GUGA KUERTEN NE FA 39

L’ex tennista brasiliano compie gli anni
giovedì, 10 Settembre 2015

Tennis –Chissà se sulla torta in onore delle sue 39 primavere Gustavo Kuerten soffierà oggi con lo stesso smagliante sorriso degli anni belli sui campi da tennis. Chi, infatti, può fare a meno di associare al ricciolo d’oro coperto da ampia bandana del brasiliano quello sguardo mai altero e incredibilmente, viste alcune maratone di cui fu interprete sul rosso, quasi mai piegato a sofferenza tennistica?

E pensare  che uno dei più puri talenti degli ultimi 20 anni e dominatore assoluto di 3 edizioni dei French Open (1997, 2000 e 2001), in realtà di motivi tali da limitare serenità e contentezza ne aveva più di uno se si pesca nelle sue dolorose (appunto) vicende private.

A partire dalla perdita del padre (che gli passò la passione per la racchetta) quando aveva solo 8 anni, colpito da un infarto fulminante mentre arbitrava proprio una partita di tennis. E poi il fratello, affetto da una paralisi cerebrale che lo ha portato alla prematura morte nel 2007.

Dolori personali e lutti che non minarono quella sua proverbiale solarità, quella ventata di aria fresca e pulita che Guga riuscì a portare nel mondo diffidente, competitivo ed estremo del tennis professionistico.

Quello che ancora oggi lascia l’amaro in bocca e più di un rimpianto è che la figura del lungo e magro specialista sudamericano della terra battuta (dove seppe mietere i successi meno pronosticabili e più sbalorditivi, Internazionali d’Italia e Montecarlo compresi), sia stata poco più di una fugace apparizione nel tennis che conta. Gli infortuni che cominciarono a perseguitare Guga, dopo che una velocità di braccio spaventosa e il rovescio a tutto braccio più spettacolare del circuito lo avevano spinto fino alla vetta dell’Atp il 4 dicembre 2000, non gli permisero quella continuità che il brasiliano e tutti gli stimatori dell’eleganza del gesto e dell’uomo avrebbero meritato.

Restano impresse nella memoria degli occhi quelle battaglie, soprattutto contro i rematori (e non solo) spagnoli del tempo, i Bruguera, i Corretja, i Moya e i Ferrero, contro cui Kuerten, più completo ed estroso, riusciva spesso ad avere la meglio.

Uno in grado di imporsi sei volte nei Super 9 e in finale nel Master di Lisbona sul cemento contro André Agassi con un triplice 6-4 poteva non entrare nell’International  Tennis Hall of Fame?

Auguri Guga!


Nessun Commento per “GUGA KUERTEN NE FA 39”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • TANTI AUGURI, GUGA! Compie oggi 36 anni uno degli ex tennisti più amati di tutti i tempi: Gustavo Kuerten. Tre volte vincitore del Roland Garros, il brasiliano viene ricordato soprattutto per la sua simpatia […]
  • AUGURI GUGA KUERTEN, CAMPIONE DAL SORRISO CONTAGIOSO Compie 38 anni Gustavo Kuerten, il brasiliano ex numero 1 del mondo. Capelli ricci folti, un grande sorriso...tre volte campione del Roland Garros. In tutta la sua semplicità: Tanti Auguri Guga!
  • KUERTEN, CAMPIONE DI GENEROSITA’ Trentacinque sono gli anni che oggi compie Gustavo Kuerten. Il brasiliano anche fuori dal circuito ufficiale è sempre attivissimo, tra sport e beneficenza
  • KUERTEN: IL TENNIS VIVE UN’ALTRA ETA’ DELL’ORO "Forse Djokovic deve fare ancora qualche piccolo passo per confermarsi, ma Federer e Nadal di sicuro fanno parte dei migliori cinque della storia", ha affermato Guga
  • QUELLI CHE…NON HANNO VINTO WIMBLEDON Una rassegna dei grandi tennisti del passato che non sono mai riusciti a trionfare ai Championships. Da Lendl, forse il migliore tra questi, fino a Kuerten, l'ultimo in ordine temporale. […]
  • ROLAND GARROS, QUANDO DAVIDE BATTE GOLIA La vittoria della Razzano su Serena Williams è solo l'ultima delle grandi sorprese dello Slam parigino. Partendo dall'impresa di Michelino Chang nel 1989, riviviamo le più clamorose

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.