ITALIA-GB: IL DOPPIO VA A FLEMING-MURRAY

TENNIS - La Gran Bretagna si porta sul 2-1 dopo il successo di Fleming e Murray su Fognini e Bolelli, maturato in quattro parziali. Domani ci sarà bisogno dell'impresa in singolare.
sabato, 5 Aprile 2014

Tennis.Seconda giornata di Coppa Davis anche a Napoli dove, dopo il recupero di Seppi-Murray che era stata sospesa sul 6-4 5-5 per oscurità, poi conclusasi 6-4 7-5 6-3 a favore del nativo di Dunblane, va in scena il doppio che andrà ad assegnare il secondo punto all’una o all’altra formazione visto il risultato parziale fermo 1-1 dopo i primi due match. Doppio fondamentale per far pendere l’ago della bilancia considerato il valore di Andy Murray, favorito anche nel secondo incontro di singolare contro Fognini nella giornata di domani, e la inferiorità (sulla carta) di un James Ward che ,contro un Seppi come quello di ieri, dovrebbe sfornare la miglior forma psicofisica per avere la meglio e forse non basterebbe.

Il colpo d’occhio è, come sempre, molto suggestivo, tra il mare e lo splendido sfondo di Napoli, su un Lungomare Caracciolo vestito a festa per questo grande evento, con tifosi e spettatori al seguito che non deludono le attese della vigilia. I protagonisti sono stati ampiamente preannunciati e saranno i migliori a disposizione dei rispettivi allenatori. La coppia italiana è composta da Fabio Fognini e Simone Bolelli: i due hanno sviluppato una partnership che ha portato loro numerose soddisfazioni (vittoria a Buenos Aires e finale ad Acapulco solo nel 2013), prima dell’infortunio che ha costretto Bolelli ad un intervento chirurgico lo scorso Marzo. Con il tennista bolognese al rientro, nonostante una bella vittoria nello scorso Challenger di Bergamo, i due saranno costretti a registrare di nuovo il loro affiatamento, ma non c’è dubbio che possano considerarsi degli avversari temibili per chiunque. Dall’altra parte della rete troviamo il campionissimo Andy Murray, che non ha bisogno di alcun tipo di presentazione, in coppia con il consumato doppista Colin Fleming, scozzese 29enne capace in carriera di conquistare ben 7 trofei ATP 250.

Si parte poco dopo le 14:00, dopo gli inni di rito ed un riscaldamento seguito attentamente dai tanti spettatori presenti in tribuna. I quattro giocatori sono molto solidi al servizio ed il primo set scorre molto velocemente fino al 3-3 dove, per la prima volta, si arriva ai vantaggi sul servizio Gran Bretagna. Fleming e Murray riescono poi a portarsi sul 4-3 e, nel game successivo, rimontano da 40-0 e riescono a conquistare l’unico break del primo set che poco dopo si concluderà con il punteggio di 6-3. Secondo parziale decisamente meno equilibrato; la coppia scozzese scappa subito sul 3-1 e non lascia molte possibilità agli azzurri di rientrare e, anzi, riuscirà addirittura a chiudere in 49′ il set per 6 giochi a 2, strappando per una seconda volta il servizio agli italiani. Fognini e Bolelli sembrano demotivati ed il loro body language non sembra dei migliori. Sotto due set a zero, con il servizio che non gira molto, sembrerebbe non esserci speranza. Dopo aver sofferto nel terzo gioco del terzo parziale, stavolta sono gli azzurri a portarsi in vantaggio sfruttando un turno in battuta non irresistibile di Fleming. I servizi restano quasi inattaccabili fino al 5-3 quando Fleming e Murray hanno a disposizione ben 3 palle break che, per fortuna dell’Italia, non vengono trasformate e alla fine, dopo due ore di gioco si va al quarto.

La verve positiva sembra finalmente ritrovata e la rincorsa al quinto set sembra iniziata con i migliori auspici. Il quarto set si gioca su pochi, cruciali punti: gli azzurri sono bravissimi a portarsi sul 3-1 strappando il servizio dopo essere stati sotto 15-40 e, dopo essersi fatti recuperare sul 3-3, si riportano avanti fino ad arrivare a servire per il match sul 5-4. Con un po’ di paura di vincere e qualche errore di troppo da parte dei loro avversari, gli scozzesi sfruttano la seconda opportunità di break ed evitano il quinto set. Il servizio di Murray scivola via troppo e, sul 6-5 l’Italia fallisce, con Fognini al servizio, l’aggancio decisivo cedendo, dopo poco più di 3 ore di gioco, il doppio agli scozzesi che volano sul 2-1.

Troppo tardivo il ritorno degli atleti in maglia italiana che, nella giornata di domani, sperano in un miracolo con la doppia vittoria di Seppi su Ward e, la prova più difficile, di Fognini su Murray.

Gran Bretagna b. Italia 6-3 6-2 3-6 7-5


Nessun Commento per “ITALIA-GB: IL DOPPIO VA A FLEMING-MURRAY”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.