IL WEEK END DEI PLAY-OFFS DI LUSSO

TENNIS - Nadal e compagni vogliono rimanere nel World Group, ma c'è l'Ucraina. La Gran Bretagna di Murray attesa dalla grana Croazia. Australia- Polonia per gli appassionati del vintage anche se manca Janowicz. il Brasile cerca gloria in Germania
giovedì, 12 Settembre 2013

Tennis. Alla fine di questo weekend di Coppa Davis scopriremo anche quali team avranno l’opportunità di restare nel World Group e giocarsi il primo turno nella prossima edizione e quali invece saranno costretti a retrocedere nel Gruppo I. Tanti i match in programma, molti quelli degni di nota. Andiamo a fare una panoramica per capire cosa ci aspetta nel prossimo fine settimana.

Spagna vs Ucraina. Tutto pronto alla Caja Magica di Madrid dove, a partire da domani, i ragazzi di Alex Corretja sfideranno la nazionale ucraina per un posto nel World Group del prossimo anno. Le furie rosse partono nettamente favorite: giocano in casa sull’amata terra rossa e potranno avvalersi dei servigi di un Rafael Nadal, tornato in nazionale dopo la finale vinta con l’Argentina nel 2011, in forma smagliante che durante l’estate americana ha vinto tutto. Il capitano iberico ha premiato anche il quartista degli Us Open Tommy Robredo, che si cimenterà nel doppio, con una convocazione. Completano l’organico Fernando Verdasco ed il numero 8 della classifica di doppio Marc Lopez. Escluso quest’ultimo tutti gli atleti del team spagnolo godono di una classifica migliore del numero uno ucraino Alexandr Dolgopolov (# 40). Sarà della partita anche il federicida di Wimbledon Sergiy Stakhovsky. Completano la squadra agli ordini di Mikhail Filima Denys Molchanov ed il giovanissimo Vladyslav Manafov. La Spagna negli ultimi 17 anni ha partecipato a soli 4 play-off. Quest’anno è stata buttata fuori al primo turno dalla formazione canadese che in contemporanea si giocherà l’accesso alla finale contro la Serbia. Il team ucraino è giunto al suo secondo play-off dopo quello perso nel 2009 contro il Belgio. Decisiva la vittoria nel secondo round del Gruppo I ai danni della Svezia. Sarà Davide contro Golia? Dolgopolov e compagni sono coscienti della gravità dell’impegno ma sono decisi allo stesso modo a giocarsi tutte le loro carte.

Croazia vs Gran Bretagna. Il team britannico si gioca tutto in terra croata per ritrovare finalmente il World Group da cui manca da ben cinque anni. Presso lo Stella Maris Stadion di Umago si esibiranno i ragazzi capitanati da Leon Smith con in testa il numero 3 del mondo, recente vincitore di Wimbledon, Andy Murray. Il team è reduce da una vittoria mozzafiato avvenuta in rimonta partendo da un passivo di 0-2 (non avveniva dal 1930) contro la Russia. Oltre alla punta di diamante Murray quest’anno il team d’oltremanica potrà contare anche su di un secondo singolarista alquanto affidabile, quel Daniel Evans che, partendo dalle qualificazioni, ha messo in fila tennisti del calibro di Kei Nishikori e Bernard Tomic nei primi due turni dello US Open. A completare l’organico, in quello che sulla carta appare un impegno tutto sommato abbordabile, ci saranno James Word e Colin Fleming. I padroni di casa capitanati da Zeljko Krajan, relegati ai play-off dopo la fantastica vittoria dell’Italia al primo turno, potranno contare sulle prestazioni di Ivan Dodig, numero 35 del mondo ed unico Top 100 a disposizione. Dodig sarà accompagnato da Antonio Veic e Mate Pavic. Quarto convocato il giovanissimo Borna Coric, classe 1996, che da poco ha conquistato il titolo Us Open Junior. Basterà contro l’armata di sua maestà? I britannici non vantano una tradizione favorevolissima nei play-off avendone vinti solo 8 dei 18 giocati, l’ultimo di questi ha avuto luogo nel 2007 e vide gli inglesi andare a fondo proprio contro la Croazia impostasi per 4 a 1.

Germania vs Brasile. Scontro diretto numero 6 tra la nazionale tedesca e la compagine brasiliana che si appresta ad affrontare la trasferta presso la città di Ulm. La Ratiopharm Arena fungerà da cornice di questo incontro di play-off tra due team eliminati al primo turno del World Group. La Germania ha beccato un sonoro 5-0 dall’Argentina al Parque Roca, mentre i brasiliani sono stati battuti di misura dal team statunitense. I teutonici sperano che stavolta il fattore campo possa favorirli. Il capitano Cartsen Arriens si avvarrà delle prestazioni del più alto in grado Philipp Kohlschreiber accoppiato al secondo singolarista Florian Mayer. Completeranno il quartetto Daniel Brands ed il doppista Martin Emmrich. Gli atleti sudamericani non godono, a parte il doppista Bruno Soares numero 4 del ranking, di uno stato di forma smagliante. Thomaz Bellucci, quella che dovrebbe essere la punta di diamante del team, quest’anno è scivolato inesorabilmente fuori dalla Top 100, affianco a lui troveremo Rogerio Dutra Silva e Marcelo Melo. Sebbene la Germania sia in vantaggio negli scontri diretti, 3-2, è stato il Brasile a far suo l’ultimo incrocio avvenuto nel 1992 a Rio quando si impose 3-1 nel primo turno del World Group. Prima della vittoria dello scorso anno sulla Russia per 5-0 il team sudamericano godeva di una pessima tradizione ai play-off avendone persi ben sette su sette.

Polonia vs Australia. Un incontro che sulla carta si presentava davvero all’insegna dell’equilibrio ha preso improvvisamente una piega più che favorevole per una delle controparti. La sfida tra Polonia ed Australia prometteva, e promette tutt’ora, scintille e spettacolo, ma ha perso un pezzo importante per strada dato che Jerzy Janowicz, il numero uno polacco, ha dovuto dare forfait a causa del solito infortunio alla spalla. Il giovane Top 15 ha lasciato dunque il posto a Michal Przysiezny, ma soprattutto ha aperto un inaspettato spiraglio alle speranze australiane. Il capitano Patrick Rafter ha messo tutto nelle mani di un ritrovato Lleyton Hewitt che ha stupito tutti agli ultimi Us Open. L’ex numero uno del mondo infatti giocherà ben tre tie (i due di singolare più il doppio in coppia con Chris Guccione) per riportare finalmente il suo team nel World Group per la prima volta in sei anni. Insieme a lui ci saranno Bernard Tomic ed il giovanissimo Nick Kyrgios. La compagine polacca padrona di casa agli ordini di Radoslaw Szymanik dovrà fare affidamento sull’esperienza di Lukasz Kubot (un solo acuto quest’anno con i quarti di Wimbledon) e della collaudatissima coppia formata da Marcin Matkovski e Mariusz Fyrstenberg. Proprio il doppio potrebbe essere il tie decisivo dell’intero confronto. Appuntamento a Varsavia presso la Torwar Hall.

Svizzera vs Ecuador. Sorteggio clemente per la nazionale svizzera che pesca il poco pretenzioso team dell’Ecuador con cui si giocherà la permanenza nel World Group. Si tratta del primo confronto tra queste due nazionali ed avrà luogo presso il Patinoire du Littoral di Neuchatel. Gli elvetici si trovano a giocarsi le proprie possibilità al play-off dopo la sconfitta di misura patita per mano dei campioni in carica della Cechia al primo turno. Il capitano Severin Luthi potrà contare sull’apporto di uno Stanislas Wawrinka in grande spolvero e caricato a pallettoni dopo la fantastica semifinale raggiunta allo Us Open e, complessivamente, dopo un anno da ricordare. Il suo partner, sia in singolare che nel doppio, sarà Marco Chiudinelli che ha da poco compiuto 32 anni e spera di festeggiare nel migliore dei modi. A fare da contorno e supporto ci saranno Henri Laaksonen e Michael Lammer. L’Ecuador ha staccato il suo biglietto per i play-off battendo al fotofinish il Cile nel quinto rubber. Capitano è Raul Viver ed i convocati per la trasferta svizzera sono Julio-Cesar Campozano, Emilio Gomez, Roberto Quiroz e Gonzalo Escobar. Il team sudamericano cercherà di rientrare nel World Group dopo la toccata e fuga del 2010.

Olanda vs Austria. Non si incontravano dal lontano 1928 quando l’Olanda fece suo il match valido per i quarti di finale. Al MartiniPlaza di Groningen va in scena il secondo confronto diretto tra il team dei Paesi Bassi e l’Austria. I padroni di casa tenteranno di rientrare nel gruppo che conta dopo un’assenza di quattro anni e lo faranno affidandosi al loro numero uno Robin Haase. Ad accompagnarlo ci saranno Jesse Huta-Galung, Thiemo De Bakker e lo specialista di doppio Jean-Julien Rojer. Il team austriaco dopo aver perso malamente dalla nazionale kazaka al primo turno tenterà in tutti i modi di rimanere nel World Group. Jurgen Melzer ed Andreas Haider-Maurer saranno della partita insieme con il doppista Olivier Marach. Per qualsiasi evenienza ci sarà Julian Knowle.

Belgio vs Israele. Alla Lotto Arena di Antwerp non ci sarà David Goffin assente per infortunio, dunque spazio al reintegro di Steve Darcis anche lui rientrante dopo noie fisiche. Il Belgio è stato relegato ai play-off dopo la sconfitta subita per mano della Serbia al primo turno e dovrà giocarsi la permanenza nel World Group contro l’ostica Israele. Nel singolare spazio a Ruben Bemelmans ed allo stesso Darcis che dovrà mettere in campo tutto il suo estro che gli ha permesso già di battere Rafael Nadal a Wimbledon quest’anno. Darcis sarà impegnato anche nel doppio in coppia con Olivier Rochus. Outsider sarà Germain Gigounon. Israele farà appello all’unico Top 100 in squadra, Dudi Sela che prenderà parte al singolare insieme a Amir Weintrub mentre nel doppio tutto è nelle mani di Andy Ram e Jonathan Elrich. Le due compagini vantano una parità perfetta nei precedenti scontri diretti (2 pari), si tratta però del primo incrocio indoor.

Giappone vs Colombia. Tutto nelle sapienti mani di Kei Nishikori e Go Soeda. Dopo la vittoria con la Korea di Aprile il team del Sol Levante si gioca l’accesso al World Group contro la Colombia vincente per 5 a 0 sull’Uruguay. Saranno dunque i top ranked del team ad alternarsi tra singolare doppio e cercare di strappare questa importante vittoria in casa. A fare da cornice a questa sfida sarà infatti l’Ariake Coliseum di Tokyo. Il tram sudamericano si affiderà dal canto suo a Santiago Giraldo e Alejandro Falla nel singolare ed alla coppia Robert Farah/Juan-Sebastian Cabal nel doppio.


Nessun Commento per “IL WEEK END DEI PLAY-OFFS DI LUSSO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • COPPA DAVIS, NON SOLO KAZAKISTAN – ITALIA Nel weekend di Coppa Davis scendono in campo tutti gli incontri di ottavi di finale. Tra incroci infuocati e assenze eccellenti, ecco la presentazione di tutti i match del primo turno […]
  • L’ITALIA ANDRÀ IN KAZAKISTAN Coppa Davis: la nazionale capitanata da Barazzutti è stata abbinata al Kazakhstan negli ottavi di finale del World Group della Coppa Davis 2015. Il sorteggio regala il fattore campo ai kazaki.
  • GROUP ONE, CHE RIMONTA PER LA GRAN BRETAGNA TENNIS – Negli incontri che assegnavano i posti per i play off per il World Group 2014, grandissima impresa dei sudditi di Sua Maestà, che recuperano uno svantaggio di 0-2 contro la […]
  • DAVIS: SPRINT NOLE, ANDY E FRANCIA Mentre l'Italia si fa stoppare dal Kazakistan, sono la Serbia di Djokovic e la Gran Bretagna di Murray a rubare la scena. Ottima prova di Monfils e Simon, che spingono i transalpini sul […]
  • DERBY E INCROCI PERICOLOSI, E’ LA DAVIS 2015 Da Serbia-Croazia a Germania-Francia. Da Gran Bretagna-Stati Uniti ad Argentina-Brasile passando per l'eventuale Cina-Taipei. Quante sfide dal gusto particolare nella Coppa del prossimo anno!
  • DAVIS CUP, LE CONVOCAZIONI DEL WORLD GROUP Dopo le convocazioni di Argentina-Italia, ecco i protagonisti delle altre sette sfide del World Group. Serbia senza Djokovic, Svizzera senza Federer, Spagna senza Nadal e Ferrer.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.