LA PRIMA SINFONIA DI DIMITROV. TRIONFANO ANCHE GASQUET E HAAS

TENNIS - Finalmente il primo acuto del giovane bulgaro che a Stoccolma rimonta il set di svantaggio a Ferrer inaugurando la sua personale bacheca. A Mosca Gasquet vince un duro match contro Kukushkin e scalza il connazionale Tsonga dal nono posto della Race. Haas conquista il secondo titolo dell'anno in quel di Vienna
domenica, 20 Ottobre 2013

Tennis. Al 22enne Grigor Dimitrov che alza le braccia al cielo per la prima volta a Stoccolma risponde il buon vecchio Tommy Haas (35 anni) che a Vienna conquista il suo secondo trofeo stagionale. I rovesci ad una mano di ieri e di domani si ritrovano a vincere oggi in un ipotetico, quanto suggestivo, passaggio di consegne a distanza di qualche chilometro. In mezzo la non trascurabile vittoria, anche in ottica Race to London, di Richard Gasquet (altro “discreto” rovescio) che da Mosca rimette tutto in discussione ed allontana Jo-Wilfried Tsonga dalle Finals. Questo il possibile riassunto di una domenica ricca di finali e di partite combattute ed appassionanti. Scendiamo nel dettaglio.

Cominciamo dal primo match conclusosi in ordine temporale, ossia l’atto finale della Kremlin Cup. La testa di serie numero uno del tabellone affrontava un sorprendente Mikhail Kukushkin cui evidentemente l’aria della Russia fa bene avendo giocato qui entrambe le finali della sua carriera fino ad ora (la prima vinta a San Pietroburgo nel 2010). Il kazako proveniva dalle qualificazioni e si era reso protagonista di una cavalcata a tratti irresistibile, ne sa qualcosa anche il nostro Andreas Seppi. Secondo scontro diretto tra i due dopo il terzo turno di Toronto del 2012 da cui uscì vincente il transalpino. È stato un incontro molto duro, la scalata alla vittoria finale è stata irta di ostacoli per il transalpino che in qualche occasione ha barcollato sotto i colpi di dritto del kazako apparso in grande spolvero. Nel primo set entrambi i tennisti non servono al meglio concedendo molto in battuta. Alla fine la spunta Kukushkin il quale sul 3 pari sfrutta una importante palla break e rischia di rubare il nuovamente servizio al francese che nel nono gioco deve annullare ben tre set point. Cambia poco perché il kazako chiuderà nel game seguente ai vantaggi e con l’aiuto del nastro. L’incontro prosegue con ritmi molto alti e nel secondo parziale è Gasquet a prevalere, dopo un iniziale scambio di break, sfruttando un clamoroso passaggio a vuoto dell’avversario che si trovava a servire sul 5-4 per il francese. Simile lo sviluppo del terzo match. Kukushkin mette paura al transalpino quando vola 4-3 e servizio convertendo la quarta opportunità di palla break. A questo punto la differenza la fa la classe dell’attuale numero 10 del mondo capace di riprendersi il break ed ottenere poi la vittoria grazie anche ai numerosi svarioni di dritto del kazako oramai allo sbando. Per Gasquet è il terzo titolo (eguagliato il 2006) di questo splendido 2013. Il francese è a due vittorie dalle 50 che costituirebbero un record assoluto per lui in carriera. Superato in volata il connazionale Tsonga (che non è andato oltre la semi a Vienna) nella Race, ad oggi l’ultimo posto disponibile per approdare a Londra sarebbe suo.

Dodici anni sono passati dal primo titolo di un giovane Haas a Vienna ed oggi quello stesso tennista, con qualche anno in più, torna a trionfare conquistando il suo 15esimo titolo in carriera, secondo di questa stagione dopo il BMW Open di Monaco. La finale di oggi lo vedeva opposto a Robin Haase. L’olandese era riuscito nel corso della settimana ad estromettere Fabio Fognini ai quarti e Tsonga in semifinale, rispettivamente i numeri 3 ed 1 del seeding. Si trattava del primo incrocio tra i due finalisti ed a cominciare meglio è stato proprio l’olandese che ha conseguito un subitaneo break nel primo set. Haas ci ha messo un po’ per carburare, ma poi è riuscito a ribaltare la situazione vincendo sei dei sette giochi seguenti aggiudicandosi così il primo parziale. Dopo aver concesso il secondo set per Haas la situazione si era fatta complicata quando Haase ha conseguito il break sul 3-2 trovando l’allungo che poteva significare titolo. Il tedesco però mai domo è riuscito a controbreakkare subito dopo trovando infine il break decisivo sul 5-4. Non sono ancora svaniti per il teutonico i sogni londinesi. Con la vittoria di oggi Haas, alla dodicesima posizione della Race, ha accorciato nei confronti di Raonic (quarti a Stoccolma) e Tsonga. Non sarà di certo una missione facile, ma con i 1500 punti ancora in palio nelle prossime due settimane è lecito e d’obbligo provarci.

Stoccolma è stata la cornice della prima vittoria di Grigor Dimitrov in un torneo Atp. Il bulgaro mette in bacheca il primo trofeo della carriera a 22 anni in una finale molto tirata in cui ha trovato anche la prima vittoria su David Ferrer. Lo spagnolo infatti prima di oggi lo aveva sempre battuto nei precedenti tre incontri avvenuti tra 2011 e 2012. Settima finale quest’anno per il motorino di Javea, che ha già in tasca il biglietto aereo per Londra. Ferru oggi era alla ricerca del terzo trofeo stagionale dopo Auckland e Buenos Aires. È stato proprio il numero 3 del mondo a partire meglio intascando il primo set. Decisivi i tre break conquistati, su nove tentativi, dall’iberico che ha fatto valere la maggiore efficacia in risposta soprattutto alle seconde del bulgaro. Dopo di che è salito in cattedra Dimitrov che ha prima pareggiato i conti e poi ribaltato totalmente il risultato sconvolgendo i pronostici che non lo vedevano partire favorito. Decisivo il break ottenuto sul 3 pari del terzo set. Al momento di servire per il match il braccio del bulgaro non ha tremato dunque largo ai festeggiamenti. Buona la seconda per il bulgaro.

Di seguito i risultati:

Kremlin Cup, Mosca – Finale

Richard Gasquet [1] d Mikhail Kukushkin [Q] 4-6 6-4 6-4

Erste Bank Open, Vienna – Finale

Tommy Haas [2] d Robin Haase 6-3 4-6 6-4

If Stockholm Open, Stoccolma – Finale 

Grigor Dimitrov [7] d David Ferrer [1] 2-6 6-3 6-4


Nessun Commento per “LA PRIMA SINFONIA DI DIMITROV. TRIONFANO ANCHE GASQUET E HAAS”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • FOGNINI AI QUARTI A VIENNA, AVANTI TSONGA TENNIS - Prima volta ai quarti di finale di Vienna per il ligure grazie alla vittoria in due set su Lukasz Kubot. Alla Kremlin Cup Gasquet batte il padrone di casa Donskoy e continua la […]
  • CIPOLLA UNICO AZZURRO PROMOSSO A Mosca il tennista romano supera Teymuraz Gabashvili con un doppio 6-4 e si qualifica per il secondo turno. Prima di lui era stato eliminato Simone Bolelli, sconfitto da Ivo Karlovic. […]
  • LORENZI SENZA PROBLEMI SU PAIRE A Vienna il tennista senese supera il numero 7 del seeding Benoit Paire in due set, e si qualifica per gli ottavi di finale. A Stoccolma Falla salva tre match-point ed elimina Hajek. Al […]
  • MOSCA: KUKUSHKIN FA FUORI SEPPI, GASQUET DISINNESCA KARLOVIC TENNIS - Gran prova del numero 102 del mondo che estromette il campione in carica apparso abulico e poco propositivo per lunghi tratti del match. L'altoatesino manca così la seconda […]
  • NADAL AVANTI IN QUATTRO, BENE GASQUET E HAAS, FERRER AGLI OTTAVI TENNIS – Il maiorchino, come già capitatogli contro Brands, smarrisce il primo set e poi dilaga. Nessuno problema per il francese e il tedesco che risparmiano le energie in vista dei […]
  • PIOGGIA DI SORPRESE Giornata ricca di emozioni per i tornei Atp di Mosca e Stoccolma. In Russia sono caduti Dolgopolov e Muller, in Svezia Wawrinka e Chela, mentre Monfils ha rischiato davvero grosso contro un buon Tomic

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.