MURRAY, SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Lo scozzese vuole giocare un ruolo da attore protagonista nei prossimi mesi, Wimbledon e le Olimpiadi sono il suo obiettivo principale
mercoledì, 11 Aprile 2012

Roma – C’è voglia di sognare, c’è voglia di riscatto, di provare finalmente al circuito professionistico che il suo momento è arrivato. Andy Murray si confessa così al Wales Online, dove ammette che la sua ambizione per questo 2012 gira tutta intorno a SW19, ovvero a Wimbledon e alle Olimpiadi di Londra.

Quattro anni fa a Pechino lo scozzese perse al primo turno, ma l’esperienza che ebbe modo di vivere è stata decisamente  positiva, come per molti dei suoi colleghi presenti all’avvenimento.

L’estate che sta per arrivare – ha affermato Murray –  è davvero importante. Wimbledon e le Olimpiadi saranno i miei obiettivi principali”.

Le Olimpiadi – ha proseguito il numero 4 del mondo – hanno un appeal differente e le sensazioni che si vivono su quel campo non si possono paragonare a quelle del Tour, perché in quell’occasione difendi i colori del tuo paese e giochi per la tua gente. Di solito quando sei in giro con il Tour sei là per te stesso e al massimo per il tuo team. Tornare ogni notte al villaggio olimpico e vedere il medagliere che si riempie di giorno in giorno è qualcosa di fantastico, ti fa sentire parte di un’impresa collettiva”.

La percezione del tennis alle Olimpiadi – ha specificato Andy – è completamente cambiata negli ultimi anni: oggi tutti vogliono partecipare all’evento, mentre solo una 15ina di anni fa questa opportunità era quasi completamente ignorata. Adesso per molti questo appuntamento equivale ad uno Slam,tutto solo lì, allo stesso modo in cui più nessuno manca agli Australian Open per esempio”.

Rispetto al suo pensiero sulle Olimpiadi Murray ha affermato: “Si, le considero come un quinto Slam. Ho preso parte ai Giochi una sola volta, ma è stato un momento unico. Ero molto nervoso prima del mio match, perché sapevo che l’opportunità era unica e importantissima”.

Se qualcuno dovesse saltare le Olimpiadi non sarebbe una bella pubblicità per il nostro sport, ma sono sicura che questo non succederà. Basta vedere l’esempio della scorsa edizione, quando Djokovic vinse il bronzo… per lui è stato un momento importantissimo della sua carriera. Di solito perdere una semifinale può essere sconfortante, ma tornare in patria anche con un bronzo può cambiare il tuo punto di vista ( e non solo)”.

Prima della lunga stagione sull’erba (allungata in questo 2012 proprio dalle Olimpiadi a Wimbledon), ci sarà naturalmente il capitolo ‘terra rossa’ da portare a compimento e dopo il successo a Brisbane, la semifinale agli Australian Open e la finale di Miami, il campione scozzese punta ad un exploit primaverile, in prospettiva Roland Garros.

Lendl ha fiducia nelle mie potenzialità su questa superficie – ha spiegato Murray – e il mio planning prevede una preparazione  specifica che passa tra Monte Carlo e Barcellona, dove ci sarà lui a seguirmi passo passo. In particolare mi fermerò altri cinque giorni a Barcellona per allenarmi lì. Dopo questa ‘sessione intensiva’ cercherò di migliorare alcuni particolari con lui, in modo da farmi trovare pronto in vista del Roland Garros”.

Bisogna controllare che tutto sia perfetto – ha concluso lo scozzese – che io sia in forma e che sia in grado di affrontare tutti miei avversari, specie in questo momento in cui tutti stanno giocando molto bene”.

Lo scozzese inoltre ha segnato un accordo con il Queen’s per disputare le prossime cinque edizioni del torneo, un modo ulteriore per rafforzare i legami e le opportunità con uno dei tornei più amati dal numero quattro del mondo.


Nessun Commento per “MURRAY, SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • DEL POTRO E IL SOGNO OLIMPICO Quella di Londra sarà la prima olimpiade per l'argentino che sogna, nonostante l'agguerrita concorrenza, una medaglia da condividere con i suoi connazionali
  • CHE LA STAGIONE SULL’ERBA ABBIA INIZIO TENNIS - Stagione sull'erba al via. Al Queen's Club ritornano Murray e Del Potro, ad Halle ci sono Federer ed Haas che se la giocheranno anche nel tabellone di doppio. Schiavone cerca […]
  • KVITOVA, ALLENAMENTI IN ALTITUDINE La giocatrice ceca ha iniziato la sua preparazione atletica con un periodo di training ad alta quota. Tra arrampicata, corsa ed esercizio fisico la racchetta è stata dimenticata per un po'
  • GRAN BRETAGNA IN DELIRIO, MURRAY SU FEDERER Finale super dello scozzese, che domina Roger Federer (6-2 6-1 6-4), e conquista il il titolo olimpico
  • ANDY, LA CORONA È TUA In una finale avvincente, Murray supera Tsonga 3-6 7-6 6-4 e trionfa al Queen's per la seconda volta negli ultimi tre anni. Primo titolo stagionale per lo scozzese, che ritorna al successo […]
  • IL QUEEN’S È UN AFFARE TRA MURRAY E CILIC TENNIS - Definita la finale dell'edizione 2013. Murray supera in rimonta Tsonga. Il francese ha fatto bene a metà non sfruttando a dovere le sue opportunità. Il campione in carica Cilic ha […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.