L’ITF CAMBIA IDEA, FED CUP A CAGLIARI

TENNIS – E’ ufficiale, la finale della cinquantesima edizione della Fed Cup si giocherà outdoor sulla terra rossa del capoluogo sardo il 2 ed il 3 Novembre. Le azzurre cercano il poker contro la Russia.

Tennis, fed Cup – Saranno i campi in terra battuta del Tennis Club di Cagliari ad ospitare la finale della cinquantesima edizione della Fed Cup tra Italia e Russia che si giocherà il 2 ed il 3 Novembre. I vertici dell’ITF si sono riuniti ieri a Parigi accogliendo finalmente la tesi esposta personalmente dal presidente della Fit Angelo Binaghi, accompagnato da Sergio Palmieri, Nicola Pietrangeli e Lea Pericoli.

La candidatura di Cagliari non era stata ben vista durante la riunione svoltasi sabato 18 maggio, quando l’ITF aveva detto che: “«Il Comitato di Fed Cup non trova alcuna ragione per supportare l’appello della Fit perché la città di Cagliari non rientra nei regolamenti previsti per la città ospitante”. 

Ma il presidente della Federtennis italiana Angelo Binaghi, nato e cresciuto a Cagliari tra quei campi in terra, ha lottato duramente per portare avanti la candidatura della sua città ottenendo infine il giusto supporto politico dal presidente della Regione Sardegna e dal sindaco di Cagliari Massimo Zedda. Tutto è bene quel che finisce bene quindi.

Per le azzurre sarà una rivincita della finale persa 4-0 nel 2007, oppure quella persa 5-0 nel 2011 che interruppe i tre anni di imbattibilità della nostra squadra. Il team sarà probabilmente formato da Sara Errani, Roberta Vinci, Flavia Pennetta e Francesca Schiavone e altre due tra Camila Giorgi, Nastassja Burnett e Karin Knapp. La superficie non è cemento stavolta, ma terra, più congeniale alle italiane, quindi aumentano notevolmente le chance di agguantare il quarto titolo nelle ultime otto edizioni.


Nessun Commento per “L’ITF CAMBIA IDEA, FED CUP A CAGLIARI”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • PORTA LA FED CUP 2013 A CASA TUA Sei proprietario di un Circolo di tennis e vuoi far disputare nel tuo impianto i match di Fed Cup 2013 tra Italia Stati Uniti? Ora è possibile, basta che la struttura corrisponda ai […]
  • USA DA STRAPAZZARE Nel week-end arriva la Fed Cup. L’Italia disputa il primo turno contro gli USA. La presenza di Errani e Vinci ci fa partire largamente favoriti, la semifinale è l’obiettivo minimo.
  • ITALIA – USA, APRONO ERRANI ED HAMPTON TENNIS - Effettuato il sorteggio della sfida di Fed Cup di Rimini tra Italia e Stati Uniti. Aprono le danze la numero uno italiana e la due americane domani alle 15.00. Di seguito Vinci e […]
  • FED CUP: SORTEGGI SEMIFINALE WORLD GROUP Oggi i sorteggi per le due semifinali del World Group che sono certamente le sfide più importanti di questo weekend di Fed Cup. L'Italia inizia con Sara Errani contro Lucie Safarova e la […]
  • CAMILA GIORGI PER SBANCARE OSTRAVA? Mancano 10 giorni alla semifinale di Fed Cup tra Rep.Ceca ed Italia. Per centrare la sesta finale in nove anni, le nostre dovranno vincere in casa delle ceche, impresa che non riesce a […]
  • CAMILA GIORGI, FED CUP O NON FED CUP? TENNIS – Alcune voci avevano annunciato la presenza di Camila Giorgi come sostituta di Francesca Schiavone nella finale di Fed Cup. Ma i tempi non sono ancora giusti e propizi per […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Novembre 2018

  • Naomi incanta. Di cognome fa Osaka, esattamente come la città che le ha dato i natali, ed è un riuscitissimo incrocio di razze dato che la madre è giapponese e il padre haitiano. I fans e gli sponsor impazziscono per lei, che ormai naviga stabilmente tra le top-five.
  • La Davis che verrà. In attesa dell'atto finale della Coppa 2018 tra Francia e Croazia, vi raccontiamo tutti i cambiamenti che il prossimo anno rivoluzioneranno il torneo a squadre più prestigioso del tennis.
  • Attenti a quell'aussie! Si chiama John Millman e finché non ha battuto Roger Federer sul palcoscenico degli US Open era sconosciuto ai più. Il 29enne di Brisbane è infatti sbocciato in ritardo a causa di una lunga serie di infortuni.