KRAJICEK, 45 ANNI E UN DOMANI CHE NON MUORE MAI

Compie 45 anni Richard Peter Stanislav Krajicek, ex tennista olandese vincitore di 20 tornei in una carriera impreziosita dal trionfo di Wimbledon.
martedì, 6 Dicembre 2016

TENNIS – Un compleanno speciale, un traguardo importante per un tennista che ha lasciato il segno durante la sua carriera. Compie oggi 45 anni Richard Peter Stanislav Krajicek, olandese di passaporto ma figlio di immigrati cechi.  Una storia tennistica nata nel 1975 all’età di 4 anni, impreziosita dal passaggio ai professionisti nel 1989. Il 1991 è l’anno del suo primo trionfo, sia in singolare – in un torneo di prima fascia ad Hong Kong – che in doppio ad Hilversum. Nel 1993 per il tennista di Muiderberg è l’anno di una parziale consacrazione, che arriva al Roland Garros dove esce a testa alta in semifinale contro il campione in carica Jim Courier. È però il 1996 l’anno da incorniciare, visto che riuscì a conquistare Wimbledon partendo non certo tra i favoriti e battendo in fila il più quotato per la vittoria Pete Sampras, Stoltenberg in semifinale e lo statunitense Washington in finale. Il trionfo inglese ha consacrato Krajicek come il primo olandese capace di alzare il trofeo al cielo londinese. L’appuntamento con Wimledon si rinnovò nel 1998, dove fu Ivanisevic a fermare la sua corsa dopo un match interminabile, concluso al quinto set sul 15-13.

Solo un anno più tardi riuscì a raggiungere il numero 4 del ranking, la più alta raggiunta nella sua carriera. A 32 anni nel 2003, Krajicek decide di abbandonare il circuito professionistico, dopo aver portato nella sua bacheca 17 titoli nel singolare e 3 nel doppio. Gli appassionati di tennis ricorderanno con piacere la sua grande capacità di servire molto bene, consentendogli ottime percentuali di ace e buone possibilità di scendere a rete subito dopo la ribattuta dell’avversario. L’ace più bello è però arrivato dalla vita, visto che nel 1999 ha sposato la scrittrice e attrice olandese Daphne Deckers, nota per aver recitato nel film di James Bond Agente 007 – Il domani non muore mai e per aver condotto in patria il Grande Fratello. Il tennis resta però un affare di famiglia in casa Krajicek, visto che anche Michaella, sorella di Richard ha impressionato gli addetti ai lavori nel 2004 e nel 2015, risultando una delle più interessanti tenniste tra le juniores e rientrando poi tra le prime 100 al mondo a soli 16 anni. Di anni invece Richard ne compie 45, e altrettante saranno le candeline sulla sua torta che gli ricorda che il domani non muore mai.


Nessun Commento per “KRAJICEK, 45 ANNI E UN DOMANI CHE NON MUORE MAI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.