INTERNAZIONALI BNL, ROMA E FEDERER: 2015 A DISTANZA?

Ansia per i fans di Roger Federer e non solo, desiderosi di abbracciarlo nuovamente al foro italico per gli Internazionali di questo 2015: lo svizzero infatti non garantisce la sua presenza
mercoledì, 18 Marzo 2015

Tennis. Roger Federer & Roma, il giocatore più forte di tutti i tempi e la città eterna, destinati forse a non incontrarsi mai per davvero. E’ uno dei tre grandi tornei mancanti nella preziosa bacheca dell’elvetico, sfiorato nel 2014 con la finale persa con Nadal. Poi tante delusioni, una sola non partecipazione nel 2005 ed ora il timore di non vederlo danzare sui prati del foro italico nel 2015.

 “Non so ancora se andrò a Roma”, poche parole ma sufficienti a gettare il panico fra le migliaia di persone che arriveranno a Roma solo per lui. Anche lo scorso anno vi era tale dubbio, legato alla maternità di Mirka, ma si vocifera che proprio quest’ultima lo avesse spinto a venire nella Capitale rinunciando a Madrid. Quest’anno il discorso è diverso, anche per delle scelte già prese nel calendario come egli stesso piega: “Al momento non sono sicuro se giocherò Roma, bisogna vedere come andranno le cose, ma sicuramente parteciperò ad Istanbul, Montecarlo e Madrid”. Istanbul, curiosamente, un Atp 250 che sembrerebbe aver offerto allo svizzero un assegno da sette cifre, con lo stesso Roger affascinato dall’idea di giocare in una terra mai esplorata prima: interessante strategia di marketing anche, visto che Re Roger gode di una cerchia di fans sparsa in ogni zona del mondo.

La programmazione è già ben organizzata da Roger d il suo staff:  “Mi prenderò soltanto un paio di giorni di riposo dopo la fine di questo torneo, e poi inizierò immediatamente la preparazione fisica per la stagione sulla terra. La condizione fisica è fondamentale nel tennis moderno, soprattutto sul rosso, ed io voglio prepararmi a dovere”. Saltare qualche torneo importante è un lusso che il 17 volte vincitore di uno Slam si può permettere per motivi di anzianità, come da regola dell’Atp: 31 anni, oltre 12 stagioni nel Tour e più di 600 match disputati; tutto questo gli consente di non essere penalizzato nel Ranking nel caso di assenza da qualche Masters, come avvenuto nel 2013 a Miami e come accadrà anche quest’anno in Florida.

Molto dipenderà dall’andamento di Federer nei tornei sopra citati: dovesse andare in fondo come presumibile ad Istanbul e confermarsi in uno fra Montecarlo e Madrid, diventerà difficile ammirarlo agli Internazionali di Roma.


Nessun Commento per “INTERNAZIONALI BNL, ROMA E FEDERER: 2015 A DISTANZA?”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.