JAMIE MURRAY TUONA: “IN SCOZIA POCO SPAZIO PER IL TENNIS”

Il fratello maggiore del due volte campione Slam non ci sta e accusa su Twitter la Federazione scozzese: " Dopo i vari exploit di Andy poco è stato fatto per incentivare il tennis in Scozia".
venerdì, 7 Novembre 2014

Jamie Murray non ci sta. Il fratello del due volte campione Slam, Andy, utilizzando i social media, ha criticato l’organo di governo scozzese, reo a detta di quest’ultimo di non incentivare abbastanza il tennis in Scozia. Jamie ha scritto su Twitter: “E’ deludente che nulla sia stato fatto per capitalizzare il successo di Andy e consentire al tennis in Scozia di crescere sempre di più. Era un’opportunità unica ed è stata sprecata”.

“Solo due campi al coperto costruiti in sei anni! Ed il membro del personale amministrativo promosso addirittura a capo. Che cosa sta succedendo in cima all’albero? E’ davvero frustrante non essere al passo con gli altri paesi europei, bisognerà cambiare e molto nei prossimi anni”.

Le osservazioni di Murray hanno attirato la seguente risposta da parte della Federazione di tennis scozzese il cui portavoce ha detto in una dichiarazione: “Se Jamie ha preoccupazioni, cui ha ovviamente, vorremmo avere la possibilità di sederci con lui in qualsiasi momento per discutere il suo ingresso nel movimento in un futuro”.

“Le sue opinioni sono ovviamente importanti e saremmo interessati a conoscere meglio il suo pensiero e perchè no i suoi consigli in merito. Abbiamo recentemente nominato un responsabile ad interim che si occuperà della vicenda, egli ha una notevole esperienza nei sistemi di prestazioni, appuntamento questo che è stato fatto con il pieno supporto dei nostri partner di società e di finanziamento (LTA e SportScotland).

“La Federazione scozzese di tennis è pienamente impegnata a far crescere il gioco e a far si che più persone possano da qui in futuro prendere in mano una racchetta da tennis. Questo è evidente dal 51% di aumento del numero dei membri iscritti ai corsi di tennis federali negli ultimi cinque anni”.

“Dal gennaio 2013, più di £ 3.500.000 sono stati investiti in progetti di tennis che sono stati portati a termine o sono in dirittura d’arrivo, questo ha permesso a migliaia di persone di giocare a tennis a livello locale per la prima volta. Alcune delle 2.169 scuole in tutta la Scozia hanno ricevuto la formazione degli insegnanti e di attrezzature per il tennis durante le ore curriculari ed extra-curriculari. Mentre il nostro desiderio è quello di vedere progetti di tennis completati in Scozia, dobbiamo anche riconoscere che assicurare decine di milioni di sterline per il finanziamento dei Partner durante la recente recessione è stata una sfida che va oltre il tennis”.

 


Nessun Commento per “JAMIE MURRAY TUONA: "IN SCOZIA POCO SPAZIO PER IL TENNIS"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.