LLEYTON HEWITT VICINISSIMO AD UN RECORD

Il 34enne australiano è a sole due vittorie sulla terra rossa che lo farebbero entrare di diritto in una speciale classifica.
martedì, 7 Aprile 2015

Tennis – Con la stagione sulla terra rossa alle porte, in tanti aspettano con ansia il rientro a grandi livelli di  Nadal e gli esisti della preparazione di Roger Federer dopo le vacanze con la famiglia a discapito della partecipazione al torneo di Miami. In tanti si chiedono quando Murray riuscirà a vincere il suo primo Masters 1000 stagionale, altri invece si domandano se il momento negativo di tennisti come Wawrinka o del nostro Fognini termineranno finalmente con il cambio di superficie.

Ai più attenti, però, non è sfuggito un particolare record che un veterano del circuito è vicino a raggiungere: stiamo parlando di Lleyton Hweitt e della sua carriera, in particolare delle vittorie del tennista australiano sulla superficie rossa.

Il trentaquattrenne nativo di Adelaide è a sole due vittorie  dalla conquista di un record davvero straordinario. Il vecchio Rusty cerca la sua 100 ° vittoria sulla terra rossa, che insieme alle oltre 100 vittorie sul cemento (367) e sull’ erba (128), gli permetterebbe di diventare il settimo uomo nell’era Open a raggiungere cento vittorie su tutte e tre superfici.

Con il passare del tempo, Lleyton si è dimostrato in grado di migliorare il proprio stile di gioco sull’erba limiti diventando sempre più competitivo e ed efficace su una superficie dove la stragrande maggioranza dei tennisti trova difficoltà.

Tuttavia, pur avendo una fantastica mobilità e una buona consistenza, Lleyton non ha mai ottenuto buoni risultati sulla terra rossa europea e degli Stati Uniti vincendo in tutti questi anni solo i titoli di Delray Beach e Houston dal ’99 ‘2009.

Nei prossimi due mesi Hewitt affronterà questa nuova sfida: la prima tappa è stato l’ ATP di Houston, dove il tennista australiano, dopo aver vinto il primo set per 6-2,  Go Soeda, ha ceduto il match per 7-6, 6-3 contro i favori del pronostico, e pensare che Llayton ha avuto anche un match point sul proprio servizio!

Dovesse collezionare 100 vittorie sulla terra rossa, Lleyton entrerebbe in un club che attualmente comprende sei giocatori:

Boris Becker (219 vittorie sul cemento, 120 vittorie sulla terra, 116 vittorie su erba)

Jimmy Connors (545 vittorie sul cemento, 200 vittorie sulla terra, 170 vittorie su erba)

John McEnroe (290 vittorie sul cemento, 120 vittorie sulla terra, 119 vittorie su erba)

Roger Federer (633 vittorie sul cemento, 198 vittorie sulla terra, 131 vittorie su erba)

Stan Smith (240 vittorie sul cemento, 131 vittorie sulla terra, 127 vittorie su erba)

John Alexander (139 vittorie sul cemento, 177 vittorie sulla terra, 112 vittorie su erba)

Sorpresi di non vedere in questa speciale classifica giocatori prolifici e di assoluto valore come Ivan Lendl, Bjorn Borg, Pete Sampras e Andre Agassi? Eppure questo impreziosisce ancor di più questo record. Hewitt è ad un passo, ops, a 2 passi dal fare la storia.


Nessun Commento per “LLEYTON HEWITT VICINISSIMO AD UN RECORD”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

  • LA PIÙ GRANDE RIVALITÀ DI SEMPRE? Quella di Parigi è stata la quinta finale di Slam tra Nadal e Djokovic, quarta consecutiva. Meglio di loro soltanto lo stesso 'Rafa' e Federer a quota otto, ma il duo serbo-spagnolo, […]
  • INSULTI DA “TOP TEN” Non sempre il tennis è rispetto, eleganza e stile. Ogni tanto qualche protagonista si lascia andare, ed allora ecco la classifica dei migliori insulti di tutti i tempi, stillata dal […]
  • I DOLORI DEL GIOVANE LENDL Ivan Lendl, attuale coach di Andy Murray, nel corso della sua carriera da giocatore, prima di vincere il suo primo Slam a Parigi nel 1984, ha dovuto incassare ben quattro sconfitte […]
  • SI SALVI CHI PUÒ Il fatidico 21-12-2012 si avvicina inesorabile. Nel frattempo, noi proseguiamo nel nostro arduo tentativo di salvare il salvabile. Dopo ‘I Quattro Moschettieri di Francia’, Don Budge, […]
  • C’ERA UNA VOLTA IL CIMITERO DEI CAMPIONI Una leggenda che era diventata una sentenza: era preferibile che gli ex-campioni si tenessero distanti dal Campo numero 2, la sorpresa era (quasi) garantita
  • GOD SAVE THE KING Dopo il ko di Amburgo, ennesima delusione stagionale, per Roger Federer sembra davvero iniziata la triste parabola in discesa. Gli accorgimenti tecnici non bastano: il Re per riprendere il […]

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.