KYRGIOS: “DEVO ESSERE PIÙ PROFESSIONALE PER VINCERE SLAM”

Dopo la sconfitta contro Nadal a Wimbledon, Kyrgios ha individuato le lacune che non gli permettono di vincere Slam
lunedì, 24 Giugno 2019

Tennis. Non sono mancate le polemiche al termine del big match tra Nick Kyrgios e Rafael Nadal a Wimbledon. Il tennista australiano si è più volte lamentato nel corso del match, ma in conferenza ha comunque rivolto dei sinceri elogi al fuoriclasse spagnolo.

Rafa gioca bene, quando spara il dritto è durissima; è stato un bel match, due tie-break, lui era on fire. So di cosa sono capace ma dipende anche da tante altre cose. Devo essere più professionale per poter competere per vincere Slam, non riesco a fare la vita che fanno Roger, Rafa e Novak.

Contro Rafa è difficile servire da sinistra, lui si posiziona come volesse invitarti a servire esterno, a quel punto tu lo sai e se te la senti puoi provare a fare serve&volley. Io l’ho fatto anche bene oggi qualche volta, ma lui risponde benissimo” – ha dichiarato il talento di Canberra.

Non poteva mancare un commento sull’arbitraggio: “L’arbitro oggi è stato terribile: io servivo, Rafa diceva stop, ma la regola è che lui deve essere pronto, e l’arbitro non ha fatto quello che doveva, ma certamente non ho perso per questo. Quando gli è arrivato il passante addosso, perché avrei dovuto scusarmi?

Quanti Slam ha vinto, quanti soldi ha guadagnato, e non può prendersi una pallata nel petto se capita? Di Rafa ammiro l’abilità di giocare ogni singolo punto con la stessa intensità, e poi probabilmente dopo Federer è il migliore con la combinazione servizio-dritto.”


Nessun Commento per “KYRGIOS: "DEVO ESSERE PIÙ PROFESSIONALE PER VINCERE SLAM"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.