JOHNSON SI PRENDE NOTTINGHAM, KUKUSHKIN TRIONFA A KOSICE

TENNIS - Lo statunitense Steve Johnson vince il Challenger di Nottingham e guadagna una wild card per Wimbledon. Kukushkin si impone a Kosice. Nedovyesov vince a Praga, Reister a Blois
martedì, 18 Giugno 2013

Tennis. Quella appena trascorsa è stata una settimana densa di appuntamenti per il Challenger Tour. Sono infatti quattro i tornei disputatisi, da Nottingham a Praga, passando per Bloise e Kosice.

Steve Johnson si aggiudica il Challenger di Nottingham (€ 64,000 – erba) senza lasciare per strada neanche un set. Dopo aver eliminato – nell’ordine – il britannico Grabb, il promettente Vasek Pospisil e Somdev Devvarman, l’americano in finale ha avuto la meglio su Ruben Bemelmans, 25enne belga numero 134 del mondo, con un doppio 7-5, recuperando un break di svantaggio in entrambi i parziali. Per Johnson, fresco numero 100 del mondo, si tratta del secondo titolo a livello Challenger, il primo sull’erba, dopo la vittoria ottenuta lo scorso anno ad Aptos, in California. “Questa vittoria significa molto per me”, ha detto lo statunitense a fine partita. “È solo il mio secondo torneo sull’erba, quindi per me venire qui e vincere giocando 5 buone partite come ho fatto battendo in finale un giocatore come Ruben [Bemelmans] è davvero speciale”. Sarà sicuramente ‘speciale’ anche la prossima settimana di Steve, che si è guadagnato una wild card per Wimbledon: “Solo una settimana fa ero molto stanco e affaticato, mentre ora, dopo aver disputato un torneo simile, mi sento molto fiducioso in vista dei Championships”. Ottimo anche il torneo di Bemelmans, che, nonostante l’occasione mancata nel primo parziale della finale (ha servito per il set sul 5-4), non si rimprovera nulla: “Ho giocato bene oggi, ma Steve ha davvero un gran dritto con il quale riesce a metterti molta pressione. È un peccato, ma lui ha giocato alla grande i punti decisivi. Tutto il merito va a lui”. Flavio Cipolla, unico italiano presente nel main-draw, non è andato oltre il secondo turno. Dopo aver sconfitto Martin Alund – al quale ha lasciato solo 5 giochi -, il romano si è arreso a Donald Young nel turno successivo.

Al Challenger di Praga (€ 42,500 – terra rossa) trionfa Oleksandr Nedovyesov, ucraino classe 1987. Dopo due turni rivelatisi tutt’altro che agevoli – vittoria in tre set all’esordio contro Jan Mertl, poi doppio 7-5 contro il nostro Alessandro Di Mauro -, il 26enne ha sconfitto prima Cervenak, poi l’esperto Ruben Ramirez Hidalgo, issandosi fino alla finale, nella quale ha letteralmente dominato, impartendo una dura lezione al giovane Javier Marti, classe ’92, sconfitto con un annichilente 6-0, 6-1. Altri due italiani, oltre al già citato Di Mauro, hanno preso parte al torneo; Filippo Volandri e Matteo Viola, entrambi sconfitti al secondo turno.  Il livornese è stato sconfitto in tre set da Pavol Cervenak – 3-6, 6-4, 7-6(4) il punteggio -, mentre il veneziano ha ceduto il passo al futuro finalista, Javier Marti, sempre in tre set – 4-6, 6-3, 6-1 il punteggio finale in favore dello spagnolo.

È Julian Reister ad assicurarsi il Challenger di Blois (€ 30,000+H – terra rossa). Il tedesco, alla seconda affermazione stagionale dopo quella ottenuta al Roma Rai, ha sconfitto in finale il 23enne Dusan Lajovic imponendosi col punteggio di 6-1, 6(3)-7, 7-6(2). Reister, attualmente numero 122 del ranking, è sulla via del ritorno in top 100 a più di 2 anni di distanza dall’ultima apparizione, datata maggio 2011. Gianluca Naso, unico italiano presente in tabellone, è stato eliminato al primo turno dalla testa di serie numero 7, Pablo Carreno Busta, col punteggio di 6-3, 6-4.

Torna alla vittoria Mikhail Kukushkin. Il naturalizzato kazako, attualmente numero 225 del mondo, ha vinto il Kosice Open (€30,000 +H – terra rossa) battendo nell’atto conclusivo del torneo il 21enne bosniaco Damir Dzumhur – 6-4, 1-6, 6-2 il risultato finale. Per Kukushkin, che lo scorso anno raggiungeva il suo best ranking al numero 49, si tratta sicuramente di una vittoria importante – l’ottava a livello Challenger – dopo un anno difficile, in cui è stato pesantemente condizionato dai problemi fisici. Torneo più che positivo per Dzumhur, che ha raggiunto la sua prima finale a livello Challenger. Potito Starace e Alessandro Giannessi, unici azzurri impegnati nel torneo slovacco, sono usciti di scena al primo turno – il primo costretto al ritiro contro Andrej Martin sul punteggio di 6-2, 3-0 in favore dell’argentino; il secondo eliminato con un doppio 6-4 dal brasiliano Clezar.


Nessun Commento per “JOHNSON SI PRENDE NOTTINGHAM, KUKUSHKIN TRIONFA A KOSICE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • CHALLENGER, AL ROMA RAI VINCE REISTER TENNIS - Sono cinque i tornei Challenger disputatisi la scorsa settimana; Reister ha trionfato al Roma Rai, dove hanno deluso Starace e Di Mauro. Kuznetsov ha vinto a Sarasota, Martin a […]
  • MELZER VINCE A DALLAS, MANNARINO A SARAJEVO TENNIS - L'austriaco, numero 42 del mondo, si aggiudica il Dallas Tennis Classic battendo in finale il qualificato Denis Kudla. A Sarajevo trionfa Mannarino
  • CUEVAS TORNA ALLA VITTORIA TENNIS - Il tennista uruguaiano a Buenos Aires è tornato alla vittoria dopo 2 anni di buio dovuti a un infortunio al ginocchio. Nedovyesov ha trionfato a Kazan, Ebden a Melbourne
  • QUALIFICAZIONI AUSTRALIAN OPEN, ITALIANI BENE A METÀ TENNIS – Sono iniziate le qualificazioni del primo Slam stagionale. Nella notte italiana sono scesi in campo undici azzurri: in cinque hanno passato il turno a fronte di sei eliminazioni. […]
  • LORENZI E STARACE, FINALI AMARE Paolo e Potito sfiorano il successo nel circuito Challenger, perdendo nell'ultimo atto a San Luis Potosi e Barletta. Giorgini si aggiudica l'Italy F3. Il quadro di tutti i tornei nella […]
  • ROLAND GARROS: 9 AZZURRI A CACCIA DEL MAIN DRAW Obiettivo numero uno, aumentare la presenza degli italiani in campo a Parigi. Con Fognini, Seppi e Volandri già nel tabellone principale, altri nove azzurri tenteranno, nelle […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.