LA LAVER CUP E’ ANCORA DELL’EUROPA

La squadra capitana da Bjorn Borg si è imposta co un clamoroso 14-1
domenica, 26 Settembre 2021

TENNIS – Per la prima volta da quando è nata la la Laver Cup non c’erano in campo Roger Federer (comunque presente in tribuna per la gioia di tutti i tifosi presenti sugli salti), Rafa Nadal e Novak Djokovic, ma per il Team Europe ha fatto davvero poca differenza. A Boston infatti, in una quarta edizione della manifestazione ancor più senza storia rispetto alle precedenti, la selezione diretta da Bjorn Borg ha surclassato il Team World di John McEnroe con un clamoroso 14-1.

A garantire il successo della squadra europea è stato il doppio che ha aperto oggi la giornata di incontri numero 3, con Andrey Rublev e Alexander Zverev che hanno superato al super tie-break (6-2 6-7 10/3 il punteggio finale in loro favore) la coppia nordamericana composta da Reilly Opelka e Denis Shapovalov, rendendo del tutto inutili gli ultimi tre match di singolare dato che al terzo giorno di questa competizione il regolamento prevede che ogni vittoria assegna 3 punti. Si è trattato quindi di una bella soddisfazione anche per il “nostro” Matteo Berrettini, che alla sua prima presenza alla Laver Cup ha consegnato agli almanacchi il match più lungo della competizione, sconfiggendo Felix Auger-Aliassime in oltre tre ore di ore di gioco. Ma al di là di questo bel risultato che ha regalato anche grande spettacolo agli appassionati di tennis di tutto il mondo, per il romano è stata senza dubbio una esperienza straordinaria che potrà portarsi in dote in vista degli ultimi mesi della stagione.

(Nella foto il Team Europe con la coppa – www.zimbio.com)


Nessun Commento per “LA LAVER CUP E' ANCORA DELL'EUROPA”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.