IL RITORNO DI VOLANDRI, IL FORO ITALICO ESULTA

Il primo sussulto del Foro Italico per un italiano viene da Volandri, che sconfigge Stepanek e, dopo due anni, torna nel main draw
domenica, 8 Maggio 2016

TENNIS – Boato, applausi, persino le note di “‘o surdato ‘nnamurato”. «Non c’è lo stesso pubblico visto all’allenamento di Federer», maligna qualcuno, ma la festa di Filippo Volandri non è certo rovinata. Sulla calda terra romana vince 1-6, 6-3, 6-3 in un’ora e 40 minuti nel derby degli “evergreen” contro il ceco Radek Stepanek e, dopo due anni di assenza, torna nel tabellone principale degli Internazionali Bnl d’Italia, dove giocherà contro David Ferrer.

Sì, sono “soltanto” qualificazioni, ma quel Centrale che impazzisce per “Filo”, che lo incita e lo osanna, che partecipa e infine esulta, fa ricordare tante belle emozioni vissute in passato. No, non stiamo paragonando il match di oggi al trionfo su Federer di nove (n-o-v-e) anni fa. Sensazioni diverse, momenti diversi, eppure il cuore è lo stesso. E oggi Volandri di cuore ne ha usato abbastanza.

Complicandosi però anche la vita, in quel primo set che va via in un amen, troppo veloce, troppo brusco l’1-6 del quadrato Stepanek. Raccapricciante invece il servizio del livornese in apertura: la prima di servizio una chimera, il ceco che alla risposta passeggia, sopperendo anche a una resa non brillante dalla riga di battuta. Tre break e primo set tutto di marca Stepanek.

Filippo Volandri, 35 anni a settembre, è lì. A sorpresa, ma è lì. Reagisce, è un altro giocatore; breaka sul secondo turno di servizio e vola 6-3, portando la sfida al set decisivo.

Drammatico il terzo set. Filo ha più birra, Stepanek talvolta ciondola. Eppure si tiene a galla con una palla corta non proprio subdola eppure efficace. Volandri si porta 4-0 e lì pecca di presunzione. Sul 15-30 servizio Stepanek prova un rovescio assurdo spalle alla rete e sbaglia; l’avversario tiene la battuta e da lì risale fino a 4-3, nonostante al cambio campo del 4-1 abbia anche dovuto chiamare un medical time out. L’italiano fa 5-3 e, con il buon vecchio Radek (che comunque di anni ne ha 37) oramai in riserva, rosicchia il break del 6-3. Braccia al cielo, applausi, tutti in piedi e “‘o surdato ‘nnamurato”. Che bello il Foro Italico così…

 

Filippo Volandri, Internazionali Bnl Italia 2016

Filippo Volandri, Internazionali Bnl Italia 2016


Nessun Commento per “IL RITORNO DI VOLANDRI, IL FORO ITALICO ESULTA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.