ITALIA BELGIO: PERICOLO MERTENS, ESPERIENZA FLIPKENS

La selezione belga che andremo ad affrontare ha un solo spauracchio: Elisa Mertens
mercoledì, 14 Febbraio 2018

Tennis. Poteva andarci decisamente peggio, meglio forse solo con la Bielorussia, ma giocheremo in casa e tutti i precedenti sono dalla nostra parte. Sette vittorie su sette contro il Belgio: memorabile quella del 2006 in finale, per lo storico trionfo delle azzurre.

Questa volta varrà “solo” l’accesso nel tabellone principale della Fed Cup, ma è un match importantissimo per una nuova generazione di tenniste che fatica ad emergere ma che può trovare linfa ed entusiasmo dal ritorno nel tennis che conta.

Il Belgio ha forse trovato una stella, risponde al nome di Elisa Mertens, n.20 del Ranking Wta. Ha centrato la semifinale negli ultimi Australian Open ed è la grande speranza del tennis fiammingo. Sicuramente più adatta alle superfici veloci, la Errani su terra rossa può assolutamente fare match alla pari.

Nessuna delle tenniste avversarie è specialista della terra battuta, a partire dalla più esperta Flipkens che il miglior risultato in carriera lo ha centrato nel 2013, con la semifinale a Wimbledon. E’ stata n.13 del mondo ma i tempi migliori sono andati, ad ormai 32 anni.

Con tutta probabilità la n.2 sarà la Van Uytvanck, che ha centrato il miglior traguardo nel 2015 sulla terra parigina. E’ n.46 del mondo ma non è reduce da risultati eclatanti, sebbene sia una classe ’94 con importanti margini di crescita.

Possibile ma improbabile la convocazione della Wickmayer, una semifinale agli Us Open nel lontanissimo 2009. E’ stata n.12 del mondo ma ora è precipitata fuori dalle prime 100 del mondo. Potrebbe però essere convocata per il doppio.


Nessun Commento per “ITALIA BELGIO: PERICOLO MERTENS, ESPERIENZA FLIPKENS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.