BARCELLONA CHIAMA ITALIA

Roberta Vinci difende il titolo nella capitale catalana, dove l'Italia trionfa da un triennio. A Copenhagen, Wozniacki a caccia del tris
lunedì, 9 Aprile 2012

Lasciata la terra verde americana di Charleston, il circuito WTA si sposta in Europa per due appuntamenti International con montepremi di 220 mila dollari. Si giocherà a Barcellona (sulla terra rossa) e a Copenhagen (cemento indoor).

BARCELLONA

Ieri – Sesta edizione del “Ladies Open” che si disputa sui campi del complesso olimpico di Val d’Hebron, dove nel 1992 si svolse il torneo olimpico. Roberta Vinci è l’indiscussa primattrice dell’albo d’oro, con tre finali consecutive negli ultimi tre anni, di cui due vinte. Derby tutto italiano nel 2010, con Schiavone che ha prevalso sulla stessa Vinci. Le giocatrici locali si sono distinte in doppio (vincendo le prime tre edizioni) ma in singolare hanno fatto registrare una sola finalista (Maria Josè Martinez Sanchez, battuta dalla Kirilenko nel 2008).

Oggi – Ci sono quattro azzurre tra le otto teste di serie: Schiavone (1), Vinci (4), Pennetta (5) ed Errani (7). Le altre sono la tedesca Julia Goerges (2), la slovacca Dominika Cibulkova (3), la ceca Petra Cetkovska (6) e la slovena Polona Hercog (8).

Domani – Potrebbe essere la volta buona per le iberiche. Pur non avendo nessuna giocatrice tra le prime otto, promettono bene sia la giovane Arruabarrena Vecino (avversaria della Pennetta al debutto) che Carla Suarez Navarro (che invece esordirà contro una qualificata). Per la Schiavone esordio contro la Govortsova e in caso di successo la vincente della sfida tra Pous-Tio e Strycova; la Vinci, campionessa uscente, avrà la francese Johansson al primo turno ed eventualmente chi vincerà il match tra la rumena Halep e la giovane statunitense Sloane Stephens. Quest’ultima sembra pronta per un exploit importante. Infine, Sara Errani avrà subito un compito non facile con la rumena Begu e, nel secondo turno, troverebbe la russa Bratchikova o una qualificata.

COPENHAGEN

Ieri – Si gioca per il terzo anno consecutivo alla Farum Arena, edificata nel 2000 per ospitare concerti, conferenze e partite di pallamano (che in Danimarca è sport nazionale). Poi, con l’avvento di Caroline Wozniacki e la collaborazione dello sponsor e-Boks, le porte si sono aperte anche al tennis. E l’ex numero 1 del mondo non ha deluso le aspettative, aggiudicandosi le prime due edizioni, che hanno trovato collocazione nel calendario in periodi diversi della stagione (nel 2010 si giocò in agosto, nel 2011 in giugno). Anche quest’anno quindi la data è stata spostata. Nelle due finali giocate, la “sirenetta” di Copenhagen (in realtà nata a Odense) ha sempre sconfitto una giocatrice della Repubblica Ceca (Zakopalova e Safarova).

Oggi – Nonostante le quotazioni in ribasso, la Wozniacki è comunque la prima testa di serie a Copenhagen, seguita dalla tedesca Kerber, dalla serba Jankovic, dalla rumena Niculescu, dall’estone Kaia Kanepi, dall’altra tedesca Barthel, dalla kazaka Pervak e infine dalla svedese Arvidsson.

Domani – Interessante appendice sul duro, prima dell’abbuffata di terra rossa che porterà al Roland Garros, il torneo danese presenta un entry-list di un certo rilievo. Le principali avversarie della Wozniacki saranno le tedesche Kerber, già vincitrice a Parigi indoor, e Barthel, che ha vinto a Hobart partendo dalle qualificazioni ed è stata una delle poche giocatrici in grado quest’anno di fare paura all’Azarenka (primo turno a Indian Wells). L’Italia sarà rappresentata da Alberta Brianti, che debutterà con la tedesca Barrois e troverà, in caso di vittoria, proprio la Barthel o la svedese Larsson. Curiosità anche per le giovani Robson, Babos e Putintseva.

WTA BARCELLONA – ALBO D’ORO

2007  M.Shaughnessy-E.Gallovits  63 62    Llagostera-Parra

2008  M.Kirilenko-M.J.Martinez S.  60 62 Dominguez Lino-Parra

2009  R.Vinci-M.Kirilenko  60 64    Llagostera-Martinez S.

2010  F.Schiavone-R.Vinci  61 61    Errani-Vinci

2011  R.Vinci-L.Hradecka  46 62 62    Benesova-Strycova

WTA COPENHAGEN – ALBO D’ORO

2010  C.Wozniacki-K.Zakopalova  62 76    Goerges-Groenefeld

2011  C.Wozniacki-L.Safarova  61 64    Larsson-Woehr


Nessun Commento per “BARCELLONA CHIAMA ITALIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • GRANDE HALEP, VINCI ANNICHILITA TENNIS - A ’s-Hertogenbosch Simona Halep si conferma avversaria indigesta per la nostra Roberta Vinci, sconfitta con un perentorio 6-0, 6-1 in 58 minuti di gioco. Avanzano Flipkens e […]
  • SARITA DI SPAGNA Splendido trionfo di Sara Errani, che abbatte 62 62 la Cibulkova e fa suo il WTA di Barcellona. 4° titolo della carriera, e poco dopo arriva anche il bis nel doppio, vincendo con la Vinci […]
  • FED CUP: PRIMA FRANCESCA, POI SARA Sarà la nostra Schiavone ad aprire la semifinale di Fed Cup tra Italia e Repubblica Ceca al via domani ad Ostrava. A seguire "Sarita" Errani affronterà la n.1 ceka Petra Kvitova
  • VINCI IN RIMONTA, SCHIAVONE KO Nel WTA di Indian Wells, Roberta Vinci resta l'unica italiana superando dopo una lunga battaglia Dominika Cibulkova per 6-7 6-0 6-4. L'ormai famoso virus intestinale colpisce anche […]
  • PREVIEW: REP.CECA-ITALIA A due giorni dalla sfida, presentiamo la semifinale di Federation Cup che vede le azzurre impegnate nella difficile trasferta di Ostrava. Analizziamo il confronto passando le due nazionali ai raggi x
  • CLASSIFICA WTA, SERENA SEMPRE IN VETTA, BOUCHARD NELLA TOP 50 TENNIS - Top 10 immutata, stabili le prime 3 azzurre (Errani, Vinci e Pennetta). Scendono Knapp, Schiavone e Giorgi. Fa il suo ingresso nella top 50 Eugenie Bouchard, salgono Safarova, […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.