CLAMOROSO HOGG: “ATP FINALS FORSE NON PIU’ A LONDRA”

Imprevisti scenari futuri circa la sede delle prossime Atp Finals

Tennis. Dopo anni di successi e pubblico pieno la sede delle Atp Finals, la medesima dal 2009, potrebbe cambiare. Molto si saprà nelle prossime settimane, con numerose nuove città che si sono candidate per ospitare lo straordinario evento di fine anno, che raccoglie i migliori tennisti della stagione, in singolo e doppio.

Abbiamo registrato un interesse di circa 40 città in tutto il mondo. Non vogliamo vantarci, ma penso che abbiamo ottenuto un enorme successo da questo evento a Londra. Nel 2009, con il trasferimento definitivo a Londra, abbiamo rischiato molto, ma ora stiamo raccogliendo tutti i frutti. Questo è l’unico evento che gestiamo e controlliamo, perciò pensiamo a come renderlo ancora migliore e più coinvolgente per gli spettatori. La valutazione dei vari progetti continuerà a tempo debito, ma questo non significa che lasceremo Londra. Alla O2 Arena l’evento ha sempre riscontrato un grande successo”, ha affermato Hogg.

Egli ha poi parlato di quelle che potranno essere le future stelle delle Atp Finals, se capaci e all’altezza di sostituire i protagonisti dell’ultimo decennio, come Federer, Murray, Djokovic e Nadal.

Sarà sicuramente diverso. Ma detto questo, trenta anni fa avremmo potuto dire la stessa cosa pensando a John McEnroeBjorn BorgJimmy ConnorsPete Sampras e Andre AgassiPenso però che siamo fortunati ad avere una nuova generazione composta da Alexander ZverevStefanos Tsitsipas o Karen Khachanov. Ovviamente, campioni come Roger e Rafa lasceranno un grande vuoto dietro di loro. Ma sono sicuro che Tsitsipas e Zverev possano diventare le nuove superstar dei fan. Il nostro compito è garantire che i nuovi giocatori siano visti dalle persone quando arrivano sul grande palco. Ci sono molti talenti provenienti da tutto il mondo e questo non può che essere un bene per lo sport”.


Nessun Commento per “CLAMOROSO HOGG: "ATP FINALS FORSE NON PIU' A LONDRA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.