ALZATE LA MANO!

In tivù Justine Henin è tornata a parlare di un episodio controverso capitato nella semifinale del Roland Garros 2003 mentre era impegnata contro Serena Williams. Vediamo cosa era successo...
giovedì, 24 Febbraio 2011

Roma – Qualcuno di voi forse se lo ricorderà. Era il 2003, Justine Henin e Serena Williams si giocavano un posto in finale al Roland Garros. Sul 4-2, 30-0 per Serena nel terzo e decisivo set, proprio quando l’americana si accingeva a servire, Justine ha alzato la mano indicando che non era pronta a ricevere. Succede spesso, nel tennis. Il servizio si ripete senza conseguenze. Come da prassi la Williams mandò quindi la palla in rete, convinta di dover ripetere il servizio.

Bugiarda. Invece no. L’arbitro non aveva visto il gesto della Henin, e la Henin non disse nulla. Zitta, come se mai avesse alzato la mano. Serena perse 4 punti di fila, perse il turno di battuta, e anche il match per 6/2 4/6 7/5. Al termine dell’incontro una Williams arrabbiata e delusa si scagliò contro la belga, accusandola di essere “bugiarda e calcolatrice”.

Cosa sarebbe successo se… Rivedendo il video del fatto, è difficile capire chi abbia effettivamente ragione. Perché Serena non si è fermata. Ha servito, e quando ha visto che la palla era finita in rete ha detto al giudice di sedia che Justine aveva alzato la mano. Ma se avesse messo a segno un ace, la Williams si sarebbe fermata?

Nessuno può saperlo. Di certo entrambe le giocatrici hanno tentatto di approfittare di un fatto ambiguo, cercando di portare acqua al loro mulino.

“Volevo farmi rispettare”. Ora che si è ritirata, Justine ha voluto parlare di quel giorno. In un’intervista rilasciata ad una televisione belga, la ex n.1 del mondo ha dichiarato: “Sicuramente Serena è stata disturbata da quello che è successo. C’è molta tensione in partite come quella, si reagisce d’istinto. Certo, non è un bel ricordo, ma allo stesso tempo successe qualcosa di magico. Non so se fu quel fatto a cambiare l’esito della partita. Penso sia stato un modo per farmi rispettare, si sa che le Williams hanno un atteggiamento difficile da gestire, un po’ intimidatorio. Ed è una cosa a cui devi essere preparato quando ti trovi a giocare con una di loro”.

“Non sono Justine”. Qualche anno più tardi, nella semifinale degli Internazionali di Roma del 2010, accade un episodio simile. Era il tie-break del terzo set. Jelena Jankovic serviva sul punteggio di 5-3 per la Williams. Quando la serba aveva già iniziato il movimento della battuta, Serena alza la mano per bloccarla. Il giudice di sedia la vede, e fa ripetere il punto. “She has to be ready” (Lei deve essere pronta) ha protestato la Jankovic parlando con l’arbitro, invano. Il punto si ripete. Al momento della stretta di mano, al termine del match vinto dalla serba, Serena ha tenuto a precisare all’avversaria: “Non ti avrei mai imbrogliata, credimi. Non sono Justine, capisci cosa intendo?”.

Insomma c’è chi fa la furba da una parte, e chi fa la furba dall’altra. In fondo solo l’arbitro può decidere a chi dare ragione. E forse, è meglio così.


Nessun Commento per “ALZATE LA MANO!”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • WTA, INFORTUNI E (PROBABILI) RITORNI Serena Williams dovrà operarsi per un taglio al piede destro e salterà i prossimi tre tornei. Fuori da Portorose la Lisicki, per mancato recupero, mentre la Henin dovrebbe tornare a Pechino.
  • VENUS E SERENA, DUE SORELLE SUL TETTO DEL MONDO La danza di Venus sul Centre Court, gli Ori ai Giochi Olimpici di Sydney, finché, il 10 giugno 2002, le sorelle Williams diventano numero 1 e 2 del mondo. Al dominio di Serena fa seguito […]
  • GONZALEZ OUT, DEL POTRO IN Il cileno fuori nove mesi per anca e ginocchio, mentre l'argentino torna in campo a Bangkok. Buone nuove per Serena Williams e Justine Henin
  • JUSTINE HENIN, L’ULTIMA REGINA DI FRANCIA TENNIS - Una promessa fatta alla madre finisce con il diventare un’ossessione per Justine Henin. L’indole cupa, la dedizione assoluta al tennis ed il talento intriso di genialità; un […]
  • NESSUNA FINE, CI SARÀ UN NUOVO INIZIO? La fine del mondo fissata alle ore 17 del 21-12-2012 non è sopravvenuta. Nonostante lo scampato pericolo, noi dobbiamo finire di distribuire gli inviti per salire a bordo dell’Arca. In […]
  • SERENA WILLIAMS: ”SONO FELICE, MA NON FESTEGGIO!” L'americana si è dichiarata troppo stanca per festeggiare il suo quarto titolo degli Internazionali d'Italia, forse fuori dal campo comincia ad accusare i suoi 35 anni!

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.