LE PAROLE DI ZVEREV E MEDVEDEV DOPO LA FINALE

Ecco le parole di Alexander Zverev e Daniil Medvedev al termine della finale del Masters
lunedì, 22 Novembre 2021

Tennis. Alexander Zverev si è laureato nuovamente campione alle ATP Finals bissando il trionfo del 2018. Il tedesco ha sfoderato due prestazioni eccezionali nel weekend, beneficiando delle condizioni particolarmente rapide in quel di Torino.

“Sono entrato nella partita sapendo che avrei affrontato uno dei due migliori giocatori al mondo – ha analizzato il tedesco in conferenza stampa – Sapevo di dover giocare al meglio e ci sono riuscito oggi.

Credo di aver giocato molto bene. Sono molto contento del livello che sono riuscito a esprimere. Contro di lui, se si entra nello scambio troppe volte diventa difficile perché da fondocampo è uno dei migliori del mondo. 

Bisogna prendere subito il controllo dei punti e oggi ci sono riuscito. Il risultato è stato molto positivo”.

‘Sascha’ è diventato il giocatore che ha vinto più titoli nel 2021. “Non potrebbe andare molto meglio, onestamente. Sono felice della mia stagione, sono felice del modo in cui è finita. Naturalmente è stato un grande anno e vincere il titolo qui è stato incredibile. 

Spero che [nel 2022] si possa tornare alla normalità a un certo punto. Le regole COVID, il prize money COVID, spero che queste cose possano finire. Credo che tutti lo sperino”.

Molto sincera l’analisi di Daniil Medvedev: “Su questo campo il servizio è veramente importante. In semifinale ho servito meglio, oggi difficile dire cosa non sia girato per il verso giusto. Difficile dire quale sia stato problema, forse di tipo mentale. Ma qualcosa mancava.

Non ho la risposta su cosa mancava, ma questo ha fatto la differenza. Sascha è un grande giocatore, ha avuto l’opportunità di brekkarmi per due volte e quando servi come lui poi vinci. La chiave è stata sicuramente il servizio.

Ovviamente ogni volta che ci incontriamo ci prepariamo differentemente, cerchiamo di fare qualcosa di diverso, ho sentito che lui provava a fare questo. E ci ho provato anche io, ma semplicemente non riuscivo a rispondere perché lui serviva troppo bene.

Sul piano psicologico, per me non è così difficile ma anzi è interessante. Ogni volta sai che lui cercherà di fare qualcosa di diverso, e tu devi essere pronto, e lo stesso vale per lui”.


Nessun Commento per “LE PAROLE DI ZVEREV E MEDVEDEV DOPO LA FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.