LA MUGURUZA SCIOGLIE I DUBBI. “GIOCHERO’ PER LA SPAGNA IN FED CUP”

Garbiñe Muguruza rompe gli indugi e si dichiara 'molto orgogliosa' di rappresentare la Spagna nella prossima Fed Cup. Decisione questa che pare non abbiano preso benissimo in Venezuela...
lunedì, 1 Dicembre 2014

C’è voluto del tempo ma alla fine Garbiñe Muguruza ha deciso. La ventunenne giocatrice originaria di Guatire (Venezuela) ha scelto di difendere i colori della Spagna in Fed Cup.

“E ‘stata una decisione molto difficile, il termine esatto è senza dubbio sofferta. La Spagna è oggi il paese con il quale ho più legami per una serie di motivi. Dopo una serie di ripensamenti mi sono detta: ‘Garbiñe, questo è ciò che deve essere,’ ha detto la Muguruza in un’intervista con AS.

“Mi sento basca, catalana, spagnola e venezuelana. I miei amici, i miei punti di appoggio e le migliori opzioni sportive per me sono qui in Spagna. Questa opzione è sicuramente un passo importante per la mia carriera, non solo pensando alla Fed Cupe ma anche con un occhio rivolto alle Olimpiadi. Sono felice e spero che i rapporti con il Venezuale non si siano guastati”.

Con la Spagna, Muguruza può combattere nel 2015 per il ritorno dell “Armada” al World Group I, dal momento che la squadra figra al momento in seconda divisione. Per questo, l’iberica avrà una partita difficile nel primo turno del prossimo anno, la Romania di una signora giocatrice come Simona Halep, match che potrebbe valere certamente i playoff.

La Muguruza, attualmente numero venti del mondo, ritiene che nel più breve tempo possibile possa anche approdare nella top ten. “Abbiamo un numero uno indiscusso  che è Serena Williams. Dopo di che ci sono un numero di giocatrici di alto livello ma non una migliore dell’altra. Magari con un po’ più di esperienza potrò entrare a far parte di questo lotto e provarmela a giocare con tutte. Sono determinata nel voler migliorare costantemente giorno dopo giorno, le motivazioni sono altissime e non vedo l’ora di tornare in campo nei principali tornei del circuito per poter riprovare l’ebrezza di giocare in palcoscenici unici contro giocatrici davvero super”.

Proprio su Serena Williams la giocatrice neo-spagnola racconta un piccolo aneddoto della sua infanzia: “Quando avevo dieci anni passavo ore e ore al televisore ammirandola dominare il campo proprio come adesso. Quando l’ho affrontata prima e battuta dopo al Roland Garros ho dovuto superare quella barriera di rispetto e paura unita al fatto che si giocava a Parigi, teatro dei sogni ideale per qualsivoglia tennista. Si, forse da quel momento ho capito che nulla poteva essermi precluso fermo restando che solo e soltanto l’allenamento quotidiano e la fatica può portarti a migliorare e a ritrovare quelle gioie”.


Nessun Commento per “LA MUGURUZA SCIOGLIE I DUBBI. "GIOCHERO' PER LA SPAGNA IN FED CUP"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.