LIETO FINE

<![CDATA[ Montecatini Terme, 21 settembre 2008 – L’Italia tira finalmente un sospiro di sollievo. La tanto attesa e contestata sfida di Coppa Davis contro la squadra della Lettonia si è conclusa con un 3 a 2 in favore degli azzurri.   Capitan Barazzutti aveva affidato le sorti della nazionale di tennis maschile, che galleggia a […]
domenica, 21 Settembre 2008

<![CDATA[

Montecatini Terme, 21 settembre 2008 – L’Italia tira finalmente un sospiro di sollievo. La tanto attesa e contestata sfida di Coppa Davis contro la squadra della Lettonia si è conclusa con un 3 a 2 in favore degli azzurri.

 

Capitan Barazzutti aveva affidato le sorti della nazionale di tennis maschile, che galleggia a stento nelle acque del I gruppo della zona Europa-Africa, a Potito Starace, preferendolo all’esordiente Fabio Fognini schierato la prima giornata contro il n.1 lettone Gulbis.

 

“Poto” non ha certo brillato contro Andis Juska, che anche in questa occasione ha affrontato a testa alta un giocatore di oltre 300 posizioni più in alto di lui in classifica, ma alla fine ha chiuso l’incontro con un poco convincente 6/3 6/4 7/6(3).

 

“Non nascondo di essere entrato in campo con molta tensione addosso – ha confessato Potito nel post-partita – sapevo che dovevo vincere ad ogni costo. Ho  disputato un  match discreto oggi, ma non ho di certo espresso il mio miglior tennis. Alla fine però ho vinto in tre set, e questo è quello che conta”.

 

Pericolo scampato, quindi, per i nostri portacolori, che attendono ora il sorteggio di martedì, che definirà gli accoppiamenti del tabellone di “serie B” del 2009.

 

Ancora aperta la polemica tra la Fit e Simone Bolelli. Il tennista italiano era stato convocato da Barazzutti per il play-off di Montecatini nonostante avesse chiesto di essere esonerato per seguire la sua programmazione, che prevedeva la partecipazione al torneo indoor di Bangkok. Come era ovvio, il suo rifiuto ad indossare la maglia azzurra ha innalzato un vero polverone di critiche. La tanto attesa sanzione che il presidente Binaghi ha annunciato nei confronti del pupillo dell’ex davisman azzurro Claudio Pistolesi sarà resa nota domani… intanto tra gli appassionati della racchetta si è aperta una vera e propria spaccatura tra i “pro” e i contro Bolelli.

 

Seppi, Starace, Fognini e Volandri comunque hanno dimostrato di essere un team affiatato: “Voglio ringraziare questi ragazzi – ha poi dichiarato Capitan Barazzutti che sogna la serie A – che hanno un ottimo futuro davanti. Ci sarà però ancora da lavorare per rendere l’Italia più competitiva, soprattutto nel doppio”.

]]>


Nessun Commento per “LIETO FINE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.