HENMAN AMMIRA FEDERER

L'ex tennista britannico vede aperte le possibilità di Federer di tornare numero 1 del mondo, battendo il record di Sampras. Tim ha anche ammesso di ammirare lo svizzero per il suo stile di gioco
mercoledì, 14 Dicembre 2011

L’ex tennista britannico Tim Henman, sei volte semifinalista nelle prove del Grande Slam, ha affermato come ci sia una concreta possibilità di rivedere Roger Federer in vetta al ranking Atp. L’inglese, quattro volte semifinalista ai Championships, pensa quindi che Re Roger possa abbattere il record di Pete Sampras, che è rimasto in testa alla classifica Atp per ben 286 settimane, appena una in più dello svizzero, fermo a quota 285.

“Penso che con un ranking molto movimentato, sarà interessante vedere se Federer potrà tornare numero 1. – ha affermato Tim, che ha poi aggiunto – E’ così vicino al record di Sampras come numero di settimane in vetta al ranking Atp. Io so che Federer vorrebbe veramente battere quel primato, quindi penso sia possibile. Penso che vincerà altri Slam. Se le condizioni lo favoriscono, Roger al 100% è ancora superiore a tutti gli altri.”

Parole molto chiare quelle dell’inglese, convinto quindi che questo finale di stagione, dominato dallo svizzero, sia un segnale per tutti i rivali. Federer ha indubbiamente dimostrato di potersela giocare ancora con tutti, e che quando è in forma, probabilmente è ancora lui il numero 1.

Il britannico ha poi sottolineato la sua ammirazione nei confronti del campione svizzero: “Il momento più bello del 2011, è stato il trionfo di Federer alle Atp World Tour Finals. Sono sempre stato un fan di Federer, perché amo il modo in cui gioca.”

Per un attaccante come Henman, è più che legittimo ammirare un giocatore che esprime un tennis versatile, come Federer. Probabilmente, Tim, avesse potuto contare su un servizio efficace come quello dell’elvetico, un’edizione dei Championships l’avrebbe vinta.

Tornando al tema principale, non è certamente un’utopia pensare ad un ritorno di Roger in vetta alle classifiche. Lo svizzero ha avuto un finale di stagione incredibile, in cui ha messo a segno la tripletta Basilea-Parigi Bercy-Londra, con cui è tornato al n.3, scavalcando Andy Murray, che l’aveva a sua volta sopravanzato dopo il successo nel Masters 1000 di Shanghai. Certo, Federer era abituato a tris di successi ben più prestigiosi (per tre volte si è imposto nello stesso anno in tre delle quattro prove dello Slam), ma il livello di tennis espresso nel finale del 2011, non è lontano da quello dei migliori tempi. Senza dimenticare lo strepitoso Roland Garros giocato, in cui ha concluso la serie positiva di 43 vittorie consecutive di Novak Djokovic in semifinale, per poi giocarsela alla pari per tre set con Rafael Nadal nell’atto conclusivo, prima di arrendersi nel quarto parziale.

Ciò che resta da capire, è quale possa essere il rendimento di Federer quando si ritroverà dall’altra parte della rete un Djokovic al 100%, o un Nadal in ottime condizioni. In questa stagione, il problema principale è stato quello della tenuta fisica e mentale nelle partite 3 set su 5. Sia a Wimbledon, che agli U.S. Open, lo svizzero stava giocando benissimo, ed è andato avanti per 2 set a 0 contro Jo-Wilfried Tsonga ai Championships, e contro Djokovic a New York, prima di essere rimontato in entrambi i casi.

La speranza è che nella prossima stagione, l’elvetico possa risolvere questi problemi, e tornare a vincere negli appuntamenti veramente importanti della stagione. Poi potrà pensare ai record…


1 Commento per “HENMAN AMMIRA FEDERER”


  1. miley 4ever ha detto:

    sei il migliore Roger!!


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.