JARRY: “L’ITF MI HA TRATTATO COME UN CRIMINALE”

Il giocatore cileno ha critica l’ITF per essere stato trattato come un delinquente nella vicenda legata alla sua positività
mercoledì, 29 Aprile 2020

Tennis. La notizia della squalifica per 11 mesi inflitta a Nicolas Jarry è passata in secondo piano per via dell’emergenza sanitaria. Il giocatore cileno, pur essendo stato riconosciuto innocente, non potrà scendere in campo fino a novembre.

“Non ho potuto festeggiare immediatamente. Il giorno seguente sarebbe iniziato Amburgo, e al primo turno avrei dovuto affrontare Alexander Zverev.

Quindi dovevo rimanere con la concentrazione alta. Una volta uscito da Amburgo, ho potuto rilassarmi e godermi la vittoria.

Soltanto i migliori al mondo sono abituati a vincere settimana dopo settimana, solo che i media non lo capiscono.

Per un giocatore di livello inferiore, vincere un titolo è un fatto importante, che si fatica a realizzare. In futuro ho in programma di lavorare su questo, e cercare di essere costante.

È stata dura. Ho dovuto cercare subito degli avvocati da mandare contro l’ATP e l’ITF.

Ci sono rimasto male, perché tu da tennista lavori per loro, e non ti aspetti che siano proprio loro a mandare queste accuse. Mi hanno trattato come se fossi la persona peggiore del mondo” – ha spiegato Jarry in una recente live.

Su una possibile fusione tra ATP e WTA, il cileno ha aggiunto: “Sicuramente sarebbe una cosa innovativa. E buona anche,soprattutto per le ragazze. Resta comunque difficile da realizzare, perché dovrebbero avvenire dei cambiamenti anche a livello ATP, dove attualmente solo i primi 80 giocatori al mondo hanno una buona quantità di risorse economiche. Gli altri giocatori devono guadagnarseli stagione dopo stagione”.


Nessun Commento per “JARRY: "L'ITF MI HA TRATTATO COME UN CRIMINALE"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.