HURKACZ: “HO DOVUTO FARE QUALCOSA DI SPECIALE CONTRO SINNER”

Il neo vincitore del Miami Open ha ammesso di aver avuto bisogno di qualcosa di speciale per battere Sinner
martedì, 6 Aprile 2021

Tennis. Il Miami Open ha incoronato meritatamente Hubert Hurkacz, capace di battere avversari molto più quotati in Florida e di mettere in bacheca il suo primo titolo in un Masters 1000.

A farne le spese è stato il nostro Jannik Sinner, autore comunque di un buonissimo torneo a 19 anni e mezzo.

“Sono veramente felice per aver vinto quello che finora è il titolo più importante della mia carriera, è un momento speciale. Ho giocato il mio miglior tennis di sempre o giù di lì.

Sono stato solido per tutto il torneo, e ogni volta che passavo un turno mi sentivo ancora più carico per quello successivo” – ha dichiarato il polacco in conferenza stampa.

“Si è trattato di un match molto duro. Per battere Jannik devi fare qualcosa di speciale, è un giocatore fantastico e anche una persona fantastica, avrà un grande futuro.

Ho cercato di essere il più solido possibile perché lui ha colpi pesantissimi, e se glielo lasci fare lui prende il controllo; ho dovuto mischiare le carte in un paio di occasioni e cambiare ritmo per arginare la potenza dei suoi colpi a rimbalzo.

Lui è in grado di buttarti fuori dal campo, e quindi ho cercato di far sì che non succedesse rimanendo aggressivo e lottando su ogni palla” – ha aggiunto.

A Miami abbiamo avuto un assaggio di circuito senza i Big 3: “Senza i Big Three nel torneo, tutti noi della Next Gen abbiamo provato a dare il nostro meglio e di competere al limite delle nostre possibilità – spero che gli spettatori si siano divertiti e che abbiano apprezzato.

Jannik in questo senso è un grande giocatore e competitor, la sua presenza è un bene per questo sport.

Ovviamente non sta a me giudicare il nostro livello, spero solo che le persone si siano divertite a guardarci e sostenerci qui a Miami”.


Nessun Commento per “HURKACZ: "HO DOVUTO FARE QUALCOSA DI SPECIALE CONTRO SINNER"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.