HENMAN RE DI LONDRA (FINALMENTE)

Tim Henman ha passato una vita ad inseguire il titolo di Wimbledon, o almeno del Queen's. A carriera terminata giunge un successo a Londra in un torneo per veterani
domenica, 4 Dicembre 2011

Mai dire mai. Un po’ beffardo, il motto lanciato da James Bond, personaggio inglese per antonomasia, risuona oggi nelle orecchie di Tim Henman che, a 37 anni, può festeggiare per la prima volta in carriera un successo a Londra. Nativo di Oxford, Tim è stato l’incarnazione più esemplare dell’Inghilterra sui campi da tennis negli ultimi decenni, ma la sua buona carriera è stata spesso dominata dall’eterna speranza delusa dell’exploit a Wimbledon.

Anno dopo anno, Tim vedeva sfumare le sue chance, raggiungendo quattro semifinali soprattutto nell’era di Pete Sampras, tre anni più anziano del nostro protagonista. Nasceva la Henman Hill, ma non poteva mai festeggiare un trionfo storico. L’ultimo Wimbledon di Henman è stato nel 2007 e si è concluso con un modesto secondo turno e con un passaggio di consegne ad Andy Murray, nuovo alfiere del tennis britannico.

Non avendo mai vinto neanche al Queen’s (tre finali per lui), Tim ha lasciato il tennis professionistico senza alcun titolo conquistato nella capitale britannica. E così il successo ottenuto oggi alla Royal Albert Hall vale più di un semplice torneo del circuito “AEGON Masters Tennis” o di un’affermazione per 6-3 7-6 su Tomas Enqvist.

Il primo successo a Londra significa sempre qualcosa per un figlio di Oxford, anche se probabilmente non fa altro che rinnovare la malinconia per avere sempre mancato il titolo più importante. Ma ormai non per i titoli “maggiori” non c’è più niente da fare, e di questo bisogna accontentarsi, consapevoli di avere anche approfittato dell’assenza, tra gli altri, di Pete Sampras.

Per omaggiare Tim proponiamo un breve filmato in cui il giocatore inglese mette in difficoltà il sette volte campione di Wimbledon proprio nel giardino di casa


Nessun Commento per “HENMAN RE DI LONDRA (FINALMENTE)”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • ANDY RODDICK DIVENTA SOCIO ONORARIO DI WIMBLEDON Andy Roddick e Wimbledon prove di amore dopo quelle tre finali perse. Henman lo nomina socio onorario: "Chi vince il torneo lo diventa in automatico ma Wimbledon per Andy ha un sapore speciale".
  • TIM HENMAN CARICA ANDY MURRAY: “HA POSSIBILITA’ DI VINCERE” Andy Murray ritorna sui prati di casa per allenarsi in via del torneo di Wimbledon. TIn Henman crede nello scozzese, secondo lui nel pieno della carriera. Sempre più evidente il pancione […]
  • AUGURI TIM HENMAN, IL BRITANNICO GENTILUOMO Oggi compie gli anni Tim "Timbladon" Henman, il cittadino di Oxford che non riuscì mai a vincere Wimbledon ma che restò sempre nel cuore del popolo inglese per la sua bravura e il suo charme
  • TIM HENMAN: “MURRAY PUO’ DIVENTARE IL NUMERO UNO” Timbledon, cinque volte semifinalista ai Championships, vede Andy Murray in vetta al ranking in futuro. "Può diventare numero uno già l'anno prossimo, tra Indian Wells e Miami difende […]
  • PILLOLE LONDINESI – DAY 4 Curiosità e statistiche sulla quarta giornata dei Championships 2012. Dall'impresa di Rosol alla risposta della Sharapova, passando per il pessimo tie-break di Kateryna Bondarenko, il […]
  • TIM HENMAN: “L’ERBA DI WIMBLEDON È PERFETTA” Dopo le cadute e le polemiche dello scorso anno, l’ex campione britannico difende la superficie a lui più cara. Niente scuse o accuse, gli standard sono identici agli anni passati: parola […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.