IN CENTO, GIOVANI E FORTI PER IL TITOLO UNDER 14

Saranno oltre 100, tutti classe 1998, i candidati al titolo di campione italiano under 14. Tra i nomi da tenere d’occhio: Moroni, Bedolo, Sorrentino e Schold

Tennis – Pisa. Sarà il Tennis Club Santa Croce sull’Arno a tenere a battesimo, dal 4 all’8 settembre 2012, quello che si appresta a diventare un evento storico per la Provincia di Pisa: le finali dei Campionati Italiani individuali under 14 maschili Trofeo “Federico Luzzi”.

Saranno oltre 100, tutti classe 1998, i candidati quest’anno al titolo di campione italiano under 14 (32 impegnati nelle qualificazioni del 2-3 settembre e 64 quelli nel tabellone principale, di scena a partire da martedì 4 settembre).

La stella della manifestazione è sicuramente il romano Gian Marco Moroni, giovane promessa del Tc Parioli Roma, giocatore allenato da Roberto Meneschincheri e Vittorio Magnelli, che ha nel dritto micidiale e nel tennis aggressivo i suoi punti di forza. Vincitore del Lemon Bowl 2012 e del “XIX Taça Internacional Maia Jovem 2012”  del Portogallo, Moroni è stato anche finalista della Stanley Cup di Roma e della “BNP Paribas Cup” di Parigi, torneo di Grade 1 ETA. Risultati che gli hanno permesso di posizionarsi tra i primi top 20 under 14 a livello internazionale, nonostante un recente e brutto infortunio agli addominali.

Tra gli altri prospetti più interessanti da osservare ci sono due giovani promesse tennistiche di classifica 3.2. Si tratta del veneto Mattia Bedolo, figlio del maestro Umberto Bedolo ed allenato dal tecnico Maurizio Lazzaroni, che quest’anno si è ben messo in luce nei tornei internazionali ETA under 14, raggiungendo la finale a Malta e i quarti nei difficile Grade 1 di Rungsted Kyst, in Danimarca. Meno tecnico di Bedolo, ma potente fisicamente, è lo spezzino Luigi Sorrentino, tesserato per il Park Tennis Genova, e campione regionale di categoria.

La Toscana affiderà le proprie speranze a quel Tommaso Schold, nativo di Livorno sta conquistando grandi risultati. Dotato di versatilità di colpi e pregevole mobilità, Schold si è laureato lo scorso luglio campione toscano sui campi del Tennis Libertas Livorno battendo in finale l’aretino Filippo Fratini tesserato per il CT Giotto ed altro candidato al titolo nazionale.

“A mio avviso, oltre a Maroni, possono lottare per il titolo anche Filippo Mora della Polisporyiva Curno Bergamo ed Enrico Della Valle del CT “Dario Zavaglia” Ravenna – afferma il tecnico federale Giovanni Paolisso, che con i colleghi Infantino e Palumbo seguirà da vicino le giovani promesse per tutta la settimana del torneo – Ritengo altresì che saranno Campionati equilibratissimi e di altissimo livello, con possibili outsiders. Come Federtennis monitoreremo con la massima attenzione questi ragazzi che si apprestano ad entrare stabilmente nel giro del Centro Tecnico di Tirrenia”.

Tra gli altri giovani tennisti toscani impegnati nella competizione segnaliamo anche Filippo Miliani del Tc Prato, Tommaso Dinelli della Coop Livorno, e ancora Bernanrdo Brogi del Tc Poggibonsi. Partiranno dalle qualificazioni due esponenti del Giotto Arezzo: Andrea Pecorella e Edoardo Paolelli.

Giudice arbitro della manifestazione sarà Stefano Leorin, direttore del torneo Francesco Maffei. Oltre al torneo di singolare, è previsto anche quello di doppio.  L’ingresso al Tc Santa Croce è libero per tutta la durata dell’evento.


Nessun Commento per “IN CENTO, GIOVANI E FORTI PER IL TITOLO UNDER 14”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di mAGGIO 2019

  • Serena vede "rosso". Al Foro Italico si è ritirata inaspettatamente per un risentimento al ginocchio, ma "Little Sister" non si arrende e ora punta diritta verso il Roland Garros.
  • Federer torna sulla terra. Anche Roma è rientrata nella programmazione di "King Roger" in vista del French Open. A seguito della sua partecipazione, la Fit ha addirittura aumentato il prezzo dei biglietti!
  • Sinner scatenato. Partito dalle qualificazioni, il 17enne altoatesino ha infuocato gli Internazionali d'Italia! Scoprite la sua storia nell'ultimo numero di Tennis Oggi.