FOGNINI: FINALMENTE MI SONO FATTO CONOSCERE

Fabio Fognini sottolinea che non è la vittoria su Dimitrov a renderlo felice, ma aver finalmente dato il meglio di sé a Roma
mercoledì, 13 Maggio 2015

Dai e dai l’impresa è stata compiuta. Dopo aver perso sia a Monte Carlo che a Madrid dal talento bulgaro Grigor Dimitrov, Fabio Fognini ha imparato la lezione e ha demolito il famoso detto: “Non c’ è due senza tre”. “A Monte Carlo sono stato lì lì per batterlo e a Madrid mi è mancata un po’ di fortuna – aveva dichiarato ieri il “genio e sregolatezza” italiano – ora direi che è arrivato il momento di superarlo!”

E’ stato di parola l’azzurro, che in questa edizione degli Internazionali d’Italia sopra alla maglietta sgargiante veste un giubbottino argentato alla Star Trek, spesso in tono con le sue giocate da “alieno”. Oggi è visibilmente soddisfatto: finalmente dopo anni di delusioni, ha avuto la sua dose di gloria romana.

“E’ stata un bella partita – mette subito in chiaro – anche se mi sono girate un po’ le scatole nel secondo set quando ho avuto un passaggio a vuoto. Poi nel terzo  ho rimesso i piedi in campo e lui ha subìto il mio gioco. Grigor è un avversario con servizio e diritto pericolosi. Fisicamente elastico, veloce, va a rete, fa tutto e gioca bene su ogni superficie. In futuro lo vedremo molto in alto. Questa vittoria però per me vale il doppio perché l’ho colta qui al Foro Italico, dove non avevo fatto mai bene. Oggi il pubblico ha scoperto come sono e io ho scoperto il pubblico romano”.

E’ stata quindi una bella vittoria anche a livello mentale. Che cosa hai fatto per migliorare sotto questo aspetto?
Non lo voglio dire… Finalmente sto giocando partite a buon livello e sento un buon feeling. A  parte una piccola influenza a Monaco, anche il fisico è a posto.

Sulla terra hai già battuto dei grandi giocatori, adesso ti aspetta Berdych. Sarà una prova del nove?
E’ vero, ho anche sconfitto Nadal… ma quello che mi interessa non è battere un campione, è proseguire il mio cammino nel tabellone. Mi aspetto una partita con un avversario abituato a fare sempre risultato. Sarà un match in salita con Tomas che tira davvero veloce. Vediamo un po’ se riuscirò a portare il risultato a casa mia. Dovrò inventare delle cose. Io comunque gioco meglio con gente forte, cercherò di studiare una buona tattica e soprattutto di recuperare le energie.

Preferiresti giocare sul Pietrangeli come oggi oppure sul Centrale?
Oggi avevo chiesto espressamente il Pietrangeli, ma domani anche il Centrale andrà benissimo.


Nessun Commento per “FOGNINI: FINALMENTE MI SONO FATTO CONOSCERE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FOGNINI: GRAZIE ROMA Fabio Fognini esce dagli Internazionali d’Italia a testa alta. “Sono tornato quello dell’anno scorso e ho grandi speranze per Parigi. Devo ringraziare per questo anche il pubblico del Foro […]
  • SUPER FOGNINI ELIMINA HAAS TENNIS - A Stoccarda uno straordinario Fabio Fognini domina Tommy Haas e torna in semifinale a distanza di 4 anni. Ora affronterà Roberto Bautista Agut. de Bakker elimina Berdych a Båstad, […]
  • UN GRANDE FOGNINI SI BEVE BERDYCH E VOLA AI QUARTI TENNIS - Prestazione matura del ligure che in due set si sbarazza di un Berdych molto falloso. Ora quarti contro Gasquet o Cilic. Tsonga strapazza Melzer. Mentre Nadal e Dimitrov, […]
  • CLASSIFICA E RACE ATP, FEDERER E MURRAY PROTAGONISTI Rosicchia centimetri King Roger verso la prima piazza ancora occupata da Novak Djokovic. Mentre lo scozzese, trionfatore a Valencia, vede sempre più vicina Londra
  • AGLI INTERNAZIONALI FEDERER FA LA RUOTA Come un pavone “King Roger” ha messo in mostra le sue magnifiche penne: la sua classe unica che va a braccetto con un talento raro. “Penso di aver raggiunto lo stato di forma ottimale” ha […]
  • WIMBLEDON 2015: QUOTE E FAVORITI DEL TABELLONE MASCHILE il 29 giugno appuntamento all' All Engrand Tennis Club per l'immancabile Slam londinese. Ecco le quote dei bookmakers.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.