KYRGIOS: “IL TOUR MI MANCA, MA NON MI PENTO DELLA MIA SCELTA”

Il talento australiano non si pente della scelta di rimanere in Australia, con la speranza di poter disputare l’Happy Slam
lunedì, 19 Ottobre 2020

Tennis. Nick Kyrgios deve ancora tornare a giocare dopo la lunghissima sospensione del circuito per l’emergenza Coronavirus.

L’australiano ha deciso di rimanere nel suo paese in questo difficile momento, preferendo concentrarsi direttamente sul 2021.

Il talento di Canberra era stato uno dei grandi protagonisti dell’Australian Open 2020, che aveva utilizzato come vetrina per inviare importanti messaggi sociali.

Tutti hanno potuto vedere dalle immagini trasmesse dai media quello che stava succedendo. 

Ho utilizzato i social per dire che avrei fatto una donazione per ogni mio ace agli Australian Open, ma non stavo cercando visibilità, non l’ho fatto per quel motivo ma solo per dare una mano in maniera concreta“ – ha raccontato Kyrgios in una recente intervisa.

Nonostante le dichiarazioni, la prossima edizione dell’Happy Slam è in bilico: “Incrociamo le dita, speriamo si possa disputare senza problemi. Spero di farmi trovare al meglio della condizione. 

Il tour mi manca molto ma ho preso una decisone di cui non mi sono pentito. Mi sono concentrato sul altri aspetti della vita che viaggiando molto per il tennis ho trascurato”.

Il 2020 è stato l’anno della morte di Kobe Bryant: “Ricordo tutto alla perfezione di quel giorno. È stata la prima cosa che ho saputo accendendo il telefono ma non volevo crederci. 

All’inizio pensavo ad una fake news poi ho avuto la conferma ed è stato uno shock. Sono sceso in campo con la sua maglietta ed in mente non avevo altro che lui“.


Nessun Commento per “KYRGIOS: "IL TOUR MI MANCA, MA NON MI PENTO DELLA MIA SCELTA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.