LE FUTURE STELLE AL BONFIGLIO

È scattata ieri la 51esima edizione degli Internazionali d’Italia juniores. Bilancio azzurro agrodolce: subito out Gaio, avanzano Confalonieri e Caregaro. Impressiona l’italo-americana Capra
martedì, 18 Maggio 2010

Milano – I campioni di domani sono protagonisti da ieri sui campi del Tennis Club Milano “Alberto Bonacossa”, dove hanno preso il via gli Internazionali d’Italia juniores, giunti alla loro cinquantunesima edizione. Il Trofeo Bonfiglio, per blasone e prestigio, è unanimemente considerato il quinto Slam del circuito giovanile mondiale under 18. Moltissimi grandi nomi del tennis hanno fatto tappa su questi campi, da Becker a Edberg, da Courier a Kafelnikov, da Kuerten a Ivanisevic, e ancora Hingis, Sabatini, Capriati, Kournikova e tanti altri ancora. Il torneo milanese rappresenta senza dubbio la migliore occasione offerta agli appassionati italiani per conoscere le future stelle di questo sport.

Colella diesel. Nella giornata inaugurale della manifestazione sono stati disputati ben 47 incontri dei tabelloni principali. Ad aprire il programma tra gli azzurri è stato il torinese Alessandro Colella, classe 1992, che già da qualche anno ha iniziato a cimentarsi nel circuito ITF senza tuttavia ottenere risultati eclatanti. Colella, soprannominato “Nadalito” per via del suo tennis fatto di corsa, tenacia e colpi arrotati, ha dovuto faticare non poco per avere la meglio del tunisino Ahmed Triki. Il nordafricano ha vinto il primo set al tie-break, dopo aver annullato due set point all’azzurro sul 5/6, ma ha ceduto a zero il tie-break del secondo set, vinto da Colella con autorità e determinazione. Nel terzo parziale l’italiano, liberatosi dalla pressione, inizia a dominare l’avversario da fondo chiudendo con un perentorio 6/1. Al prossimo turno lo attende il nipponico Yasutaka Uchiyama, n.7 del seeding.

Delusione Gaio. A seguire, sul campo n.9, arriva la grande delusione della giornata. Federico Gaio, finalista qui lo scorso anno e reduce dalle qualificazioni al Foro Italico dove ha impegnato per un set il ben più navigato argentino Chela, è stato subito eliminato dal giapponese Taro Daniel, numero 51 del ranking juniores. Eppure il faentino aveva iniziato nel migliore dei modi il suo match, archiviando la pratica primo set con un netto 6/2; nei due set successivi, però, il giapponese è riuscito a smascherare le lacune atletiche di Federico, ancora troppo lento negli spostamenti laterali e spesso in difficoltà quando non è lui a dirigere lo scambio. Cocente e inattesa delusione fra gli spalti affollati del Tc Alberto Bonacossa, dove aveva tanto bene impressionato lo scorso anno il tennista emiliano. Negli altri match del main-draw maschile si registra la bella vittoria del grintoso Mattia Civarolo, capace di superare per 6/4 al terzo set il polacco Bartos Sawicki, in una partita caratterizzata da numerosi break e contro break. Escono di scena, invece, gli azzurri Andrea Basso, Edoardo Eremin, Amerigo Contini e Filippo Baldi (campione italiano under 14), sconfitti rispettivamente da Nekic, Biryukov, Vesely e Chappell.

Caregaro e Confalonieri ok. Erano molto attese al debutto Martina Caregaro (nella foto) e Valentine Confalonieri, indubbiamente due tra le migliori esponenti azzurre della classe 1992. Da tempo ormai lontane dal circuito juniores perché dedicatesi con profitto al professionismo, entrambe hanno superato il primo turno, anche se nel caso della tennista ligure il match si è rivelato più duro del previsto. La Caregaro, pochi giorni fa capace di trascinare la Oprandi al tie-break del terzo set nel torneo da 25.000$ di Caserta, ha regolato con autorità l’ucraina Kovalets, numero 11 del seeding, sconfitta con un eloquente 6/4, 6/2. Ha dovuto invece sudare la Confalonieri, numero 549 del ranking Wta, per avere la meglio dell’americana Caitlyn Williams, superata 2/6, 7/5, 6/2 dopo essere stata indietro 4/1 nel secondo set, annullando tra l’altro ben tre match point. Ha ben impressionato una delle attese protagoniste di questa edizione del Trofeo Bonfiglio, l’italo-americana Beatrice Capra. Di origini brianzole, la giovane tennista gioca sotto la bandiera statunitense dato il proverbiale e a quanto pare tardivo disinteresse da parte della nostra Federazione nei confronti di una giocatrice dal sicuro avvenire, alla quale gli Stati Uniti hanno invece subito offerto una struttura adeguata nella quale allenarsi. Peccato. La Capra ha sconfitto la nostra Carolina Pillot col punteggio di 6/1, 6/3. Dopo le vittorie di Caregaro e Confalonieri, sono arrivate purtroppo altrettante sconfitte per i colori azzurri: sono state subito eliminate, infatti, la palermitana Silvia Albano, classe 1994, sonoramente sconfitta dall’argentina Eskenazi (6/1, 6/1), e la beniamina di casa Federica Arcidiacono, battuta dalla bielorussa Sasnovich col punteggio di 7/6, 6/0.

(Foto di Alessandro Nizegorodcew)


Nessun Commento per “LE FUTURE STELLE AL BONFIGLIO”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • BYE BYE ITALIA Al Bonfiglio si ferma in semifinale la corsa della Burnett, sconfitta dall’italo-americana Capra. Finale femminile a stelle e strisce, tra i maschi sarà derby dell’est
  • UNA CONTRO L’ALTRA Martina Caregaro e Nastassja Burnett approdano ai quarti del Trofeo Bonfiglio, dove si sfideranno per la prima volta nella loro giovane carriera. Fuori Colella
  • BURNETT AL CARDIOPALMO La diciottenne romana si aggiudica il derby contro Martina Caregaro, piegata dopo quasi tre ore di lotta. In semifinale al Bonfiglio affronterà l’italo-americana Capra
  • AL BONFIGLIO CALA IL SIPARIO Si è conclusa oggi la 51esima edizione degli Internazionali d’Italia juniores. Tra le donne trionfa l’italo-americana Capra, al russo Biryukov il torneo maschile
  • IL BORSINO DELLE ITALIANE (II) Prosegue l'analisi stagionale delle tenniste azzurre. Dopo le giocatrici di punta è il turno delle altre top 300 e delle giovani più attese. Tra rialzi, ribassi e previsioni per il 2012.
  • CAMPIONESSE D’EUROPA Il successo delle nostre U/18 alla Soisbault Reina Cup è stato uno dei momenti più belli in un 2010 da incorniciare per l’Italtennis femminile. Una vittoria costruita sui campi del Ct […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.