LA SVIZZERA VUOL CANCELLARE IL RECORD DI PRESENZE A LILLE

Swiss Tennis starebbe pensando in grande per il prossimo match casalingo di Davis. L'idea sarebbe quella di battere il recente record storico di spettatori.
mercoledì, 24 Dicembre 2014

Svizzera prendi tutto. Eh già perchè, come non bastasse aver stravinto la finale Davis, adesso i rossocrociati si sono messi in testa di superare un record che al momento sembrava difficile da scavalcare. Come? Una delegazione della Federazione svizzera di tennis avrebbe recentemente ispezionato gli stadi di calcio di Berna, Basilea e San Gallo. In queste tre strutture sarebbe possibile riunire fra le 29’000 e le 32’000 persone, aggiungendo una tribunetta supplementare.

René Stammbach – presidente di Swiss Tennis – vorrebbe superare il record di affluenza in Coppa Davis, stabilito a Lilla lo scorso novembre in occasione della finale contro la Francia, vinta dalla Svizzera.

Per provare a centrare questo obiettivo, la squadra elvetica dovrà forzatamente superare il primo turno nel 2015 in Belgio. Inoltre Roger Federer e Stanislas Wawrinka dovrebbero garantire la loro partecipazione. Se dovesse essere il caso, Swiss Tennis proverebbe ad attaccare il record di Lilla in occasione di un quarto di finale casalingo contro Canada o Giappone, ha indicato Stammbach durante un’intervista a “Sportinformation”.

Il record in Coppa Davis era stato stabilito a Lilla con ben 27’448 spettatori nella storica finale vinta dalla Svizzera contro la Francia. Storica davvero, e per questo motivo l’ondata emotiva che ha travolto la piccola nazione d’oltralpe non pare arrestarsi. Icona rossocrociata è senza dubbio Roger Federer che ha consegnato al suo team il podio dopo aver battuto per 6-4 6-2 6-2 Richard Gasquet. Una folla record di 27.448 spettatori ha applaudito dagli spalti dello Stadio Pierre Mauroy di Lille, l’impresa dei campioni elvetici che consegnano al proprio Paese la prima Coppa Davis in 115 anni di storia della competizione.

“In 15 anni non c’ero mai arrivato così vicino e non volevo fallire a nessun costo – dichiarò quella domenica un commosso Federer. – Sono molto felice per il capitano, per i miei compagni e soprattutto per Stan, che ha giocato una stagione incredibile e che mi ha permesso in questo weekend di Davis di fare quello che ho fatto”. 

Un aneddoto legato alla superstar svizzera arriva da Claudio Mezzadri, amico nonchè ex capitano rossocrociato. Come è l’uomo Federer; al di là del personaggio? “Un ragazzo straordinariamente alla mano. Quando capisce che può fidarsi, si apre. Uno che fa tante domande e apprezza chi gli dice la verità, anche se è sgradevole. Non ha paura di mostrare le emozioni Ricordo ancora quando morto il suo coach Peter Carter: mi telefonò per dirmelo e scoppiò in un pianto dirotto”. Fenomeno dentro e fuori.

 


Nessun Commento per “LA SVIZZERA VUOL CANCELLARE IL RECORD DI PRESENZE A LILLE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.