LAURA ROBSON, POLSO KO ARRIVEDERCI A LUGLIO

Intervento al polso necessario per Laura Robson. La giovane tennista britannica non recupera la tendinite e si affida al Dottor Berger, il chirurgo che ha operato Del Potro, per tornare quanto prima in campo. Probabile un suo rientro a stagione inoltrata subito dopo Wimbledon.
venerdì, 18 Aprile 2014

Tennis – Ha provato in tutti i modi a scongiurare l’intervento, ma alla fine Laura Robson si è dovuta arrendere alla realtà dei fatti. La tendinite, che affligge la 20enne del Regno Unito dallo scorso dicembre, non le permette di esprimere il suo gioco costringendola ad un’ operazione di lieve entità, come lei stessa ha ammesso, ma che la terrà comunque fuori dal circuito almeno fino a Wimbledon.

Le sue prestazioni ad inizio anno non avevano certo lasciato presagire grandi prospettive rispetto all’infortunio, e le foto che hanno iniziato a girare, con la tennista supportata da un tutore, in difficoltà anche ad aprire anche una bottiglietta d’acqua, hanno alimentato le voci rispetto ad un intervento che oggi viene ufficializzato.

Il ritiro durante ad Hobart, nel corso del match contro Yanina Wickmayer proprio per i continui problemi al polso e l’eliminazione patita dall’altra belga Kristen Fliplkens al primo turno agli Australian Open, sono state le uniche apparizioni nel 2014 per la talentuosa tennista, originaria di Melbourne, che ora dovrà interrompere il suo percorso agonistico per affrontare un periodo di riabilitazione prima di tornare in campo e riprendere la scalata in una classifica Wta che, dopo lo stop, la vedrà inevitabilmente scivolare oltre la centesima posizione.

Dopo aver cancellato il suo nome da tutti i tornei in programma fino agli Internazionali d’Italia, nella speranza di poter risalire velocemente sul treno in corsa del circuito, Laura, fatte le dovute considerazioni insieme al suo chirurgo, ha annunciato l’imminente operazione attraverso il suo profilo Facebook.

Volevo informare i miei preziosi sostenitori che ho deciso di sottopormi ad un intervento chirurgico al polso presso la Mayo Clinic, affidandomi ad uno dei migliori esperti al mondo, il dottor Richard Berger” cosi l’attuale numero 64 al mondo ha “postato” sul social network aggiungendo: “il Dottor Berger è molto fiducioso riguardo un mio pronto recupero anche se, purtroppo, dovrò saltare sia l’Open di Francia che Wimbledon”.

Non una bella notizia dunque per la giovane tennista che proprio all’All England Country Club ha iniziato ad assaporare il gusto dolce del successo.

Nel 2008, appena quattordicenne, Laura conquistò a Londra il titolo juniores facendo accendere i riflettori attorno alla sua figura.

Nel 2012 la prima svolta della carriera tra le “big” con il quarto turno raggiunto agli Us Open. Dopo aver eliminato nell’ordine Samantha Crawford, Kim Clijsters e Li Na, la Robson si arrese solo davanti a Samantha Stosur.

Lo scorso anno, guarda caso ancora dopo Wimbledon, raggiunse il suo best ranking, occupando la posizione numero 27 al mondo a seguito dell’ottima prestazione registrata sul verde londinese che, quest’anno non la vedrà protagonista in campo ma, vista la carta d’identità della Robson, sarà in futuro un obiettivo per una tennista dalle ottime prospettive.


Nessun Commento per “LAURA ROBSON, POLSO KO ARRIVEDERCI A LUGLIO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • L’ODISSEA DI JENNIFER DELLE MERAVIGLIE TENNIS - La favola di Jennifer Capriati, entrata tra le prime dieci tenniste del mondo ad appena 14 anni, si è trasformata in un’Odissea scandita da cadute clamorose, dilemmi interiori, […]
  • KIM CLIJSTERS, UN CAPOLAVORO FIAMMINGO Kim Clijsters. Un fisico d’argilla sostenuto da un tennis implacabile, da una lucidità tattica esemplare, da una determinazione fuori dal comune. Da predestinata a numero uno del mondo, […]
  • IL TALENTO DI ANGELIQUE Angelique Kerber ha smentito tutti coloro che non la consideravano capace di diventare una delle migliori giocatrici del mondo. Semifinalista agli Us Open nel 2011 ed a Wimbledon nel 2012; […]
  • SERENA, UNA LEGGENDA SENZA TEMPO Con il 19esimo slam conquistato a Melbourne, Serena Williams è a soli tre slam dal record dell’era open, detenuto da Steffi Graf, ma i suoi record sono tali da renderla una leggenda […]
  • COMPLEANNO E SUCCESSI PER SIMONA HALEP Ventidue candeline per Simona Halep. La tennista rumena, che fino a pochi mesi fa era nota per la mastoplastica riduttiva al seno a cui si era sottoposta, festeggia oggi il suo compleanno […]
  • VENUS E SERENA, DUE SORELLE SUL TETTO DEL MONDO La danza di Venus sul Centre Court, gli Ori ai Giochi Olimpici di Sydney, finché, il 10 giugno 2002, le sorelle Williams diventano numero 1 e 2 del mondo. Al dominio di Serena fa seguito […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.