SARA’ ITALIA-SLOVENIA

Sarà la Slovenia l'avversaria degli azzurri in Coppa Davis. Si giocherà in Italia ad inizio luglio. Gli azzurri partiranno nettamente favoriti
lunedì, 7 Marzo 2011

A luglio sarà Italia vs Slovenia. La nazionale slava ha infatti superato l’ostica Finlandia di Jarkko Nieminen col punteggio di 3-2 e questa estate sfiderà Starace, Fognini & Co. Il punto decisivo, come spesso accade in Davis, è stato il doppio: Zemlja e Gregorc si sono imposti sul duo scandinavo composto da Nieminen e Heliovaara 67 64 64 75 incendiando il palazzetto di Lubiana. Alla Finlandia non sono bastati i due singolari vinti da Jarkko Nieminen e probabilmente ha pesato l’assenza di Henri Kontinen, uno dei giovani più futuribili del panorama internazionale. A scendere in campo sono stati infatti il fratello piccolo di Henri, Micke Kontinen (675 Atp) e Harri Heliovaara (287 Atp), sconfitti rispettivamente da Kavcic e Zemlja. Andiamo a vedere chi saranno, nel dettaglio, i nostri avversari.

La stella è Kavcic. La Slovenia non è una nazionale dai grandissimi nomi, ma può contare su un numero 1 di tutto rispetto. Il capitano Blaz Trupej, ex davis man, punterà infatti tutto su Blaz Kavcic, 24 anni e attualmente al numero 81 Atp, che in carriera ha già battuto buoni giocatori come Istomin, Schwank, Chardy e Zverev. Agli ultimi Australian Open ha battuto l’ostico sudafricano Kevin Anderson (altro giocatore in ascesa), prima di cedere in 5 set a Misha Youzhny. Un giocatore dalla discreta potenza e dalla buona tecnica; non un campione, ma un tennista contro il quale non ci si può distrarre nemmeno per un momento.

Gli acuti di Zemlja. Il secondo singolarista, a meno di un’esplosione repentina di Bedene (di cui parleremo più avanti), sarà Grega Zemlja (nella foto). Zemlja è un giocatore dal buon tennis, a ridosso dei top-100 (veleggia tra il 110 e il 150 da alcuni mesi), che non ha però dimostrato mai grandissima continuità, anche all’interno della stessa partita. Grega ha dimostrato di poter vincere alcuni tornei consecutivamente o comunque di fare ottimi risultati di settimana in settimana, ma per alcuni periodi ha perso tantissimi match al primo turno. In Davis si è spesso ben comportato, superando nettamente un buon giovane come Berankis per due volte negli ultimi anni. Il risultato di maggior prestigio è stato certamente la vittoria contro Monaco al primo turno del Roland Garros 2010, un match durante il quale regalò al pubblico presente alcuni colpi di pregevole fattura. Non è però un talento purissimo né, come detto, un emblema di continuità. Sulla terra, in Italia, sia Fognini che Starace (probabili singolaristi) non dovrebbero avere particolari problemi.

Gli altri. Luka Gregorc è un onesto mestierante della racchetta, sicuramente abile nel doppio, ma non è certo un giocare di cui preoccuparsi. Da tenere d’occhio invece il giovane Aljaz Bedene, classe 1989, che in questi anni ha lasciato intravedere alcune buone qualità. Mancano ancora parecchi mesi al match tra Italia e Slovenia, che si disputerà ad inizio luglio, ma è difficile che la Slovenia possa tirar fuori un nuovo campioncino in erba in così poco tempo. Il pronostico è tutto dalla nostra parte. Vietato Sbagliare! Vincendo contro la Slovenia avremo una nuova possibilità di giocarci i play-offs per tornare (finalmente! dopo 10 anni!) nel World Group della Coppa Davis..


Nessun Commento per “SARA' ITALIA-SLOVENIA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.