abbiamo accennato in precedenza, sono veramente tanti i giocatori reali presenti nel secondo capitolo di Grand Slam Tennis, divisi tra tennisti in attività e leggende. Partiamo proprio da questo secondo gruppo, facendone un elenco: Stefan Edberg, John McEnroe, Bjorn Borg, Boris Becker, Lindsay Davenport, Pat Cash, Pete Sampras, Martina Navratilova, Chris Evert, Justine Henin e Michael Stich. Tra i giocatori ancora in attività figurano invece: Novak Djokovic, Rafael Nadal, Kei Nishikori, Roger Federer, Maria Sharapova, Ana Ivanovic, Andy Roddick, Serena Williams, Venus Williams, Andy Murray, Jo-Wilfried Tsonga e Lleyton Hewitt.

Con ESPN Grand Slam Classics sembra di rivevere tutti i tornei dello Slam. Una delle modalità di gioco che spiccano in Grand Slam Tennis 2 è l’ESPN Gran Slam Classics, che consiste nel rivere le partite più importanti dell’Era Open mettendosi nei panni dei giocatori che hanno fatto la storia di questo sport, tentando in alcuni casi di riscrivere la storia stessa. Giocando nelle vesti di Jo-Wilfried Tsonga, ad esempio, si ha la possibilità di rigiocare il tie-break del quarto set della finale dell’Australian Open 2008 contro Novak Djokovic, ed eventualmente il quinto set di quella sfida, tentando quindi di cambiare la storia dell’Open d’Australia. Quando poi ci si ritrova a fine quarto set dell’epica sfida dei Championships del 1988 tra Boris Becker e Stefan Edberg, sembra proprio di essere a Wimbledon. E’ davvero incredibile il modo in cui è stata ricreata l’atmosfera del più importante torneo di tennis al mondo.

Carriera. Ovviamente anche in Grand Slam Tennis 2 non può mancare la modalità carriera: strutturata sulla distanza delle 10 stagioni, la modalità è incentrata principalmente sui tornei dello Slam. Alla fine di ogni annata saranno proprio i risultati ottenuti in ciascuno dei quattro tornei Major ad essere ricordati e catalogati. Nel corso della stagione sarà comunque possibile giocare i cosiddetti “pre-tornei”, ovvero i tornei di preparazione agli appuntamenti decisivi. Ovviamente di primaria importanza sarà anche l’allenamento, che permetterà di migliorare le qualità del nostro giocatore. L’obiettivo è sempre lo stesso: raggiungere la vetta del ranking.

Online e torneo. Altra ormai immancabile modalità è il gioco online. Così come accadeva anche in Top Spin 4, anche in Grand Slam Tennis 2 è presenta una classifica online, che premia i migliori utenti di tutto il mondo. Altra esperienza di gioco interessante è la semplicissima modalità torneo, nella quale possiamo dilettarci nel giocare una manifestazione a nostro piacimento, decidendo in numero di giocatori presenti in tabellone, la lunghezza degli incontri, e, ovviamente, il livello di difficoltà del computer.

Altri tornei. Oltre ai quattro tornei dello Slam, in Grand Slam Tennis 2 abbiamo, seppur senza licenze ufficiali, la possibilità di giocare i tornei di Brighton, Dubai, Shanghai e Ginevra.

Dati generali.

Sviluppato da: Electronic Arts

Pubblicato da: Electronic Arts

Compatibile con: Xbox360 e Ps3

Distribuito da: Electronic Arts

Per concludere possiamo dire che se le intenzioni di Electronic Arts erano quelle di mettere un importante impronta sul mercato della simulazione tennistica, le premesse sono le migliori. Solo i risultati potranno dirci la verità, ma la sensazione è quella che Grand Slam Tennis 2 abbia tutte la carte in regola per poter mettere in difficoltà la concorrenza.


1 Commento per “GRAND SLAM TENNIS 2, SIMULAZIONE E DIVERTIMENTO”


  1. Giuliano ha detto:

    Ciao, il gioco non è male anche se la palla non esce quasi mai, diciamo che questa è una pecca.
    Poi volevo sapere, non si può giocare tornei in doppio? ho provato e riprovato a cercare ma mi sembra si possa solo fare partite secche.
    Questa è un altra pecca in quanto giocare il doppio con un amico è molto divertente ed il gioco è più attivo e dinamico rispetto alle partite giocate singolrmente nelle quali a volte ci si annoia.

    Aspetto una vostra risposta ed intanto vi ringrazio.
    Giuliano


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • GRAND SLAM TENNIS 2 A CONFRONTO EA Sports si è presentata al pubblico con Grand Slam Tennis 2, dimostrando di non avere niente da invidiare ai concorrenti del settore. Confrontiamolo con i precedenti videogiochi
  • E LA CHIAMANO ESTATE Dopo le Olimpiadi, il mondo del tennis non va in vacanza, ma si sposta in America, per la classica stagione sul cemento. Si parte dal Canada per arrivare a New York, passando per […]
  • CEMENTO AMERICANO, COSA BOLLE IN PENTOLA TENNIS - Si alza il sipario sulla stagione del cemento americano. Tra campioni in carica, lotte al vertice e nuove leve oramai pronte al definitivo salto di qualità ci aspetta un 2014 a […]
  • VACANZE DA TENNISTI Le mete più ambite sono di certo quelle calde ed esotiche. Vediamo dove Serena Williams, Roger Federer, Rafael Nadal e co. preferiscono passare i loro momenti lontano dai campi da tennis […]
  • TWITTER, I TENNISTI CHE CINGUETTANO Vediamo quali sono i tennisti che sulla piattaforma di micro-blogging tweettano di più e quelli che hanno più seguito registrando più follower
  • CC BELLIS-JUSTIN BIEBER E GLI ALTRI, E’ UN TENNIS… MUSICALE Uno sguardo alla musica che riempie i momenti di tanti tennisti: Djokovic, Nadal e Federer ma anche la Sharapova e la Williams e tanti altri

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.