ITALIANI, CI SIAMO?

Orbetello. Prima giornata conclusa al Trofeo Bellaveglia. Oggi in campo 10 italiani. Cecchinato vince a sorpresa contro Mertens.
martedì, 24 Luglio 2012

Se pensavate che quella di ieri fosse una giornata intensa, con gli otto incontri sul tabellone tra cui il match che ha visto il canadese Peter Polansky (nella foto in basso) battere senza alcuna timidezza l’azzurro Matteo Marrai, aspettate di vedere quella di oggi. Come si suol dire “piatto ricco mi ci ficco” e così, come per magia, anche se sarebbe più appropriato affermare per necessità, ecco che da otto gli incontri si duplicano e diventano sedici.

L’apertura, sotto il segno del vento, della bufera e persino della pioggia nella tarda serata, non è stata certo al di sotto delle aspettative, anche se, possiamo ammetterlo, in questi casi gli spettatori gradiscono sempre il colpo di scena, una deviazione dal corso degli eventi che sfata il mito di un’affermazione disillusa quale “era già tutto scritto”. E in effetti Marrai non ce l’ha fatta ed il mito non è stato sfatato. La sconfitta con il numero 156 del mondo lascia poco spazio ad ogni interpretazione: Polansky sta infatti attraversando il suo momento migliore. Non è più giovanissimo ed è consapevole di dover sfruttare la condizione attuale per migliorare il proprio ranking.

Altro atleta da non perdere di vista in questo Challenger è sicuramente l’olandese Matwe Middelkoop. Nonostante l’incertezza sulla carta per leggero divario nel ranking con il suo sfidante, il brasiliano Guilherme Clezar, il tulipano se l’è cavata piuttosto agevolmente sul carioca, mostrando buona tenuta fisica e freschezza mentale che potrebbero garantirgli un week-end orbetellano. Ma per un brasiliano che parte ce n’è uno che resta. Si tratta di Leonardo Kirche, che nel primo incontro della sera ha sconfitto Nikola Ciric dopo un avvio di gara che lasciava presagire il contrario. Sotto di un set il sudamericano ha recuperato lucidità e capovolto il risultato a suo favore. Non è mancata un po’ di polemica a giochi fatti, quando Ciric non ha preso troppo bene la sconfitta e si è lamentato a fine partita per una chiamata sbagliata su una palla a suo avviso decisiva. Il serbo rimane comunque per un altro giorno in riva alla laguna per disputare il doppio con Goran Tosic.

Pass per gli ottavi anche per Sergio Gutierrez-Ferrol, che liquida Gonzalez con un 62 64. Come la tradizione del circolo tennis lagunare insegna, gli azzurri portano alta la bandiera tricolore nel torneo di doppio. In attesa di esordire oggi nel tabellone singolare, Gianluca Naso si accontenta di passare il turno a braccetto con Nicola Barraco (nella foto in alto). Senza far troppo rumore i due siciliani, che partecipano grazie ad una wild card, hanno rubato la scena alla coppia più accreditata (era la numero 3 del seed) formata dal francese Romain Jouan e dal nostro Alessandro Motti, battuti senza bisogno del tie-break. Nei quarti se la vedranno con Ariel Behar e Chris Letcher, i quali hanno avuto la meglio, sempre sul campo numero uno, sui francesi Jerome Inzerillo e Julien Obry.

Nel primo incontro gradita sorpresa per Marco Cecchinato, che ha battuto il Belga Yannick Mertens, testa di serie numero 6 del tabellone, con il punteggio di 64 61. In campo adesso sotto la pioggia Matteo Viola.


Nessun Commento per “ITALIANI, CI SIAMO? ”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • “VAGNO” NON SI FERMA L'ascolano manda k.o. anche l'irlandese Conor Niland, e centra la semifinale nel Challenger tedesco di Marburg. A Reggio Emilia fuori Volandri e Fabbiano. Marrai e Ghedin in finale nei tornei ITF
  • VAGNOZZI VS MINAR ATTO SECONDO Simone Vagnozzi supera Dimitrov e si qualifica per la finale del Challenger di Marburg, dove troverà nuovamente Ivo Minar, suo giustiziere al Cairo. Marrai vince ad Aosta, Ghedin k.o. in Norvegia
  • LA PRIMA DI TREVISAN L'allievo di Fabrizio Fanucci si è imposto nel 15 mila dollari di Parma, vincendo il primo torneo Futures della carriera. Vittoria anche per Matteo Marrai, autore di una doppietta a Tehran
  • POLANSKY, BUONA LA PRIMA. FUORI MARRAI Orbetello. Peter Polansky batte al primo turno l'italiano Matteo Marrai con un sonoro 60 60. Il finalista del torneo di Panama City approda così al secondo turno.
  • CAMERIN DICE 32 Maria Elena supera anche Patricia Mayr e porta a 8 il numero delle italiane nel main draw degli U.S. Open. Sconfitto invece Vagnozzi. Analisi sulle ultime partite di qualificazione
  • IL TOUR SI PREPARA ALL’ASSENZA DI NADAL E FEDERER: ECCO COME Le reazioni del circuito alle future assenze di Federer e Nadal: pareri contrastanti

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.