LA PREVIEW DI VENERDI’

La Schiavone trova la Stosur sulla strada per le semifinali. Il febbricitante Nadal se la vedrà con Cilic. Presentazione delle otto partite in programma venerdì 13 agli Internazionali Bnl d'Italia.
giovedì, 12 Maggio 2011

Roma – Venerdì di quarti di finale. Venerdì di verdetti. In palio, per gli otto tennisti e le otto tenniste rimaste in gara agli Internazionali Bnl d’Italia, un posto nelle semifinali del torneo del Foro Italico. Per qualcuno di questi sedici, arrivare nel penultimo round della kermesse romana sarebbe un sogno, un traguardo fra i più prestigiosi centrati in carriera. Per altri sarebbe normale routine, il minimo sindacale.

Nadal-Cilic. Non prima delle 14. Campo Centrale. Chi non avrà nessuna tensione per affrontare la sfida di domani dovrebbe essere ovviamente Rafael Nadal, uno che questo torneo l’ha già vinto 5 volte su 6 apparizioni. Ma il condizionale è d’obbligo per il numero 1 del mondo, perché dopo aver tremato con Lorenzi e essersi (quasi) rimesso in riga contro Lopez, il manacorino ha ammesso il suo cagionevole stato di forma, causa una fastidiosa influenza che già oggi ne aveva messo a repentaglio la presenza in campo (“stamattina stavo malissimo“, ha dichiarato il numero 1 del mondo nel dopo gara). Chissà se un latte caldo e qualche ora di sonno in più basteranno al campione in carica degli Internazionali Bnl d’Italia a ritrovare il giusto timing sulla palla. Dopo la dipartita di Federer, tutti speriamo di vedere il mancino di Manacor trottare in campo come suo solito. Tutti, tranne Marin Cilic, che sotto sotto spera (e chi non lo farebbe) di trovarsi di fronte un Nadal a mezzo servizio. Eccolo qui, il 22enne di Medjugorje, il primo tennista nell’elenco di quelli che, a Roma, giocheranno per la prima volta i quarti di finale (miglior piazzamento, gli ottavi raggiunti nel 2009). Fra i due sarà il terzo incontro in carriera (primo sulla terra), e nei due precedenti lo spagnolo e il croato si sono spartiti la posta.

Percentuali: 70% Nadal 30% Cilic

Djokovic-Soderling. Non prima delle 21.15. Campo Centrale. I precedenti sono di 5 a 1 in favore del serbo, che ha vinto le prime cinque partite giocate: all’Atp World Tour Masters di Parigi e a Pechino nel 2009, a Bangkok e al Masters canadese nel 2008, e a Roma nel 2007. Djokovic ha però perso l’ultimo scontro, alle Atp World Tour Finals di Londra. Tutti i match, tranne quello di Roma, si sono giocati sul cemento. Il momento d’oro di Djokovic farebbe pensare ad un risultato scontato in suo favore. Anche perché Soderling, dal canto suo, ha finora disputato un torneo dalle mille emozioni. All’esordio nel secondo round è stato con un piede nella fossa con Verdasco per tre volte ad un punto dal match. E contro l’altro spagnolo terraiolo Almagro si è complicato ancora una volta la vita portando a casa la partita soltanto nel terzo set. Se riuscirà a far tesoro delle tante peripezie finora capitategli, Soderling potrebbe avere qualche chance contro l’Imbattibile. Non scordiamoci che lo svedese sulla terra rossa ha più di una volta dimostrato di essere uno tosto.

Percentuali: Djokovic 70% Soderling 30%

Murray-Mayer. Ore 12. Campo Centrale. Sfida inedita in tutti i sensi, quella che aprirà il programma sul Campo Centrale del Foro Italico. Mai incontratisi prima, Florian Mayer e Andy Murray giocheranno per la prima volta i quarti di finale agli Internazionali. I favori del pronostico sono dalla parte dello scozzese, che oggi ha estromesso con facilità Potito Starace con lo score di 6/2 6/3 in 66′ minuti di gioco. Il campano in conferenza stampa ha fatto i complimenti al rivale (“col Murray di oggi c’è poco da fare”). Non è un complimento da poco, perché Poto è un tennista che sulla terra sa muoversi alla grande, e la netta sconfitta di oggi non poteva venire che da un tennista in gran forma. Questo torneo Andy non l’ha mai amato tanto (qualche anno fa si espresse in modo insipido sulle bellezze di Roma, mandando su tutte le furie il pubblico romano). Ma intanto nei quarti di finale, c’è arrivato in gran stile. Si troverà di fronte il nome meno “nobile” del tabellone maschile, quel Florian Mayer che, tra l’altro, non aveva mai superato il primo turno su questi campi. Darlo per spacciato però, toglierebbe merito al “cicognone” tedesco, fortunato ad approfittare del ritiro di Melzer al secondo round e bravo a superare il terrariolo Chela quest’oggi.
Percentuali: Murray 75% Mayer 25%

Berdych-Gasquet. Non prima delle 15.30. Campo Pietrangeli. Hanno in comune almeno un dato. Entrambi hanno battuto sorprendentemente Roger Federer. Il ceco nei quarti di Wimbledon lo scorso anno, in quello che fu un vero “apriticielo”. Il francese proprio oggi, nel risultato più inaspettato della sesta giornata degli Internazionali Bnl d’Italia. Chapeau per Gasquet per l’impresa odierna, lui che ha compromesso una carriera a forza di match tirati e non vinti. Oggi è invece arrivata la zampata che nessuno si aspettava, e che il pubblico del Foro Italico proprio non voleva. Per dirla con lo svizzero, “a volte capita”. E allora noi ci teniamo ben stretto questo quarto di finale fra due talenti mai completamente espressi del tennis mondiale. Potenza (di Berdych) contro estro (di Gasquet). Chi la spunterà?
Percentuali: Gasquet 55% Berdych 45%

Schiavone-Stosur. Non prima delle 15. Campo Centrale. Sarà La Partita. In campo c’è Francesca, tutti in campo con Francesca. Perdonate l’ardore patriottico, ma la leonessa si merita tutto l’incitamento possibile per centrare la semifinale al Foro Italico, traguardo che manca ad una tennista italiana dal 1985. Fra la numero 2 del seeding e il penultimo round c’è, ancora una volta, Samantha Stosur. La stessa della finale Roland Garros, la stessa delle Finals di Doha, la stessa della Fed Cup, tanto per citare gli ultimi e più importanti scontri. Otto in tutto i precedenti fra le due, con l’aussie vincente 5 volte. “Lei è una grandissima atleta che si migliora continuamente” , ha detto la Schiavone a proposito della sua rivale di domani (già incontrata su questo rosso nel 2007, vince la Stosur 6/3 6/4). Sarà una battaglia, come è stata una battaglia il match di oggi dell’azzurra, costretta al terzo da un’indomita Hantuchova. E a Francesca piace tanto stare in campo a lottare.
Percentuali: Schiavone 65% Stosur 35%

Wozniacki-Jankovic. Non prima delle 14. Nicola Pietrangeli. Non si era mai spinta oltre gli ottavi di finale, la giovane numero 1 del mondo Caroline Wozniacki. E per continuare il suo cammino negli Internazionali Bnl d’Italia, la danese dovrà vedersela con una che con questo torneo ha un feeling particolare. Due vittorie e una finale infatti per Jelena Jankovic che all’ombra di Monte Mario ha sempre trovato un tennis robusto. Dalla parte della serba ci sono anche i precedenti, che la vedono vincente quattro volte su sei incontri contro l’attuale regina del ranking. Nonostante questo, JJ non partirà favorita nel quarto di finale sul Nicola Pietrangeli, perché il tennis espresso oggi dalla numero 5 del seeding contro la qualificata Medina Garrigues non ha convinto per nulla. Soprattutto il servizio è sembrato, ancora una volta, il punto debole della serba (contro la spagnola 7 doppifalli e solo il 33% di punti con la seconda). E il servizio sarà decisivo nella sfida contro la “Wallzniacki”, che nel suo match odierno ha trovato una cliente molto ostica, la Wickmayer, e l’ha battuta con l’autorità delle grandi.
Percentuali: Wozniacki 75% Jankovic 25%

Sharapova-Azarenka. Non prima delle 19.30. Campo Centrale. Dispiace doverle vedere contro “solo” nei quarti di finale. Perché sia Victoria Azarenka che Maria Sharapova meriterebbero di arrivare al match clou degli Internazionali (una delle due, contro la Schiavone). La russa sta asfaltando una dopo l’altra le avversarie. La spalla nonfa più male e il suo tennis sta tornando al top. “Negli ultimi anni ho perso partite che non avrei mai pensato di perdere – ha dichiarato Masha a Madrid – ora sto bene, mi sento in forma. E non mi sento inferiore a nessuno”. Lo sta dimostrando, la numero 7 del seeding, a furia di urla e pallate sugli angoli. Ma il vero test arriva contro l’Azarenka, fra le tenniste più in forma del circuito. A Madrid si è arresa solo in finale dalla Kvitova, e a Roma vuole proseguire l’assalto al podio del ranking, distante “solo” due posizioni. Anche Maria però, ha in mente lo stesso obiettivo

Percentuali Sharapova: 65% Azarenka 35%

Li-Arn. ore 12. Nicola Pietrangeli. Non chiamatela “veteran”. Di consunto, Greta Arn, ha ben poco. Anzi. La sorpresa del tabellone femminile si sta facendo strada a suon di match point annullati e di rimonte clamorose. Per un sogno dal quale non si vuole svegliare. La 32enne di Budapest sta sbaragliando la concorrenza di ragazze o con carta d’identità molto meno sbiadita (oggi è toccato alla 24enne Vesnina), o beniamine del pubblico (al secondo turno ha estromesso la Brianti), o top player insidiose (all’esordio ha sorpreso la Kuznetsova). Dall’altra parte della rete, la Arn trova la cinese Na Li, anche lei non proprio una rookie del circuito, dall’alto del suo sesto posto nel ranking e delle sue 29 primavere. Per molti considerato come il quarto men affascinante di giornata, il match potrebbe regalare invece tennis a tutto braccio fra due tenniste che hanno i colpi per divertire il pubblico del Foro.

Li 60% Arn 40%

Clicca qui per saperne di più sugli Internazionali Bnl d’Italia


Nessun Commento per “LA PREVIEW DI VENERDI'”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WOZNIACKI E LI IN SEMI La numero 1 del mondo soffre tre set contro la Jankovic. La cinese si sbarazza della "Cenerentola" Arn
  • UN VENERDÍ DA LEONI TENNIS – Agli Internazionali Bnl d'Italia è tempo di quarti di finale. Djokovic e Nadal sfidano Berdych e Ferrer, solitamente vittime sacrificali. Federer all’esame Janowicz. Tra le donne, […]
  • NADAL NON MOLLA Grazie a 45 punti di vantaggio su Djokovic, Rafael Nadal mantiene lo scettro di n.1 del mondo. Fabio Fognini supera Potito Starace e diventa il n.1 azzurro raggiungendo il best ranking con il n.35
  • SERENA PESCA RADWANSKA, SHARAPOVA CON AZARENKA TENNIS - A Parigi sono stati sorteggiati i tabelloni della 112esima edizione del Roland Garros: la numero uno del mondo è stata abbinata nella potenziale semifinale alla Radwanska, mentre […]
  • IL PROGRAMMA DELLE “SEMI” FEMMINILI A mezzogiorno apre la giornata l'incontro fra Stosur e Li. Non prima delle 16 in campo Wozniacki contro Sharapova
  • AUSTRALIAN OPEN, IL TABELLONE FEMMINILE È stato estratto il main draw femminile della 101esima edizione dello Slam australiano. Serena Williams è stata sorteggiata nella parte di tabellone presidiata da Victoria Azarenka. […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.