SHARAPOVA: SONO IN FIDUCIA

La bella siberiana ha superato agevolmente il primo turno del Roland Garros rifilando un doppio 6/0 alla romena Cadantu. La strada per il titolo è lunga, ma Masha è ottimista…
martedì, 29 Maggio 2012

Fresca regina del torneo di Roma, Maria Sharapova ha stracciato l’avversaria, la romena Alexandra Cadantu, con un doppio 6/0 in 49 minuti di gioco. Dopo Stoccarda e gli Internazionali d’Italia, Masha punta alla vittoria anche a Parigi…

Congratulazioni per la vittoria. E’ stato un match troppo facile…

Beh, sì. Niente è mai troppo facile, perché devi sempre stare attento a chi c’è dall’altra parte della rete. Non importa quanto male o bene stia giocando il tuo avversario, tu devi comunque vincere quella partita. E oggi era questo il mio obiettivo.

Hai vinto due tornei. Credi di avere buone chance di vincere qui al Roland Garros?

Tutte abbiamo la chance di vincere. Bisogna vedere chi riuscirà a sfruttare meglio le opportunità. Ovviamente sono molto felice della mia preparazione, ogni anno miglioro qualcosa e questo è molto positivo. Ho imparato tanto sul gioco del tennis, sulla costruzione del punto. Mi sembra di muovermi molto meglio in campo rispetto a qualche tempo fa, e questo mi aiuta molto nel gioco. Tutto questo mi dà molta fiducia per il torneo. Spero di migliorare ad ogni turno.

Ne hai già parlato altre volte, ma puoi spiegarci meglio a cosa pensi quando tra un punto e l’altro vai a fondo campo a pensare e concentrarti?

E’ più che altro un gesto di routine, lo faccio da molto tempo e ormai mi viene automatico. Mi aiuta a concentrarmi.

Non c’è una frase che ti ripeti ogni volta?

Se ci fosse sarei felice di condividerla con voi. (Ride)

In termini di superficie, condizioni climatiche, atmosfera, qual è il miglior campo centrale delle prove dello Slam?

Ognuno è diverso, è molto difficile metterli a confronto. Per me probabilmente il migliore è il Centrale di Wimbledon, perché non ci sono presentazioni, i tennisti entrano in campo in silenzio, è come se ci fossero solo loro, è il tennis.

Venivi dalla Russia e ti sei ritrovata ad affrontare una vita di viaggi intorno al mondo, sei una giocatrice di successo. Cosa pensi che avresti fatto se non avessi scelto il tennis?

Non saprei. Sicuramente avrei una vita molto più normale. Credo che avrei studiato e avrei scelto un mestiere. Sono molto orgogliosa del mio paese di origine, mi diverte sentire la mia presentazione sul campo, non dicono che provengo dalla Russia, ma da Nyagan, in Siberia. Ogni volta che lo dicono, la gente urla “Whoaa”, credo che la gente non abbia realizzato da dove vengo. E ogni volta che lo sento dire, mi sento fiera della mia provenienza e di dove sono riuscita ad arrivare adesso.

Cosa rende speciale la Siberia?

Gli splendidi cappotti (ride). Non saprei, le coperte.

Hai un contratto con Tiffany per indossare i loro orecchini?

No.

Quindi sono tuoi?

Sì, sono un regalo.

Roger Federer e altri giocatori hanno trovato le palline più pesanti del solito. Cosa ne pensi?

Sono d’accordo, sono un po’ più pesanti rispetto alle scorse settimane.


Nessun Commento per “SHARAPOVA: SONO IN FIDUCIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • SHARAPOVA TROPPO FORTE PER SARA ERRANI Con una prestazione impeccabile Maria Sharapova supera la nostra Sara Errani per 6-3 6-2 e conquista per la prima volta il Roland Garros. L'azzurra fa il massimo lottando fino all'ultimo […]
  • AZARENKA: HO RISCHIATO GROSSO La n.1 del mondo è riuscita a tirarsi fuori da una situazione piuttosto complicata contro la nostra Alberta Brianti al primo turno del Roland Garros. "Capita di avere delle giornate no, […]
  • UNA ‘SARITA’ DA DIECI IN PAGELLA Con la vittoria della Sharapova è calato il sipario sul Roland Garros. Proviamo ad assegnare i voti alle protagoniste del secondo Slam stagionale: dalla regina Masha alla sensazionale […]
  • SHARAPOVA, UN TRAGUARDO AGOGNATO "Fino ad oggi ho sempre vissuto con l'idea che il momento più importante era stato a Wimbledon, quando a soli 17 anni avevo alzato il trofeo, invece l'emozione che ho provato qui oggi è […]
  • SHARAPOVA IN FINALE E IN VETTA AL RANKING Maria supera Petra Kvitova per 6-3 6-3 e conquista la sua prima finale a Parigi. Da lunedì la russa tornerà al primo posto del ranking Wta
  • KVITOVA E SHARAPOVA SPEDITE Inizia bene l'avventura parigina di Petra e Maria: la ceca ha lasciato 3 games alla sedicenne Barty; la russa ha rifilato una bicicletta alla Cadantu. La Goerges elimina la Hradecka. Ok […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.