LA SHARAPOVA ANNUNCIA IL SUO RITORNO PER BRISBANE

La giocatrice russa, dopo mesi di inattività, annuncia sul suo sito web il proprio ritorno in campo previsto per gli International australiani, rampa di lancio per gli Aussie Open.
sabato, 16 Novembre 2013

Tennis. Nel Queensland australiano, una regina del tennis potrebbe presto tornare ad imperare, riprendendo in mano il trono (e racchetta) dopo mesi e mesi di abdicamento forzato. Trattasi della 26enne russa Maria Sharapova: la siberiana, infatti, dovrebbe tornare a calcare un campo di gioco proprio in occasione del torneo di preparazione degli Australian Open di Brisbane, dopo una lunga pausa che si protrae da metà agosto.

La stessa Maria ha confermato il suo ritorno in scena attraverso il suo personalissimo sito web, pubblicando on line uno schedario riguardante i tornei che la prossima rientrante russa affronterà nei primi sei mesi del 2014; ebbene, il WTA Premier ‘Brisbane International’ su cemento (con un milione di dollari di prize money) che si disputerà nella capitale del Queensland (zona a nord-est dell’Australia) dal 29 dicembre alla finale del 5 gennaio è la tappa prescelta dalla Sharapova per consumare il suo trionfale comeback.

Una scelta, quella indirizzata verso il torneo di Brisbane, non di certo casuale: prima di tutto, c’è da considerare il grande prestigio che emana questa manifestazione, una delle più antiche dell’intero circuito storico WTA (nasce nel 1890 come ‘Queensland Championships’, per poi diventare nel 2009 un tutt’uno col Tier III “Australian Women’s Hardcourt” della Gold Coast) e che vede tra i suoi partecipanti già accertati per l’edizione del 2014 le due attualmente migliori giocatrici sulla Terra, Viktoria Azarenka e soprattutto Serena Williams, ad arricchire ancor di più l’importanza e l’eco mediatico della manifestazione.

Inoltre, il Torneo di Adelaide è tappa fondamentale, quasi obbligata, per iniziare la stagione di caccia Australiana, che si concluderà con l’Open di Melbourne di fine gennaio. Le entries ufficiali del torneo dovrebbero essere annunciate entro martedì prossimo, ma è praticamente ufficiale la presenza in contemporanea al Tennyson Tennis Centre di Brisbane in quel di gennaio proprio della Williams, della Azarenka e della stessa Sharapova: tre grandissime giocatrici e altrettante campionesse degli Australian Open, che non a caso hanno confermato la propria partecipazione ai Queenland Championships per preparare in maniera adeguata l’Australian Open Campaign.

La notizia del ritorno in campo della Sharapova previsto per il torneo di Brisbane non è propriamente una breaking news. La giocatrice, attualmente retrocessa alla quarta posizione del ranking mondiale WTA, aveva infatti già fatto intendere in quel di ottobre che sarebbe stato l’International australiano il torneo prescelto per tornare a donare al mondo i suoi colpi urlanti: il Courier-Mail, testata principale del Queensland, ha infatti pubblicato il 16 di ottobre le dichiarazioni di Maria provenienti da una sessione di Questions and Answers via Twitter, nella quale annunciava appunto che avrebbe ripreso la sua rincorsa alla corona nella Terra della Regina (così denominata in nome della regina  Vittoria, che nel 1859 separò questa colonia dal Nuovo Galles del Sud).

Una rincorsa dura anche solamente da immaginare per Maria, che dopo mesi di inattività (l’ultimo match giocato dalla russa risale a questo agosto, dove perse al primo turno del torneo indoor di Cincinnati contro l’americana Sloane Stephens; prima ancora, Maria s’era presa una pausa di due mesi, dopo essere uscita solo al secondo round di Wimbledon, cortesia della portoghese Larcher de Brito) ha certamente intenzione di porsi come obbiettivo primario per il 2014 che sta per arrivare una grintosa rimonta ai vertici del ranking WTA, che ora come ora le proietta davanti a se le sagome, oltre della campionessa uscente del torneo di Brisbane Serena Williams e della campionessa uscente degli Aussie Open Vika Azarenka, anche quella della cinese Li Na, finalista l’anno scorso dello Slam oceanico e un mese fa delle finali femminili di Istanbul.

Una rimonta che, appunto, dovrebbe partire proprio dal Torneo di Adelaide. Per Maria, quella in programma tra un mese dovrebbe essere la prima partecipazione in assoluto agli Internationali di Brisbane: infatti, la russa in carriera aveva già proposto la sua iscrizione ai Queenland Championhips per tre volte (una delle quali quando, nel 2008, i tornei della Gold Cost e di Brisbane erano ancora separati; in quel caso, propose la sua partecipazione alla prima delle due competizioni australiane), per poi puntualmente chiamarsi fuori dai tabelloni principali per colpa di alcuni infortuni. Nel gennaio scorso, per esempio, fu vicinissima a competere per il suo primo incontro al Tennyson, ma alla fine dovette rinunciare per l’ennesima volta per via di un indolenzimento della clavicola. Quest’anno, però, i fan di tennis australiani sperano davvero che questa sia la volta buona per poter finalmente ammirare da vicino la bella giocatrice russa.

Il torneo di Brisbane sarà dunque una grossa opportunità per Maria per confrontarsi subito ad altissimi livelli, e soprattutto per comprendere meglio le proprie reali potenzialità di ritornare presto ai vertici del ranking WTA, o per lo meno sul podio. In ogni caso, che partecipi o meno al Premier oceanico e nonostante venga da un’annata piuttosto disastrata, la russa può guardare serenamente al suo passato e, soprattutto, al suo futuro: il 2014 potrebbe essere, infatti, l’ottavo anno di fila nel quale la sportiva più ricca del mondo potrebbe confermarsi a fine stagione come classificata tra le prime cinque giocatrici al mondo.


Nessun Commento per “LA SHARAPOVA ANNUNCIA IL SUO RITORNO PER BRISBANE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.