KERBER, CUORE E COSTANZA

"Dopo New York ho iniziato a giocare più rilassata, con meno pressione e cominciando a credere di più in me stessa. Ho un bel team adesso alle mie spalle e penso che questo mi stia aiutando tanto"
domenica, 12 Febbraio 2012

Parigi (Francia) – Poche parole, ma l’emozione di questo primo titolo è tutta visibile negli occhi: Angelique Kerber conquista a 24 anni il suo primo titolo Wta a Parigi e corona la settimana raggiungendo anche il best ranking della sua carriera.

Nonostante un certo timore, che aveva preso il sopravvento nel secondo set, la tedesca ha meritato il titolo parigino perché  da una parte ha saputo tenere testa ad un’avversaria di livello come Marion Bartoli, e dall’altra non si è arresa di fronte ad un intero stadio che le tifava contro.

Come mai non sei riuscita a chiudere la partita nel secondo set? E’ salita un po’ di tensione?

Si, ero un po’ nervosa, soprattutto quando mi son ritrovata avanti sul 5-2, ma devo dare atto a Marion che ha giocato davvero bene da quel momento in poi. Sono contenta di essere riuscita poi a chiudere la partita a mio favore nel terzo parziale.

Quale significato ha per te questa vittoria?

E’ chiaro che questo titolo vale molto per me: in questo periodo la fiducia nelle mie capacità è cresciuta tanto ed oggi questo successo è la conferma dei progressi che ho fatto. So che posso battermi al livello delle migliori e questo mio primo traguardo me lo voglio godere al massimo.

Questa finale e il titolo sono traguardi importanti nella tua crescita…

Ieri è stata la mia settima semifinale consecutiva e quindi essere arrivata nuovamente, dopo due anni, in finale è stata una bella emozione. Sono entrata in campo oggi con la consapevolezza che non avevo nulla da perdere e che lei era la favorita, visto che giocava in casa. Io ho cercato solo di pensare a me stessa e di concentrarmi su ogni singolo punto e fortunatamente ha funzionato.

Sei una delle giocatrici che ha fatto più progressi negli ultimi sei mesi, qual è il tuo punto di vista?

E’ un qualcosa che è iniziato con le semifinali di New York: dopo quel traguardo ho iniziato a giocare più rilassata, con meno pressione e cominciando a credere di più in me stessa. Ho davvero un bel team adesso alle mie spalle e penso che questo mi stia aiutando tanto.

Ti vedi più forte mentalmente rispetto alla scorsa stagione? Pensi che il risultato sarebbe stato diverso un anno fa?

Si credo di essere più forte mentalmente rispetto allo scorso anno, grazie anche alle numerose esperienze che ho fatto nel corso della stagione, ma non dimentichiamoci che dall’altra parte della rete oggi c’era una grande avversaria: lei si è battuta su ogni punto. Dopo i quattro match point persi nel terzo set, ho fatto un lungo respiro ed ho cercato di ritrovare la concentrazione e quando ho messo a segno l’ultimo punto è stata un’emozione indescrivibile.

Tornando indietro, visti i risultati deludenti nello Slam londinese, cosa hai fatto per cambiare marcia?

Dopo Wimbledon mi sono ritirata dai tornei successivi ed ho cercato solo di concentrarmi sulla mia preparazione e sul mio gioco. Mi sono impegnata molto sul lato del fitness e credo che questo stia dando i suoi risultati, visto che la mia tenuta in campo è maggiore rispetto a prima. Questo mi aiuta a giocare a meglio sia i match di lunga durata, sia a sostenere più partite nell’arco della settimana.

Vista la vittoria, partirai comunque per Doha?

Si giocherò Doha, come era nei programmi, e infatti ora devo scappare via perché ho un aereo da prendere al volo…


Nessun Commento per “KERBER, CUORE E COSTANZA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • BARTOLI: “LE DONNE AL MEGLIO DEI CINQUE? SOLO NELLE GRANDI FINALI” TENNIS – La campionessa di Wimbledon Marion Bartoli non crede che giocare al meglio dei cinque set possa favorire le donne nei Grandi Slam, ma non si oppone all'idea che possa comunque […]
  • KERBER IN FIDUCIA "Domani sarà un altro match, un altro incontro molto duro. E’ chiaro che lei in qualche modo parte favorita, perché avrà dalla sua il pubblico, e visto come si è battuta negli ultimi […]
  • GDF SUEZ: VOLA ANGELIQUE A Parigi Angelique Kerber conquista il suo primo titolo della carriera stoppando l'ennesima rimonta di Marion Bartolì, che alla fine si arrende 7-6 5-7 6-3. A Pattaya successo finale di […]
  • FEDERER AL ROLAND GARROS: “MI SIETE MANCATI” La gioia di Roger Federer dopo la vittoria nel match d'esordio a Parigi, davanti ad un pubblico che lo acclama dal primo all'ultimo scambio.
  • KVITOVA AVANTI, KERBER OK Petra Kvitova avanza, non senza qualche difficoltà, agli Internazionali Bnl d'Italia battendo in tre set la romena Cirstea. La Kerber si aggiudica il derby tedesco contro la Goerges
  • MARIA SHARAPOVA PROSEGUE LA SUA MARCIA, VENUS D’AUTORE Ennesimo 6-0 6-0 di Maria Sharapova, al terzo turno affronterà Venus Williams. Avanti Angelique Kerber; ora la attende la 17enne Madison Keys. Cibulkova sconfitta dalla Savinykh.

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.