GROTH, MINACCE DI MORTE: NEL MIRINO DI SCOMMETTITORI

Sam Groth nuovamente nel mirino degli scommettitori: numerose le minacce nei suoi confronti

Tennis. Sam Groth, la storia si ripete Già lo scorso anno il gigante australiano era stato vittima di talmente tante minacce via social da vedersi costretto a dover chiudere il profilo personale di Facebook. Ora, a distanza di dodici mesi, ancora nel mirino degli scommettitori: il tutto dopo la sconfitta arrivata al terzo set contro Noah Rubin nel Challenger di Fairfield.

Minacce pesantissime, di morte, alcune delle quali riportate dallo stesso Sam: “Te lo giuro, al termine di questa settimana sarai morto“. “Spero che tutta la tua famiglia sia uccisa. “Quest’uomo non merita di vivere, merita una morte dolorosa e violenta“.

La risposta del bombardiere Groth è stata però densa di eleganza ed ironia, oltre che concisa: “Grazie ragazzi per il vostro supporto“. Una battuta che però non può bastare a chiudere un caso che è diventato recidivo, dopo quanto avvenuto durante la passata stagione.

Il fenomeno delle scommesse d’azzardo relative al circuito challenger risulta piuttosto radicato nel mondo tennistico, come dimostrano anche le minacce di morte giunte al nostro Napolitano nello scorso febbraio.


Nessun Commento per “GROTH, MINACCE DI MORTE: NEL MIRINO DI SCOMMETTITORI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.