LUTHI: “CON LJUBICIC STUDIAMO L’AGGIUNTA DI ALTRI TORNEI SU TERRA”

Luthi, Ljubicic e Federer, un triangolo che incuriosisce gli addetti ai lavori.
martedì, 5 Gennaio 2016

TENNIS – Severin Luthi, storico co-allenatore di Roger Federer, ha nelle ultime ore precisato che nella ‘costruzione’ della stagione in corso per il fenomeno svizzero, nonostante l’arrivo di Ivan Ljubicic, cambierà ben poco. Luthi che nei prossimi mesi dovrà, anche, pensare a quali giocatori poter eventualmente convocare per il match di Davis contro l’Italia, al momento è concentrato assieme al croato negli allenamenti di Roger Federer, quest’ultimo peraltro apparso in grandissima forma fisica nelle ultime foto che sono apparse sui social network.

“Ho parlato tanto con Ivan a Dubai. Gli ho raccontato della mia storica collaborazione con Federer ascoltando ad ogni modo le sue idee e le sue intuizioni per poter migliorare sempre più. Sono convinto che per rendere al meglio tutti noi abbiamo bisogno di remare nella stessa direzione senza nessun tipo di rivalità alcuna, pensando solo e soltanto al bene di Roger”, ha dichiarato Luthi.

Non ci saranno, dunque,  grandi cambiamenti nel gioco di Federer, almeno stando alle parole dei due coach: “Roger è un giocatore di un intelligenza superiore, non correrà a vuoto a rete e non spenderà energie preziose per difese estenuanti, ha raggiunto una maturità tale che sa benissimo come e quanto gestirsi. Quello su cui ci stiamo concentrando di più in questi primi giorni dell’anno è la risposta al servizio ma anche quest’ultimo accorgimento fa parte di una serie di idee che normalmente ogni giocatore professionistico attua in fase di preparazione”.

Sarà curioso, nonostante queste dichiarazioni, capire in che modo potrà incidere l’ex allenatore di Milos Raonic.

Ljubicic, ex numero 4 della classifica mondiale, ritiratosi nel 2013, era da un biennio assieme a Riccardo Piatti coinvolto nella crescita professionale del gigante canadese salvo poi scegliere, durante la off-season, di collaborare con Federer cosa che, stando alle ultime dichiarazioni dello stesso Raonic, non ha lasciato alcuni addetti ai lavori sorpresi. Di certo c’è che Luthi potrà viaggiare di meno grazie al supporto di Ljubicic e visionare, meglio, alcuni nuovi prospetti rossocrociati che, lasciando da parte i mostri sacri Federer e Wawrinka, scarseggiano.

Nel suo programma recentemente annunciato via social, Federer non ha previsto la sua presenza in alcun torneo a cavallo tra Indian Wells ed il Roland Garros. Ma, proprio nelle ultime ore, Luthi ha aperto a nuove possibilità con Monte-Carlo, Roma e Madrid che sperano, fortissimamente sperano, nelle presenza dell’ex numero uno del mondo, anche e non solo (evidentemente) per meri motivi tecnici.

“Chi pensa che Roger arriverà a Parigi, senza ambizioni si sbaglia di grosso”, ha detto il capitano di Davis elvetico.

Nel 2015, Federer ha giocato a Monte-Carlo, Istanbul, Madrid e Roma prima del Roland Garros.


Nessun Commento per “LUTHI: "CON LJUBICIC STUDIAMO L'AGGIUNTA DI ALTRI TORNEI SU TERRA"”


Inserisci il tuo commento


Articoli correlati

Dalla prima pagina » Ultima ora

Desideri ricevere in anteprima tutte le notizie? Iscriviti alla Newsletter di Tennis.it

TENNIS OGGI: nel numero di Febbraio 2020

  • Chi è Sonya Kenin?
    La storia della 21enne americana di origini russe che è esplosa a Melbourne.
  • Next Gen ancora immatura.
    Dall'Australia arriva un segnale forte e chiaro: i "Big Three" resistono agli attacchi dei nuovi talenti, che perdono l'ennesima occasione di effettuare il sorpasso.
  • Gastronomia Agonistica
    Le Olimpiadi Gastronomiche hanno chiuso con successo la loro VII edizione, a dimostrazione che questo nuovo sport sta appassionando i Circoli.