HALLE. FUORI GASQUET E YOUZHNY, OK HAASE E KARLOVIC

Tennis. Seconda giornata sul manto erboso del torneo Atp 250 di Halle. Subito fuori le teste di serie 5 e 6. Richard Gasquet ha lasciato il passo a Robin Haase, mentre Karlovic ha avuto la meglio su Youzhny.
martedì, 10 Giugno 2014

Tennis. Chiusa la stagione sull’erba il circuito si è immerso nella breve, ma intensa, parentesi verde. Il manto erboso ha cominciato questa settimana a catalizzare le attenzioni dei fan del tennis: c’è Halle, in Germania, c’è il Queen’s e poi finalmente sarà tempo di quello che gli inglesi continuano semplicemente a chiamare “The Championships”… il campionato per eccellenza. Per prepararsi al gioco veloce i big si sono separati. Roger Federer, che tra tutti è quello che ha meno bisogno di adattarsi alla superficie, che vorrebbe vedere anzi più spesso durante l’anno, e Rafael Nadal sono ad Halle; mentre Murray, Wawrinka, Gulbis e Berdych hanno preso già la volta di Londra.

Germania, Halle. Il Gerry Weber Open (Prize Money di  711,010) è oggi alla sua seconda giornata, atteso protagonista, tra gli altri, il numero 5 del tabellone, Richard Gasquet, la più alta testa di serie impegnata quest’oggi. Il francese era impegnato al primo turno contro l’olandese Robin Haase, con i precedenti che dicevano 2-0 Gasquet. A far stare tranquillo, almeno sulla carta, Richard c’era poi la statistica che vedeva Haase non ancora vittorioso in tre partecipazioni. Certe volte però i pronostici sono fatti per essere ribaltati e così l’olandese si è tolto un doppio sassolino dalla scarpa: vincere la prima partita contro Gasquet e approdare per la prima volta al secondo turno dell’Atp 250 tedesco (promosso, insieme al compare londinese, a Master 500 dalla prossima stagione). Il torneo così ha perso un possibile protagonista, Haase si è imposto a merito con un doppio 6-4, mostrando un pieno controllo della situazione al servizio. In un’ora e dieci minuti di partita non ha concesso neanche una palla break e ha chiuso con l’82% di punti vinti con la prima di servizio, contro il 70% ottenuto dal francese. Il break che ha chiuso il primo set è arrivato nel settimo gioco all’unica palla break da Gasquet in tutto il parziale; mentre nel terzo gioco del secondo set il francese ha difeso la prima palla break ma alla seconda ha incassato il break del 2-1 che ha poi indirizzato il match.

Per Haase adesso la sfida nel secondo turno sarà contro Alejandro Falla. Il colombiano, infatti, ha avuto la meglio nella tirata sfida contro Lukasz Kubot vinta 6-2 3-6 6-3. La partita è durata un’ora e cinquanta minuti, Falla ha vinto con due break di vantaggio (dopo break e contro break nei primi due giochi) ottenuti nel quinto e nel settimo gioco. Il polacco è rimasto in partita nel secondo set, e dopo aver rischiato di cedere il servizio nel terzo gioco, ha brekkato Falla nel quarto, chiudendo poi 6-3. Nel terzo set, invece, il colombiano è stato vicinissimo alla resa visto che ha dovuto salvare da 15-40 nel settimo gioco. Le occasioni sprecate sono state fatali a Kubot, che ha perso nell’ottavo il servizio, sul 5-3 Falla non ha avuto poi problemi nel chiudere 6-3.

Gasquet non è stata l’unica testa di serie ad abbondare anzi tempo il torneo. Anche per Mikhail Youzhny (testa di serie numero 6) il torneo è finito al primo turno per mano di Ivo Karlovic, che per la prima volta al quarto tentativo ha battuto il collega russo. Anche il croato si è imposto in un due set, 6-3 6-4 in una partita, anche questa, che si è conclusa in appena un’ora di gioco. Che il conteggio degli aces sarebbe stato a favore di Karlovic (10-1) si sapeva, ma si pensava anche che il russo avrebbe potuto essere più in partita. Il primo set, invece, è stato compromesso immediatamente al secondo gioco con il break concesso a Karlovic, che si è portato facilmente sul 3-0. Salvata poi un’altra palla break nel quarto game, Youzhny ha provato a rientrare nel quinto gioco quando sotto 1-3 ha sciupato la possibilità di brekkare l’avversario. Occasione sprecata e set scivolato via senza altre occasioni. Anche nel secondo Karlovic ha ipotecato in apertura il discorso con un break nel primo gioco. Senza occasioni per riaprire la partita il set è scivolato via sui servizi fino al 6-4 Karlovic, che ora se la vedrà contro il taiwanese Lu Yen-Hsun.

Vittoria sofferta e faticosa quella di Lu Yen-Hsun ottenuta il qualificato croato Pate Pavic (classe 1993, numero 515 del mondo). La partita è stata quasi una maratona è durata due ore e quarantaquattro minuti e si è risolta in tutti e tre i set al tie break. Il primo set è stato chiuso 7-2 da Lu, mentre il tie break nel secondo è stato una battaglia chiusa 13-11 da Pavic. Il terzo e decisivo tie break il numero 48 del mondo se l’è aggiudicato 7-5. Vittoria senza patemi, invece, quella dell’americano Steve Johnson, al suo debutto al Gerry Weber Open, contro il lucky loser Albano Olivetti, francese classe 1991. Johnson ha chiuso in un’ora di gioco con il punteggio di 6-4 6-2 (break nel primo set nel settimo gioco, doppio break nel terzo e nel quinto per chiudere il secondo set).

Ci ha messo più del previsto, invece, Teymur Gabashvili ad avere la meglio del qualificato Illya Marchenko. Gabashvili è uscito vincitore dopo una sfida durata due ore e quaranta minuti e lo ha fatto dopo aver perso il primo set al tie break: 6-7 6-4 7-6 il punteggio finale. Finito 11-9 per l’ucraino, fondamentale è stato nel secondo set il break che il russo è riuscito a piazzare nel settimo gioco, poi chiuso 6-4. Nel terzo set, invece, dopo essere andato sotto 2-0, Gabashvili nel settimo gioco è riuscito a recuperare il break portandosi 4-3, e dopo aver fallito due palle del secondo break sul 5-5 ha chiuso l’incontro 7-4 nel tie break. Al secondo turno sarà Gabashvili contro Johnson.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI. 

 


Nessun Commento per “HALLE. FUORI GASQUET E YOUZHNY, OK HAASE E KARLOVIC”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.