LUKAS ROSOL CAMPIONE IN NORTH CAROLINA, BATTUTO JANOWICZ IN FINALE

Il ceco Lukas Rosol annulla ben due match point a Jerzy Janowicz e vince il suo secondo titolo Atp. Grande rammarico per il polacco che ha sprecato una grande occasione. Rosol da domani sarà numero 27 del mondo.
domenica, 24 Agosto 2014

Tennis. Lukas Rosol si aggiudica il torneo Atp 250 ‘Winston Salem’ sui campi in cemento della North Carolina dopo una finale giocata sul filo dell’incertezza contro il polacco Jerzy Janowicz che si è visto, povero lui, annullare ben due match point nel secondo set dopo che quest’ultimo aveva messo in cascina il primo senza poi troppi sforzi. Al Wake Forest Tennis Center il punteggio finale dice 3-6, 7-6 (3), 7-5 per il ceco che a fine match può sprigionare tutta la sua felicità: “Sono stanco, ma felice per il risultato”, ha detto Rosol, che vedrà migliorata la sua classifica ATP mondiale già dalla giornata di domani quando sarà il nuovo No. 27 del mondo.

“Jerzy ha un grande gioco specie un ottimo servizio, ho cercato solo di concentrarmi sul mio tennis quando servivo. Sul suo servizio, non ho quasi avuto mai possibilità di replicare … fino a fine match, quando mi ha dato una possibilità.”

Janowicz ha avuto la possibilità di vincere la partita nel 10 ° gioco del terzo set. Avanti 5-4, ha tirato avanti 40-15, ma Rosol per ben due volte ha salvato match point sul suo servizio, poi combattendo come un leone attraverso il suo turno di battuta (tre punti di fila) si è riportato sul 5 pari prima di trionfare.

“Succede”, ha detto Janowicz, che stava giocando la sua seconda finale ATP della carriera, la prima negli ultimi due anni. “Non ho fatto niente di stupido, ho sicuramente giocato un buon tennis in tutto l’arco del torneo. Diciamo che la fortuna non è stata benevola con me”.

Sicuramente il tipo di tennis che Rosol può mettere sul campo ha decisamente infastidito il polacco che, non è un segreto, ama scambiare molto prima di riuscire magari a spostarsi sul suo dritto e sprigionarlo. “Le cose sono cambiate”, ha detto Rosol, il cui primo titolo è arrivato l’anno scorso a Bucarest in Romania. “Se hai la possibilità (per vincere) e non lo fai, sei mentalmente indirizzato verso il basso. Cominci a pensare che sia già finita, e lui (Janowicz) non era magari apposto sia di gambe che di testa”. La fatica può aver giocato sicuramente un ruolo da protagonista. Janowicz stava giocando la sua sesta partita in altrettanti giorni e per la quarta volta era stato costretto ad allungare la partita al terzo set, cosa che ad ogni modo richiede un dispendio d’energie non indifferente, mentre Rosol aveva vinto cinque partite, di cui però due in pratica non giocate – contro Ryan Harrison nel secondo turno, e John Isner nei quarti di finale.

“Ha davvero giocato solo tre partite”, ha detto Janowicz. “Questa è una differenza enorme. Ma succede. Lukas ha comunque giocato un gran torneo non sono di certo qui ad accampare scuse anche perchè i due match point li ho avuti io e non li ho sfruttati. Questa non è stata la mia prima finale e di certo non sarà l’ultima, sono solo stato sfortunato, il tennis si sa toglie e da nella stessa misura”.

Eppure, Janowicz ha avuto quasi da subito la strada spianata in finale, breakkando Rosol sul suo servizio per ben due volte, e andando a vincere il primo set perdendo solo 13 punti totali sul suo servizio nel corso del secondo e terzo set. Ma tre di questi punti persi sono arrivati nel corso del secondo set al tie-break, e altri quattro durante il terzo, e a conti fatti decisivo, set.

“Continuavo a ripetermi, ‘Questo (perdere una finale) non può accadere per tre volte di seguito,'” ha detto Rosol, che aveva perso le finali ATP di Bucarest lo scorso aprile e a Stoccarda, in Germania, lo scorso mese. “Volevo a tutti i costi un titolo quest’anno. Solo che non sapevo cosa stesse succedendo.”


Nessun Commento per “LUKAS ROSOL CAMPIONE IN NORTH CAROLINA, BATTUTO JANOWICZ IN FINALE”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.