EBDEN: “STO FACENDO PROGRESSI”

L'australiano, a sorpresa, ha eliminato l'americano Mardy Fish ed ora si prepara ad affrontare John Isner. Nel suo box però può contare su un tifoso speciale, ovvero Tony Roche
martedì, 13 Marzo 2012

Indian Wells (Stati Uniti) – Il 24enne australiano Matthew Ebden, attuale numero 91 del ranking mondiale, è la star del momento ad Indian Wells. Il successo in due set portato a casa contro Mardy Fish, l’ha incoronato come rivelazione del giorno, specie perché proprio qui –  un anno fa – prese parte al suo primo Master 1000 in carriera; una sorta di segno del destino quindi, perché a Matt i pozzi sembrano proprio portare bene.

Come ti senti? Quanto vale questa vittoria per te?

Non lo so, sulla carta forse è la più bella in carriera. Lo scorso anno riuscii a battere Simon e credo fosse intorno alla posizione numero dieci del ranking mondiale. Mardy invece credo che sia alla numero otto ed averlo battuto in America ha un valore ancora maggiore. Si è davvero un successo importante, sono contento dei progressi che ho fatto fin’ora, ma la partita si sta per fare dura: al prossimo turno mi troverò davanti un altro americano, ovvero Isner. Comunque sono soddisfatto di quello che sto realizzando là fuori, mi piace giocare duro e cogliere le mie opportunità. Spero di riuscirci di nuovo.

Come ti preparerai al match contro John?

Per ora cerco di recuperare dal match contro Fish, ma da domani farò del mio meglio per farmi trovare pronto alla sfida. John è uno dei tennisti con i miglior servizio al mondo, quindi mi dovrò preparare a rispondere ai suoi attacchi. Allo stesso tempo dovrò cercare di sfruttare al massimo il mio turno di battuta e metterlo per quanto possibile sotto pressione.

Hai fatto dei bei progressi negli ultimi mesi? Ci puoi parlare di cosa è successo?

Penso che le cose stiano andando meglio da un paio d’anni: negli ultimi tempi infatti sono stato capace di mettere a segno vittorie importanti contro giocatori di livello. Sto cercando di essere più consistente e di alzare la qualità del mio gioco. Devo cercare di rendere la vita difficile ai miei avversari, cogliendo tutte le mie opportunità, in tutte le occasioni. I miei progressi ora si vedono anche sul tabellone e se continuo in questo modo sono sicuro che sarò sempre più soddisfatto delle mie prestazioni. Devo lavorare duro per diventare un giocatore migliore, ogni giorno.

Chi ti ha accompagnato al torneo?

Sono qui con il mio allenatore Darren Tandy, il trainer, un ragazzo del nostro gruppo di lavoro che si chiama Aaron e un sostenitore speciale, ovvero Tony Roche. Siamo un piccolo gruppo di australiani qui, quindi è bello potersi scambiare momenti e sensazioni, lo spirito di squadra è molto importante. La cosa che più mi ha fatto piacere poi è che il capo del tennis australiano, Craig Tiley, sia venuto qui a vedermi. Mi fa piacere aver ottenuto questa vittoria anche per loro, che mi sono così vicini.

Tony ti ha aiutato?

Certo, lui è il nostro mentore, è uno degli allenatori con la maggiore esperienza alle spalle. Lui ha in bacheca trofei Slam ed ha allenato almeno sei numeri uno al mondo, tutto questo parla per lui. Ogni cosa che posso imparare da lui per me è importante.

Lo scorso anno qui eri numero 182 del mondo e ti sei classificato per la prima volta per un Master 1000, ora invece sei nei top 100: specie dopo questa vittoria, cosa è cambiato?

E’ tutto diverso. Lo scorso anno mi son trovato in una situazione nuova, simpatica, perché era la prima volta che mi qualificavo per un Master 1000. Nel corso dell’anno ho avuto una serie di vittorie importanti a livello Challenger e questo mi ha aiutato a fare dei progressi giorno dopo giorno. E’ stato un percorso di piccole tappe che mi ha aiutato a raggiungere il livello che ho espresso oggi. Come ho detto, se continuo su questa strada, sono sicuro che questo può essere solo l’inizio di una nuova storia.


Nessun Commento per “EBDEN: "STO FACENDO PROGRESSI"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • “POSSIAMO BATTERE LA SPAGNA” Il capitano statunitense Jim Courier pensa alla semifinale di Davis contro gli iberici: “non siamo i favoriti, ma siamo pronti a giocarcela”. E John Isner conferma: “possiamo vincere anche […]
  • IMPRESA ISNER, FEDERER KO Grande sorpresa nel primo turno della Coppa Davis 2012, con gli Stati Uniti che chiudono la giornata inaugurale in vantaggio per 2-0 sulla Svizzera. Isner a sorpresa batte Federer in 4 […]
  • AGASSI: “ORGOGLIOSO DEI PROGRESSI NELLA LOTTA AL DOPING” L'ex campione americano parla del tennis del suo paese e si dice sicuro del fatto che i controlli antidoping siano più severi oggi rispetto al periodo in cui giocava lui. Dichiarazioni in […]
  • NON È UNO SPORT PER AMERICANI TENNIS – Nessun tennista statunitense sarà nella top 20 all’aggiornamento del ranking ATP della prossima settimana. Un dato clamoroso, una debàcle che non si vedeva nel mondo del tennis […]
  • TENNIS USA: QUERREY OTTIMISTA Il giocatore statunitense non vede nessuna crisi nel movimento tennistico americano. Andiamo quindi ad analizzare la stagione 2011 degli statunitensi nella top 100, attraverso le […]
  • MIAMI, TUTTO REGOLARE A Miami, nessuna sorpresa nella prima giornata riservata ai match di terzo round, con Ferrer, Fish, Isner e Anderson che hanno guadagnato senza problemi gli ottavi di finale

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.